Utente 467XXX
Salve
Ieri ho scoperto di avere un infezione batterica da Escherichia coli risultata da una spermiocultura dove però risultano sensibili tanti antibiotici e uno spermiogramma che però è molto compromesso rispetto a quello fatto un anno fa. Avvertivo sintomi di pesantezza allo scroto dolore vicino all’ano e fitte sul pene ormai già da un paio di mesi ma vista la mia ernia inguinale molto importante che andrò ad operare fra qualche giorno il mio Andrologo non ha dato peso a questi miei dolori accostandoli invece al discorso erniario. Nell’ ultimo mese ho cominciato ad avere anche episodi di eiaculazione precoce ai quali non avevo dato inizialmente tanto peso.
1) Le mie domande sono può una prostatite batterica essere curata e debellata con successo ?
2) sto passando un periodo di fortissimo stress può questo causare una cronicizzazione del problema?
3) il problema della eiaculazione precoce può essere risolto o va di pari passo con la risoluzione della prostatite? Se dovesse durare al lungo o nella peggiore delle ipotesi cronicizzarsi dovrei a vita convivere con questo problema della sfera sessuale?
Faccio queste domande perché leggendo un po’ di consulti mi sembra di capire che questa sia una patologia molto difficile da sconfiggere o mi sbaglio?
Grazie per eventuali risposte

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

certo, una prostatite può essere di difficile trattamento e risoluzione.
farsi seguire sempre dallo stesso specialista
avere abitudini fisiche, alimentari e sessuali "ordinate"
Alla fine dopo poche o molte settimane si può guarire
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 467XXX

Grazie per la risposta Dr Pozza,
Questa prostatite non mi sta dando particolari fastidi l'unico problema davvero antipatico è l'eiaculazione precoce cosa di cui io non ho mai sofferto,
La mia domanda era se da questo sintomo si guarisce solo se la prostatite viene debbellata perche' la mia paura è che se la cura dovesse richiedere molto tempo questo problema potrei portarmelo dietro per mesi? O peggio ancora se dovesse cronicizzarsi addirittura a vita?
La seconda domanda è se il mio stato di forte stress la possa far cronicizzare?
Naturalmente sono seguito da un solo specialista e ho cominciato ad avere anitudini fisiche e alimentari molto rigide
La ringrazio e spero in una sua risposta
Un saluto