Linee guida per gestione paziente in terapia anticoagulante (nao) per esecuzione estrazioni dentali

Salve,
mia madre di 83 anni deve sottoporsi a estrazione dentale (due denti) ma è in terapia anticoagulante con Eliquis (2 pasticche al di, mattina e sera, da 5 mg ciascuna) e chiedo quale siano le linee guida relative alla sospensione (o meno) del farmaco NAO; l'odontoiatra chiede di rivolgersi al medico curante; il medico curante afferma che sarebbe meglio interpellare il cardiologo di fiducia ma che vista l'esiguità del tempo a disposizione tra interpellare uno specialista cardiologo e l'estrazione dentaria che deve avvenire tra 4 giorni acconsentirà a gestire lei la situazione e consiglia di interrompere l'Eliquis per 24 ore e di assumere al suo posto Eparina; tuttavia da ricerche on- line risulta che attualmente le linee guida non prevedano l'Eparina al posto del NAO ma di sospendere l'Eliquis per 24-36 ore e su alcuni siti si sostiene non ci sia necessità nemmeno di interrompere per 24 ore il farmaco NAO; pertanto chiedo quale sia la gestione più corretta e sicura; (per completezza d'informazione mia madre assume tale farmaco per Fibrillazione atriale e con funzionalità renale nella norma considerata la sua età)
Grazie per la eventuale risposta
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 107.3k 3.6k 3
Eliquis svolge la sua azione in 12 ore (ecco perche viene assunto duie volte al di')
In realta se l'estrazione avvenisse, per dire il lunedi mattina , basterebbe saltare la dose della domenica sera.
Dato che conosco i miei polli interrompa Eliquis un f+giorno prima e lo riprenda la sera dopo l'estrazione


cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la puntuale risposta dottor Cecchini; quindi mi pare di capire non sia necessaria nemmeno terapia bridge con Eparina