Utente 439XXX
Buongiorno,
Ho 49 anni e soffro da circa vent' anni di prurito anale controllato con sporadiche e di brevissima durata(non più di 2 gg) applicazioni di Travocort e applicazioni di prodotti da banco vari con scarsi/nulli risultati. Anno 2017 visita proctologica "presenta cute perianale e perianale di tipo scrotale con numerose lesioni da grattamento che coinvolgono il perineo anteriore e lo scroto. L' esplorazione rettale rileva normo tono sfinterale, non masse, non sangue; all' anoscopia canale con emororroidi leggermente aumentate di volume" .Consigliati tampone cute perianale per esame colturale; esame delle feci per ricerca parassiti fecali e scotch test per ricerca delle uova dei parassiti fecali. Esiti esami negativi; per l 'esito dell' esame microbiologico il medico di base non ritiene opportuno una cura antibiotica. Anno 2018 visita dermatologica con diagnosi di eritema cronico perianale ; prodotti consigliati: Biogena dermoliquido; polvere Trofo 5; unguento Diprosone da utilizzare al bisogno e per breve tempo (sconsiglia il Travocort in quanto esclude la presenza di funghi).
Sospeso l' uso del Diprosone dopo 4 applicazioni per ano arrossato e forte prurito (più del solito). Utilizzo di pasta di ossido di zinco per attenuare.
Volevo chiedere quali esami sarebbero ancora opportuni da eseguire e se si può veramente escludere la presenza di funghi in quanto mi sembra strano che il Diprosone mi sembra inefficace mentre il Travocort (non usato in questa occasione ma precedentemente) nel giro di un paio di giorni mi attenua notevolmente i sintomi.
In attesa cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, con tutto rispetto delle diagnosi ricevute, a mio avviso la sua ancora deve essere ben chiarita:

le consiglio di sospendere le terapie che finora non hanno dato risultato, e programmare una visita venereologia al fine di chiarire anzitutto la diagnosi.

Deve capire che in quella zona sono molte le patologie che possono insorgere primariamente, le quali spaziano dalla psoriasi inversa, all’eritrasma, ad altri tipi di eczemi di natura cronica.

Pertanto la invito con rinnovata fiducia a programmare una visita come le ho appena indicato.

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it