Utente 486XXX
Salve Dottori,

sono un ragazzo di 23 anni e vi scrivo per un parere riguardo alcune questioni.

Circa 2 settimane fa, in seguito ad una eiaculazione precoce (prima volta nella vita, mai avuti problemi con la mia ex partner) durante il primo rapporto con la mia ragazza, ho iniziato a "testare" la mia durata masturbandomi. Mi masturbavo cercando di ritardare l'eiaculazione, circa 3 volte al giorno, per 30-40 minuti e in alcuni casi sono riuscito anche a durare 50 minuti o un'ora, ma nonostante questo eiaculavo sempre. Non sono mai stato abituato a questi tempi, di solito la mia masturbazione media (che pratico regolarmente) dura 5-10 minuti.

Anche quando la mia ragazza mi ha fatto dei preliminari sono riuscito a controllare l'eiaculazione a piacimento, quindi problema risolto, in teoria.

Dopo qualche giorno ho iniziato ad avere leggeri sintomi di cistite ed in seguito fastidio a entrambi i testicoli in maniera alternata, qualche volta anche ai reni e al basso ventre.
Dopo circa 2 settimane dove solo 2 volte mi sono masturbato i fastidi sono quasi del tutto passati, quello che mi chiedevo è se possa essersi trattato di una congestione delle vie seminali o prostatica, può essere possibile?

La mia preoccupazione ora è che se mai dovessi farlo di nuovo con la mia ragazza, non mi arrischierei a cercare di ritardare l'eiaculazione perchè avrei paura di ricadere negli stessi fastidi.. per quanto consigliate di andarci piano con masturbazione e/o sesso?

In caso dovessi farmi visitare, meglio andrologo o urologo?

Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

le sue ipotesi eziologiche sono "possibili" ma ora bene sentire in diretta anche il suo specialista di riferimento.

Su quale specialista consultare, si ricordi che la differenza tra un andrologo ed un urologo è dovuta al fatto che generalmente il primo, anche quando affronta problemi nell'area uro-genitale o propriamente urologica, pensa sempre anche alle future conseguenze che possono avere le eventuali indicazioni diagnostico-terapeutiche sulla sfera sessuale e riproduttiva.

Fortunatamente diversi urologi, come il sottoscritto, hanno anche la specialità di andrologia o viceversa.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 486XXX

La ringrazio tanto Dottore,

le volevo confermare il fatto che i giorni in cui bevo di più, il fastidio è praticamente assente, può essere un "indizio"?

Inoltre, come già detto, negli ultimi giorni il fastidio ai testicoli è quasi del tutto scomparso, ma ogni tanto noto qualche fitta (niente di forte) più o meno intorno alla zona dell'ano.

Questo potrebbe confermare l'idea di una congestione prostatica? E generalmente come si cura?

In ogni caso prenoterò la visita dall'andrologo.

Aspetto una sua risposta nel frattempo.

La ringrazio ancora

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#4] dopo  
Utente 486XXX

Salve dottore, le rispondo perchè finalmente ho effettuato la visita andrologica (prima della mia vita, ero un po' teso)

Il Dottore ha detto che potrebbe trattarsi di renella e mi ha prescritto esame sangue e ecografia totale addome, ha fatto queste supposizioni anche i virtù del fatto che gli ho detto che seguo una dieta poco buona, con molti formaggi, insaccati ecc ma da quando ho iniziato a bere molto e limitare il consumo di questi alimenti, sto avvero molto meglio.

Ha effettuato un'ispezione dei testicoli, sia da steso che da seduto ed in piedi ed è tutto a posto, mi ha dato dei "colpetti" in diverse parti dell'addome e anche sui reni, per capire se avevo male.
la cosa che però ha notato subito è che ho dell'aria nella pancia e quindi mi ha dato compresse Feed Colon da prendere nei prossiimi giorni, in attesa dei vari accertamenti!

Io ormai ero quasi convinto di avere prostata infiammata , visto che i sintomi che riscontravo erano più o meno quelli che si leggono anche su questo sito (infatti gliel'ho detto anche al dottore) ma lui sostiene che questa aria che ho nella pancia vada poi ad influire sui gli organi sottostanti e quindi causare problemi ai reni e ai testicoli ecc ecc

Mi fido del mio andrologo, ma vorrei gentilmente chiedere a lei se effettivamente un accumulo di aria possa portare a fastidi ai testicoli, basso ventre ecc

(ci tengo a precisare che anche mio padre soffre di colon irritabile ed anche mia sorella ha avuto problemi di aereofagia, quindi potrebbe magari essere una cosa di "famiglia" diciamo )


A presto

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutte le problematiche cliniche, che tendono ad aumentare la pressione intraddominale, possono scatenate anche problemi sui genitali.

Segua le indicazioni ricevute in diretta dal suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 486XXX

Salve Dottore,

grazie per la risposta! Volevo aggiungere che il dottore mi ha prescritto compresse FeedColon per 30 giorni (mattina e pomeriggio), dopo quanto tempo potrò trarne giovamento?

Inoltre altro quesito: perchè questo fastidio avuto ai testicoli, basso ventre ecc è stato maggiore nei primi giorni ed è poi andato a "scalare" ovvero diminuendo, però comunque rimane presente seppur in forma molto minore e in maniera alternata? Non sarebbe dovuto andare via visto che ormai è passato quasi un mese?

Ultima domanda: da ecografia addome completo si vede anche la situazione della prostata?

La ringrazio in anticipo

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, "da ecografia addome completo si vede anche la situazione della prostata...".
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 486XXX

Salve Dottore, volevo solo aggiornarla sui risultati, esami del sangue nella norma, apparte qualche strascico di una forte mononucleosi che ho avuto un anno e mezzo fa.

PSA a 0,41.

Inoltre da ecografia addome completo risulta tutto nella norma, prostata di dimensioni normali, buon svuotamento della vescica, vescicole seminali a posto e anche tutto il resto bene.

Anche il dottore che mi ha fatto l'ecografia ha sottolineato la presenza di meteorismo, e ha anche sottolineato che una dieta poco equilibrata da parte mia, sicuramente non aiuta.

Ora porterò i risultati al mio andrologo e sentiamo se consiglia anche ecografia scrotale.

Una cosa che però ho notato è che quando mangio "pesante" (es fritto, insaccato, fast food) oppure bevo qualche alcolico (niente di esagerato, giusto un calice) il fastidio ai testicoli si presenta in maniera più insistente.
Può essere un caso oppure le due cose sono collegate? La ringrazio in anticipo

[#9] dopo  
Utente 486XXX

Salve Dottore, volevo solo aggiornarla sui risultati, esami del sangue nella norma, apparte qualche strascico di una forte mononucleosi che ho avuto un anno e mezzo fa.

PSA a 0,41.

Inoltre da ecografia addome completo risulta tutto nella norma, prostata di dimensioni normali, buon svuotamento della vescica, vescicole seminali a posto e anche tutto il resto bene.

Anche il dottore che mi ha fatto l'ecografia ha sottolineato la presenza di meteorismo, e ha anche sottolineato che una dieta poco equilibrata da parte mia, sicuramente non aiuta.

Ora porterò i risultati al mio andrologo e sentiamo se consiglia anche ecografia scrotale.

Una cosa che però ho notato è che quando mangio "pesante" (es fritto, insaccato, fast food) oppure bevo qualche alcolico (niente di esagerato, giusto un calice) il fastidio ai testicoli si presenta in maniera più insistente.
Può essere un caso oppure le due cose sono collegate? La ringrazio in anticipo!