Utente
Buongiorno
mia mamma, 62 anni tra un mesetto circa dovrà togliere un polipo sessile di 1cm situato nella seconda porzione del duodeno.
Esattamente due anni fa ne ha tolto uno di tipo flat di 5 cm situato nel ginocchio del duodeno, rischiando una duodenopancreasectomia perchè molto difficile da togliere, per le cicatrici prodotte dalle biopsie.
Durante l'intervento effettuato in endoscopia (primo in europa), il duodeno si è bucato ed è così stata trasferita al reparto di chirurgia mini invasiva dove ha subito poi un ulteriore intervento per riparare la lacerazione. La degenza è durata 3 mesi circa, colpa anche di un infezione contratta durante il ricovero.
Ora lei sta bene, non ha avuto altre conseguenze. La cosa che mi preoccupa è questo nuovo intervento.
Mi è stato detto che è molto più facile del primo, perchè diverso per conformazione, grandezza e posizione, ma vorrei saperne di più.
Attendo con ansia una risposta, perchè ho davvero paura.
Grazie mille

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Mi sembra abbia ricevuto informazioni chiare e corrette, difficilmente confutabili a distanza.
Certo in effetti la sede e le dimensioni del primo polipo corrispondevano a una lesione ad alto rischio tuttavia ben risolta. L' esame istologico cosa ha detto?
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Buon pomeriggio Dott. fava da e grazie mille per la sua risposta.
L'esame istologico ha escluso la malignitá del polipo.
So che il gastroenterologo mi ha giá dato delle informazione corrette.
Quello che voglio sapere è: in base alla vostra esperienza quanto è difficile questa operazione ?
E come avviene ? Per via endoscopica o in laparoscopia ?

Grazie ancora

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Favara, prego.Se è stata prospettata una asportazione endoscopica non sara' necessaria la laparoscopia, in caso contrario potrebbe essere necessaria una assistenza laparoscopica ma questo puo' stabilirlo solo chi esegue personalmente la procedura.
Ogni procedura comporta un certo grado di difficoltà e questa non è da meno.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente
Mi scusi se ho sbagliato il cognome ma é colpa dell'inserimento automatico.
Ho letto l'anamnesi del gastroenterologo e l'intervento verrá eseguito in endoscopia con trattamento overnight.
Posso solo sperare che vada tutto bene e che non si perfori nuovamente il duodeno.
Grazie mille per la sua consulenza.

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ottimo, ancora auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

concordo con quanto detto il collega di Favara e le chiedo se è già nota la natura istologica di tale seconda lesione (hanno fatto biopsie ?) e se è stata eseguita un'ecoendoscopia per capire l'estensione in profondità della lesione.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Buon pomeriggio Dott. Cosentino, l'esame istologico è negativo, non si tratta di formazione maligna.
È la gastroscopia ha evidenziato una formazione polipoide di tipo sessile, di 1 cm situato nella seconda porzione del duodeno.
Il gastroenterologo che la opererà non ha parlato di ulteriore endoscopia esplorativa, ma procederà direttamente all'intervento.
So che tutti gli interventi comportano dei rischi, ma spero che questo non sia rischioso come quello di 2 anni fa.

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente un polipo di 1 cm non avrà i rischi di un polipo di 5 cm. In allegato troverà il link del mio sito con un filmato sulla rimozione di due polipi duodenali ( di 5 cm ed 2 cm), la tecnica è quella che sarà utilizzata nel suo caso:

http://www.endoscopiadigestiva.it/endoscopiadigestiva/ita.php?sop=video&idvideo=72

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
Grazie per la sua disponibilitá, è davvero molto gentile.
Il polipo di due anni fa oltre ad essere di 5 cm era piatto e aderiva perfettamente al ginocchio del duodeno, ecco perché è stato difficile toglierlo, e mi è stato anche detto che l'intervento era il primo in Europa.
Questo é sessile, ma immagino comunque che permane il rischio di bucare il duodeno.
Come é andato l'intervento che mi ha fatto vedere ?

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il polipo, con le stesse caratteristiche del suo (di oltre 5 cm, piatto, aderente al ginocchio inferiore del duodeno) è stato da noi rimosso nel 2009. Non si sono verificate complicanze ed il paziente è stato dimesso il giorno successivo. Il paziente ha effettuato controlli a 3, 6 e 12 mesi dall'intervento senza evidenziare recidive.

Per quanto concerne il suo polipo da rimuovere i rischi sono più bassi, ma se di tipo sessile potrebbe essere utile un controllo con eco endoscopia per meglio valutare la profondità della lesione e ridurre i rischi di perforazione.

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/755-l-ecoendoscopia.html


Cordiali saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
Guardi sono sicura che il gastroenterologo non ha parlato di ecoendoscopia, può essere che la effettuerà in sede di intervento.
Grazie davvero per il suo supporto, vi terrò aggiornati, se vi fa piacere.
Per ora devo solo aspettare la chiamata dell'Ospedale Humanitas

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene . Ci aggiorni sull'intervento.

Cordiali saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#13] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Cosentino e colleghi
Mia mamma ha effettuato l'intervento in endoscopia ed è andato tutto bene, senza complicazioni.
Oggi é stata dimessa con le istruzioni di seguire una dieta semi liquida per alcuni giorni.
Avrei bisogno ancora una volta dei vostri consigli.
Accusa dei dolori, sente tirare come se avesse fatto gli addominali.
Sono normali dolori post-intervento ? Quanto dovrebbero durare ?
Chiedo a voi perché in h non hanno detto nulla.
E poi sono un pò suggestionata dal fatto che la prima volta che ha avuto quel tipo di intervento le hanno perforato il duodeno.
Grazie mille per le vostre risposte

[#14]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Molto bene.Non dovrebbe avere sintomi a lungo.Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it