Utente 202XXX
Salve, sono un uomo di 64 anni, qualche anno fa, mi è stata diagnosticata una ipertrofia prostatica benigna, facendo un'ecografia ho scoperto di avere 2 piccoli nodi, e mi è stato detto di avere la prostata ingrossata e adenomatosa, il psa è buono, anche se nel corso degli anni è andato sempre aumentando, ma restando sempre nei valori normali.L'urologo mi ha dato il tamsulosin da 0,4. È anche il Celsius perché ho problemi anche se non sono riuscito a risolvere questo problema. Mi domando, perché, anche se buono, il psa aumenta, se secondo lei devo togliere la prostata o finché il valore è buono di lasciarla?
La ringrazio anticipatamente per il consulto.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il PSA è prodotto anche dalle cellule non tumorali della prostata, in particolare se vi è un ingrossamento benigno di dimensioni considerevoli, quindi destinato comunque ad aumentare nel tempo, anche se non in modo indefinito. Lo specialista è in grado di differenziare queste situazioni in base alla visita diretta ed altri accertamenti nei casi dubbi. Quanto può spingere a dare indicazioni ad un intervento in un ingrossamento benigno non è certamente il PSA o le dimensioni della prostata, ma i disturbi ad urinare non più controllabili da una comune terapia come quella che le è stata consigliata. Lei ci scrive di "Celsius", ma immaginiamo volglia riferirsi al Cialis.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing