x

x

Il referto della mia gastroscopia

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Salve, voglio porre alla vs attenzione il referto della mia gastroscopia:
ESOFAGO: Regolare per calibro,peristalsi e rilievo mucoso fino al terzo medio. Al terzo distale sono presenti erosioni non confluenti.
CARDIAS:giunto esofageo gastrico(linea Z) risalito di 3 cm rispetto all'impronta dei pilastri diaframmatici posti a42 cm dall'ad.Jato diaframmatico beante.
STOMACO:cavità gastrica ben distendibilecon discreta quantità di succo limpido chiaro. Fondo e corpo con mucosa gastrica iperemica. Pliche gastriche ben distendibili. In retroversione non sono evidenti lesioni sottocardiali. Pareti antrali plastiche con mucosa iperemica. Piloro regolare plastico.
DUODENO:bulbo e seconda porzione duodenali regolari.
Che mi dite devo preoccuparmi. Attendo l'esame istologico....
Vi rangrazio di cuore anticipatamente.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,5k 2,1k 88
Nola di preoccupante. Si tratta di un'enia iatale con esifagite da trattare con farmaci antisecretivi. Quali sono i suoi sintomi ?


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dott. Cosentino per la celere risposta. Sento dei bruciori a livello del tubo digerente,eruttazioni anche stomaco vuoto e a volte sensazione di nausea. Posso stare tranquillo circa la refertazione istologica che mi verrá consegnata tra 20 giorni o devo temere qualche sorpresa? Ora sto assumendo una compressa di Pantoprazolo alla mattina prima di colazione, é corretta la terapia? Grazie ancora e buona giornata.
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,5k 2,1k 88
Ok per la terapia e non vedo motivi di preoccupazione sull'esito istologico.


Saluti

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dott. Cosentino la ringrazio nuovamente. Un ultima domanda: Questa ernia w questa esofagite possono dare qualche disturbo a livello cardiologico o pneumologico?
La saluto...le scriveró quando avró l'esito istologico dell'esame. Buona serata e grazie ancora.
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,5k 2,1k 88
Certamente. A livello cardiologico si possono avere reazioni "benigne" (tachicardie, extrasistoli, ecc.) mentre si possono avere conseguenza anche importanti a livello respiratorio come laringite, bronchite, broncopolmonite. Ovviamente per gravi reflussi.


[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve..dopo qualche mese vi invio il referto dell'esame istologico: Campioni di mucosa gastrica dell'area di transizione ossintico-antrale e del corpo gastrico esenti da alterazioni istologiche. Campioni di mucosa esofagea con flogosi cronica aspecifica della lamina propria (++-) , iperplasia del compartimento proliferativo ed esocitosi granulocitaria (+++) dell'epitelio pavimentoso. Tessuto necrotico-flogistico come da fondo da ulcera. Quadro morfologico compatibile con esofagite erosiva. Negativa l'identificazione di helicobacter pilory. Cosa mi dite? Il mio medico mi ha consigliato una terapia prolungata con IPP. (pantoprazolo). Ma per quanto tempo secondo voi? Sarebbe utile ripetere una gastroscopia a distanza? Se si...tra quanto? Grazie ancora per la disponibilità.
[#7]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,5k 2,1k 88
Non é necessario ripetere la gastroscopia e la terapia andrebbe mantenuta almeno per un paio di mesi. Poi si valuteranno gli eventuali sintomi alla sospensione per decidere se riprendere il farmaco...

[#8]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dott. Cosentino per la sua gentilezza e disponibilità. Veramente la mia terapia é iniziata 7 mesi fa e sta ancora continuando anche in assenza di sintomi. A questo punto allora é meglio fermarsi! Ci sono controindicazioni particolari nell'utilizzo del pantoprazolo a lungo termine? Grazie ancora.
[#9]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,5k 2,1k 88
Allora mi fermerei con la terapia. Non ci sono controidicazioni al trattamento a lungo termine con gli IPP se questi sono realmente indicati.

[#10]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio nuovamente. Buona giornata.
[#11]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,5k 2,1k 88
Di nulla ed auguroni.

[#12]
dopo
Utente
Utente
Gentili medici, buonasera! Mi rivolgo a voi per un semplice parere poiché a circa un mese dalla sospensione del pantoprazolo la situazione è tornata con gli stessi disturbi iniziali di 10 mesi fá (acidità e bruciori a livello esofageo ). Ho cercato di modificare l'alimentazione oltretutto! In attesa di tornare dal medico curante volevo chiedervi: é utile riprendere la terapia ? Non è che per caso saró costretto a prenderlo per anni e diventare così dipendente? Grazie mille per l'interessamento!
[#13]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,5k 2,1k 88
E' utile riprendere la terapia ed è difficile sapere se ne ha necessità per lunghi periodi.

Lo si valuterà nel tempo ....



[#14]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio ancora. Proverò ad effettuare un'altra sospensione della terapia a distanza di tempo e poi vedremo! Buona serata.
[#15]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,5k 2,1k 88
Molto bene. A risentirci.



Felice Cosentino - Milano

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio