x

x

Palpitazioni,affanno,sbalzi pressori dopo cambio posturale ( posizione eretta )

Buongiorno... hov32 anni e sono affetto da sindrome vasovagale (tilt test positivo) malattia da reflusso gastrico e piccola ernia da scivolamento...
Da un po' di tempo ho dei sintomi al quale non riesco a dare nessuna spiegazione.
Gli esami cardiaci vanno bene, sia ECG sia eco che holter... e dato i miei sintomi ho fatto anche il dosaggio della proteina pro bnp per escludere problematiche di scompensi ecc.
Volevo sapere appunto se la mia sintomatologia può essere legata a ciò che ho espresso sopra.
Da un po' di tempo non mi sento più in forze... nel senso che ogni semplice azione, tenere il fono mentre mi sciugo i capelli, scendere dalla macchina, ma soprattutto quando mi alzo dal divano o letto mettendomi in posizione eretta ciò che percepisco e un aumento di battiti tra i 20 e o 30... inizio ad affannare e a sentirmi affaticato, il fiato diventa corto e percepisco un affaticamento incentrato in ambito del cuore come chissà che sforzo ho fatto... tutto torna normale dopo un 10 15 minuti che sto in piedi... a stomaco pieno i sintomi peggiorano... addome gonfio e duro, dispnea e palpitazioni... la cosa che però più mi spaventa sono i valori pressori che si alzano... ad esempio se scendo dalla macchina o mi alzo dal letto... percepisco oltre al battito e alla fatica anche un aumento pressorio e se la misuro i valori sono intorno ai 140 85/90... dopo che mi siedo e mi rilasso tutto torna normale... volevo sapere se può essere la sindrome vasovagale la causa di tutto ciò... io sapevo che quest' ultima la pressione la abbassa anziché alzarle.
Non so come interpretare queste palpitazioni, fiato corto, affaticamento ma soprattutto l aumento della pressione durante tali momenti... quando mi alzo, quando cammino... e come se fosse un qualcosa di posturale... come se ci fosse qualche mancanza di compensazione...
Naturalmente arriva la ansia ecc... e dunque la pressione inizia ad essere ballerina anche in circostanze normali.
E opportuno che io esegua un holter pressorio o altro... non capisco se può essere un problema legato al cuore oppure no.
A volte la palpitazione e affanno e tale da dovermi sedere se sono in piedi.. e come avessi fatto una fatica estrema.
Vado in paranoia anche ad andare dal letto al tavolo per via di questi sintomi.

Grazie mille
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 85,1k 3k 2
Controlli i valori degli ormoni tiroidei, per il resto non sono certo sintomi di origine cardiaca, dataa nche la negativita' degli esami che ha fatto

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno..grazie mille,quindi Anche il fattore nel valutare se posso essere iperteso non va affrontato?

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test