Utente 520XXX
Gentili dottori, io ho 33 anni e mio marito 38, siamo in cerca di una gravidanza già da un anno e mezzo.
Il primo spermiogramma riportava: astinenza 3 gg, volume: 4ml, PH 7.4, CONCENTRAZIONE NEMASPERMICA: Numero/ml 1.400.00, numero Tot. 5.600.000, MOTILITA' NEMASPERIMCA: motilità progressiva: 5% rettilinea, motilità totale 5% MORFOLOGIA: forme tipiche 8%, forme atipiche 92%, leucociti: 700.000.
In seguito abbiamo effettuato un'ecografia testicolare la quale riferiva tutto nella norma.
Analisi del cariotipo: cariotipo maschile normale ed assenza di delezione del cromosoma Y.
Dosaggi ormonali: Testosterone: 4.26 ng/ml, FSH 2.93 mlU/ml, LH 7.48mlU/ml, Prolattina 17.19 ng/ml, 17beta estradiolo <5.0 pg/ml, TSH 1.15.
A seguito di questi esami è stata prescritta una cura con gonal-f 150ml 3 volte a settimana per 2 mesi.
Lo spermiogramma effettuato 15 giorni dopo la fine della terapia riportava: astinenza 3 gg, volume: 3ml, PH 7.4, CONCENTRAZIONE NEMASPERMICA: Numero/ml 4.000.000, numero tot. 12.000.000, MOTILITA' NEMASPERIMCA: motilità progressiva: 5% discinetica, motilità totale 5% MORFOLOGIA: forme tipiche 5%, forme atipiche 95%, leucociti: 500.000.
A seguito di quest'ultimo esame ci è stata sospesa la terapia e ci è stato consigliato di valutare un percorso di PMA (ICSI). Vorrei chiedere se davvero non c'è un'altra strada da seguire, se sia giusto abbandonare la terapia dopo soli 2 mesi, nonostante il liquido seminale stesse sensibilmente migliorando, almeno nel numero. Dobbiamo davvero rinunciare al nostro sogno? Ringrazio di cuore chi vorrà aiutarci, siamo davvero demoralizzati.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,non ci specifica l'età del marito che,unita alla sua,matura,fa sì che il quadro seminale,rimasto pressoché invariato dopo la terapia,non consenta di essere ottimisti sulla possibilità che si instauri una gravidanza spontanea. Il ricorso alla PMA é giustificato ma ciò non dovrebbe escludere il prosieguo della terapia da parte di suo marito.Purtroppo,il limite sta nel fatto che,prima del matrimonio,a 20 anni,il maschio non si sottoponga a visita né esegua l'esame seminale,per cui ci si trovi di fronte a tristi sorprese.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it