Reflusso gastroesofageo persistente

Buongiorno, a novembre ho eseguito una gastroscopia per degli episodi di nausea che mi portavo dietro ormai da diversi mesi.
Risultato: gastrite cronica non attiva, cardias beante ed esofagite di grado A derivante da reflusso.
No presenza di HB.

Il medico mi prescrive lucen 40 mg 1 compressa al giorno e gaviscon dopo i pasti.

Il primo mese di terapia sto molto bene, ma dai primi di gennaio il reflusso peggiora, anche più rispetto a prima che iniziassi la cura, tanto che inizio ad avere dolore in circa due punti dell'esofago, quasi come se fossero presenti delle lame.
Tutto ciò accompagnato da una sensazione di nodo in gola e corpo estraneo giù nella gola.
Diciamo che tendenzialmente questi episodi di reflusso e dolore li ho dopo pranzo e dopo cena.

Il medico allora cambia i farmaci, mi vengono prescritti pantoprazolo 40 mg 2 compresse al giorno per 15 giorni, poi solo 1 cp da 40 mg e marial dopo i pasti.

La situazione non sembra essere migliorata, quando non ho dolore molto forte all'esofago avverto comunque un leggero fastidio nei soliti due punti dell'esofago.
Come è possibile che nessun farmaco abbia effetto nei confronti del reflusso?
Avete qualche consiglio?
Premetto che sto seguendo una dieta piuttosto rigida per combattere il reflusso, ma indipendentemente da cosa mangio, esso si presenta.

Grazie mille in anticipo
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,5k 216
Rifarei la prima terapia che era stata prescritta : quella aveva avuto effetto. Non la sospenda troppo presto.

Prof. alberto tittobello

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottor Tittobello, mi scusi ma forse mi sono spiegato male. I farmaci sono stati cambiati perché assumendo lumen 40 mg sono stato bene solo il primo mese (dicembre), successivamente sono stato male per due mesi (gennaio e febbraio), il farmaco non stava più funzionando, per questo è stato cambiato a marzo con il pantoprazolo.

Cordialmente
[#3]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,5k 216
Capisco, ma non c ' è di meglio, se non aumentare le dosi del prodotto antiacido.

Prof. alberto tittobello

[#4]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,5k 216
Può aggiungere i prodotti a base di alginato e bicarbonato.

Prof. alberto tittobello

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio