Utente 157XXX
Salve, sono un ragazzo di 42 anni, il 10 novembre ho avuto una febbre stranissima e dopo 3 giorni ho fatto per scrupolo un esame delle urine da cui è risultata una infezione con leucociti 1500... presenza di batteri. Purtroppo non ho fatto l'urinocoltura e il dottore per paura di un'infezione che potesse intaccare anche i reni mi ha ordinato ciproxin. Il giorno dopo, febbre a 39, il dottore mi ha ordinato punture di rogefin, ma dopo due giorni, nonostante la febbre fosse quasi assente, avevo dei brividi fortissimi e una sensazione stranissima ( premetto che non avevo quasi nessun disturbo alla prostata, solo un flusso meno forte del solito). Vado al pronto soccorso, esame ecografico negativo, mi dicono che l'antibiotico non sta facenbdo effetto e mi ordinano tavanic(10 giorni) + cefixoral(6 giorni). Visita urologica rileva prostata ingrossata e infiammata, quindi in aggiunte supposte proxelan + compresse prostanox. Dopo 10 giorni smetto e passati 4 giorni ricominciano i brividi...tachipirina e continuo i farmaci per la prostata aspettando di fare la spermiocoltura ( dopo 5 giorni). In questo periodo, i sintomi sono solo brividi, la prostata mi dà leggermente fastidio se rimango seduto a lungo, altrimenti nulla. Purtroppo un virus intestinale con diarrea liquida, qualche giorno dopo mi infiamma molto la prostata ( da quel momento bruciore, difficoltà a fare pipì). La risposta della spermiocultura rileva escheria coli (concentrazione 3+) sensibile al Bactrim, che ho iniziato da lunedì 10 dicembre. I brividi sono scomparsi, ma la prostata rimane infiammata, inoltre dopo quegli attacchi di diarrea ora ho un po' di stitichezza. La domanda che vi pongo è: non è il caso di prendere le supposte cortisoniche per velocizzare la guarigione e soprattutto per permettere all'antibiotico di penetrare più facilmente nella ghiandola?
Ripeto l'attuale cura
Bactrim 2 volte al giorno per 16 giorni
supposte proxelan
compresse prostanox 2 volte al giorno.
Secondo voi la terapia è sufficiente? in aggiunta prendo molti fermenti lattici.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Dovinola

24% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
buongiorno la prostata fa parte di quei compartimenti, cosiddetti profondi dell'organismo dove il flusso sanguigno è lento. Consiglieri di ripetere la spermiocoltura per batteri comuni, clamidia, micoplasma ed ureaplasma e, se negativa, decongestionare l'organo con sostanze vegetali tipo serenoa altamente purificata. Saluti
Dr. giuseppe dovinola

[#2] dopo  
Utente 157XXX

Salve dottore, il 24 dicembre ho smesso l'antibiotico bactrim e la situazione non era migliorata. Ho consultato un altro urologo che mi ha fatto fare l'esame del PSA ( esito 1 quindi tutto ok, emocromo ok, prc ok) e un'ecografia transrettale ( adenoma del lobo medio di cm 2.8 * 2.2, marcatamente ipoecogeno congesto com flogosi periuretrale per la presenza di un'area marcatamente ipoecofgena di mm15* mm7.3.) ( esame del 24 dicembre).
Dale 25 dicembre fino al 4 gennaio solo prostanox, kistinox forte, proxelan supposte e tutto sembrava andare meglio. Il 30 gennaio e il 5 gennaio eseguo spermiocolture che risultano negative, ma dal 6 inizia un bruciore e nuovamente senso di stanchezza mentale, piedi freddi quasi con formicolii. L'urologo sotto mia insistenza mi ordina 5 giorni di amikacina 1 g ( tale antibiotico risultava nell'antibiogramma dell'unica coltura positiva fatta i primi di dicembre). Ora ho finito le punture sabato, e oggi ho avuto di nuovo quella stanchezza mentale con quel torpore -formicolio ai piedi....cosa posso fare? Nel frattempo prendo sempre prostanox, kistinox e proxelan....il dottore mi ha detto di aspettare 10 giorni dalla fine dell'antibiotico e di rifare la spermiocoltura e l'ecografia transrettale...ma possibile che il batterio ( che addirittura non risulta nella coltura) mi dia tutti questi fastidi? ovviamente ho semore fastido, tanto che da 8 giorni prendo omnic per fare la pipì...E' dal 10 novembre che va avanti questa storia...
Scusi per la lungaggine...

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Dovinola

24% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Buonasera certo che per l'età che ha l'adenoma è grande. Faccia anche una uroflussimetria. Se non dovesse avere risultati dalla terapia e il flusso urinario è basso prenderei in considerazione l'idea della chirurgia robotica dell'adenoma. Saluti
Dr. giuseppe dovinola

[#4] dopo  
Utente 157XXX

Grazie dottore per la risposta celere, sia il mio urologo, sia il mio dottore di famiglia insistono sul fatto che è tutto a livello di batterio ( sudorazione notturna, sintomi di quasi brivido, formicolio ai piedi) e mi dicono che l'adenoma è solo una conseguenza e che quindi non è il problema principale...Infatti non dà questi sintomi, che sono più riconducibili a infezioni....lunedì ho appuntamento con una internista. per quanto riguarda il flusso, con omnic riesco a urinare abbastanza bene, bevo circa 2,5 litri di acqua al giorno e la notte mi alzo 2 - 3 volte per urinare. (però in genere per tutta la mia vita 1- 2 volte a notte dovevo andare a bagno). Prima dell'infezione batterica da escheria coli , circa 3 mesi prima, avevo fatto una visita prostatica in cui era tutto ok...