Utente 287XXX
Caro dottore
Mia moglie, presa da una crisi ipertensiva che a forza di lasix tranquillanti migliorò solo dopo 5 ore di pronto soccorso, il giorno dopo si recò dal suo dottore che poi è pure il mio dottore e, il nostro dottore, sentito il battito e controllata la pressione , la rassicurò dicendole che era affetta da ipertensione di origine ansiosa, che in gran parte era causata da tachicardia e la congedò con una ricetta di lobidiur da 5mg+12,5 diuretico.
Mia moglie non aveva mai preso niente per la pressione e, salvo al mattino che ogni tanto la trovava a 140, di solito diceva che non le serviva di prendere nulla per la pressione e passava la giornata normalmente fino al giorno dell'episodio suddetto.
Mia moglie ha sessanta anni è tachicardica da sempre, da qualche giorno aveva ripreso a prendersi lo Zoloft che aveva preso per tanti anni ma che aveva smesso da qualche anno , adesso lo sta riprendendo insieme al lobidiur , la pressione la trova quasi sempre bassa tra i 110 e i 95 la massima e la minima da 55 a 70 la f.c. sembra essersi stabilizzata sugli 80-90 solo che da qualche giorno la mattina sente una brutta sensazione di mancanza d'aria e di rilassatezza infinita dentro al petto sensazione così brutta che si sta convincendo a smettere di prendere il lobidiur che prende nella dose di 1/2 pasticca al giorno.
sta prendendo pure 1/2 pasticca di lipenil da 40 perchè ha un colesterolo che si alza anche senza nessun eccesso alimentare.
Mia moglie è stata pure dal cardiologo il quale dopo l'ecg e dopo una breve chiacchierata ha confermato l'ipertensione ansiosa e il lobidiur del medico di famiglia , ma adesso, per questa brutta sensazione di mancanza d'aria e di rilassatezza infinita dentro al petto che si potrebbe fare?
grazie infinite per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Se ha un'ipertensione con importante componente ansiosa, e anche tendenza alla tachicardia, il betabloccante è il farmaco di prima scelta. Il nebivololo va molto bene; però io lo darei senza il diuretico (per spiegarmi: Lobivon invece che Lobidiur) per evitare un eccessivo calo della pressione. L'alternativa potrebbe essere il bisoprololo (che è molto maneggevole, visto che ci sono compresse da 1.25, 2.5, 3.75, 5 e 10 mg, quindi è più facile da dosare; inoltre abbassa più la frequenza cardiaca rispetto al nebivololo). Entrambi i farmaci, essendo betabloccanti selettivi, sono ben tollerati anche dalle persone asmatiche.
La sensazione di "rilassatezza" potrebbe essere dovuta a una pressione troppo bassa (per questo lascerei stare il diuretico), ma anche -e ancor più la mancanza d'aria- a problemi di ansia.
Lo Zoloft era stato prescritto da uno psichiatra? L'ha sospeso e poi ripreso per scelta autonoma o su consiglio del medico? In casi come questi è importante agire anche sulla situazione psichica per controllare l'ipertensione.
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)