Sangue nelle feci

Buongiorno gentili dottori, sono un ragazzo di 39 anni leggermente in sovrappeso e molto ansioso... Faccio un lavoro che mi fa trascorrere molto tempo seduto e ammetto che la mia alimentazione non è delle migliori.
Circa 4 anni fa notai sangue sulla carta igienica e dopo episodi di diarrea notai sanguea anche nell'acqua del water.
Andai da una gastroenterologa anche per alcuni fastidi che sentivo all'addome e mi disse che avevo la sindrome dell'intestino irritabile, mi prescrisse ricerca del sangue occulto nelle feci e helycobatter che furono negativi, quindi mi disse che il sangue era dovuto a emorroidi e che per la mia giovane età non avrei dovuto eseguire colonscopia.
In questi anni ogni tanto trovavo sangue nelle feci soprattutto durante i cambi di stagione, ma a marzo ho deciso di rivolgermi ad un proctologo che mi ha visitato e nel referto scriveva "all'ispezione della regione anale si evidenzia nodulo emorroidario esterno, non trombizzato ne dolente.
All' Ispezione digito rettale si apprezza congestione dell'anello emorrodario interno, no masse palpabili, feci normocromiche al dito esploratore".
Mi prescrive: Proctolyn per 1 sett, asacol supposte per 2 sett, daflon 6 cp i primi 3 giorni, poi 4 per altri 3, poi 2 per 10 giorni.
Il sangue sembrava non uscire più, ma dopo 10 giorni dalla fine della cura, in concomitanza con la morte inaspettata di mio padre (Covid) eccolo di nuovo.
Trovo sangue nel water che colora l'acqua di rosso o solo gocce sulla tazza una volta ogni 3-4 giorni.
Il giorno 11 maggio ho la colonscopia che il dottore mi aveva prescritto dicendomi che quando si trova sangue è la prassi ma che sicuramente non evidenzierà niente di serio, ma ho paura che possa uscire qualcosa di molto brutto.
Quando vedo il sangue sto malissimo e mi sale un senso di tristezza indescrivibile, come oggi.
La mia domanda è: voi credete che il tipo di sanguinamento che vi ho descritto sia compatibile con una patologia emorroidaria?
In questi giorni vivo come se fosse sicuro che dalla colonscopia uscirà una neoplasia.
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 23,9k 938 12
Statisticamente penserei ad un problema emorroidario.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dott. Bacosi, grazie per la risposta. Per "statisticamente" si riferisce alla mia età? oppure al cadenza con la quale trovo il sangue. Inoltre visto che l'acqua del water spesso diventa rossa, penso ad un sanguinamento abbondante, volevo chiederle se i polipi o le neoplasie sanguinano in modo così visibile. Infine aggiungo che non ho mai sofferto di stipsi, ma che le mie feci non hanno mai aspetto cilindrico perfetto, ma potrebbero collocarsi tra il tipo 5 o 6 della scala bristol. Infine alla prima dott.ssa che mi visitò 4 anni fa dissi che mio nonn è morto di tumore all'intestino a 85 anni, ma lei mi disse che bisognava prendere in considerazione solo i parenti di primo grado, è giusto?
Grazie ancora
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 23,9k 938 12
Statisticamente riferito ad età e durata del sintomo.
Vista la familiarità farei, comunque, una colonscopia.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, farò la colonscopia il giorno 11.
Grazie ancora

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio