Utente 389XXX
Buongiorno.Premetto di avere 20 anni e quindi non un'età "normale" per questo tipo di problemi.
E' da settembre che avverto fastidiosi sintomi urologici come deficit erettivi e dolore durante la minzione.
A dicembre sono andato dal mio urologo di fiducia che mi ha fatto fare due terapie antibiotiche con bactrim e tavanic e mi ha somministrato anche due integratori,il Deflogo e il Proliset, entrambi a base di Bromelina. I sintomi non sono spariti,quindi sono ritornato a visita e dopo un ispezione rettale mi ha somministrato solo il Cernilen Flogo(sempre a base di Bromelina).In tutto ciò mi ha tassativamente vietato di andare in bicicletta almeno per un mese.Il mio dubbio è:come può un solo integratore naturale guarirmi da questo fastidiosissimo problema?In più il fastidio è doppio poichè sono impossibilitato a riprendere la preparazione ciclistica per la prossima stagione.Può essere che la prostatite sia stata causata dalla bicicletta?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La biciletta non è causa diretta di disturbi prostatici, ma in soggetti predisposti ed i presenza di disturbi insorti per altre cause, la sella può accentuare di molto i fastidi. Pertanto, in linea di massima, sarebbe opportuno non insistere, almeno fino a quando la situazione non si sia un minimo stabilizzata. In caso contrario si rischia di entrare in un circolo vizioso in cui non si riconoscono più cause ed effetti. Purtroppo è molto comune che questi fastidiosi disturbi prostatici siano accompagnati da accertamenti poco significativi o del tutto negativi. Non esistono cure specifiche, ogni specialista si regola in base alle sue abitudini ed esperienza. Piuttosto che insistere con integratori alimentari di efficacia molto variabile ed imprevedibile, nei casi più tenaci si ricorre a cicli di comuni anti-infiammatori. Vi sono poi gli importantissimi consigli diretti allo stile di vita, che deve essere orientato ad una generale e massima regolarità (idratazione, alimentazione, funzione intestinale, attività fisica, attività sessuale).
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 389XXX

Avendo sofferto per circa un anno di colite,è probabile che ciò abbia avuto una diretta influenza sull'evolversi della flogosi?
Purtroppo la fiducia in una completa remissione sta sparendo,sembra che niente possa farmi effetto.
Siccome per me è molto importante andare in bici,cambiare sella con una bucata al centro potrebbe farmi tornare a far sport in tempi ragionevoli?
Grazie mille per la celere risposta.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Senz'altro sì.

Le selle bucate "prostatiche" sono molto diffuse tra i cicloamatori di età matura. Ovviamente non siamo in grado di giudicarne la reale efficacia, comunque potrebbe certamente valere la pena di provavre.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 389XXX

Grazie mille!