Utente 483XXX
Salve, mi ritrovo enterococco faecales due volte testato in 2 laboratori analisi di cui in uno esce una carica batterica 1.000.000 invece la settimana successiva mi riesce in 200.000 ufc premetto che non ho bruciori o dolori, l'unico problema che ho sono: nicturia e poi quando urino i getti urinari mi escono sottili e da sforzo minzionale cioè dopo aver urinato devo scuotere il pene per uscire il restante parte di urina. Si tratta di una prostatite batterica oppure l'infezione non c'entra niente ma svuotando male si crea questa carica batterica mista..? In attesa di un vostro parere porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Dovinola

24% attività
8% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Buongiorno credo abbia una prostatite batterica. Le consiglio di effettuare eco transrettale. Poi la terapia è ben standardizzata ed il suo urologo la saprà certamente consigliare per il meglio.(antibiotici e decongestionante naturali). Saluti
Dr. giuseppe dovinola

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Salve dottor Dovinola, il problema è che quando faccio la pipì i getti urinari escono sottili e variabili da sforzo minzionale con un incompleto svuotamento minzionale cioè dopo aver urinato a volte devo scuotere il pene per uscire il restante parte di urina. Si pensa secondo il mio urologo che essendo che non ho nessun problema di bruciore quando urino, dopo aver fatto un uretrocistoscopia abbiamo fatto un osservazione dopo post cistoscopia urinavo bene da allora si pensa che sia un problema di stenosi della fossetta navicolare, sicuramente attualmente si è dilatata, ma se in futuro il problema persiste dovrò eseguire un incisione a lama fredda, quindi in morale della favola pensa che l'infezione che ho, sia dovuta allo svuotamento minzionale incompleto e che crea questa infezione... Lei cosa nè pensa dottor Dovinola..? In attesa di un suo riscontro le porgo cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Dovinola

24% attività
8% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Buongiorno Se ha fatto una cistoscopia c'è stato un riscontro "de visu" della situazione. Una eco transrettale , se fossi in lei, la farei lo stesso per valutare la situazione del parenchima prostatico. Faccia anche una flussimetria per capire se è reale l'ostacolo minzionale, oltre ad un esame urine completo. Con essi si potrà rispondere con più accuratezza alla sua domanda. Saluti e auguri
Dr. giuseppe dovinola

[#4] dopo  
Utente 483XXX

Salve dottor Dovinola, la ringrazio per la risposta immediata, ad essere sincero non le ho spiegato che ho subito 5 interventi al collo vescicale per una sclerosi da premettere i sintomi erano iniziAti a migliorare ma poi dopo ogni 6 mesi sono stato operato più volte sia con il laser holmio poi Tullio e infine ultimo eseguito turp premetto che ho 29 anni e dopo vari interventi fatti mi ritrovo oggi con lo stesso problema di inizio e in fine un peggioramento della eiaculazione retrograda. Quindi cercherò di valutare meglio il caso in ogni caso la trans rettale adesso è da un pò che non la ripeto però mi ricordo che non c'era niente come la flussometria non evidenziavano niente gli esami oggi dopo vari interventi capisco che è un problema legato allo svuotamento minzionale che crea questi problemi e credo che sarà una stenosi navicolare mal capita... In ogni caso quando mi faranno questa piccola incisione a lama fredda spero che il problema passa... Anche perché se ciò non passa sarà una prostatite batterica mal curata è a quel punto l'unica cosa da fare sono le infiltrazioni prostatiche. Ho provato 5 interventi al collo vescicale quindi credo che ormai il caso è chiaro oltre che non ho risolto nulla... In attesa di un suo parere le porgo cordiali saluti.