Gastroenterite iperemica e reflusso biliare

Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 24 anni, mai avuto problemi di stomaco di alcun tipo fino a 2 mesi fa, ovvero marzo 2021 dove accusai senso di pienezza di stomaco e bruciore.
Mi sono rivolto quindi al medico di famiglia che mi ha prescritto pantoprazolo 20mg per 10 giorni.
Sintomi spariti, interrompo dopo 10 giorni ed ecco che riappaiono assieme a eruttazioni frequenti così riprendo il pantoprazolo assieme a riopan in pastiglie ma niente, dopo un mese i sintomi si attenuano ma persiste questa "uggia" nella zona epigastrica assieme a eruttazioni e mi sono impaurito così tanto da dormire male la notte e svegliarmi con la stretta allo stomaco.
A questo punto faccio gastroscopia che rileva quanto segue

Esofago regolare
Cardias in sede beante (nonostante non ho mai sofferto di reflusso)
Lago gastrico con abbondante bile
Mucosa gastrica iperemica
Piloro pervio, regolare il bulbo e DII
Diagnosi: Gastropatia Iperemica. Reflusso Biliare. Incontinenza Cardiale

Eseguita biopsia per HP risultata negativa.

Ho eseguito anche le analisi del sangue e delle urine risultate entrambe nella norma.

La gastroenterologa che mi ha eseguito la Gastroscopia mi ha prescritto Perido Natural Forte 1cp 15min prima di pranzo e cena + Gaviscon Advance stick 20min dopo pranzo e cena.

Ora vorrei chiedervi gentili dottori delucidazioni sulla mia diagnosi e se secondo voi la cura è appropriata per il mio problema
oltre a questo se è normale che dopo 2 mesi abbia ancora questa "uggia" continua e se mai sparirà questo reflusso biliare.
Questo problema mi sta causando problemi di ansia (nonostante non ne abbia mai avuti) perchè ho paura di doverci convivere senza mai stare bene come prima infatti ho dovuto farmi prescrivere dello xanax per stare calmo.

Grazie in anticipo e scusatemi se mi sono dilungato troppo.
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 24,8k 615 346
Consideri un'ecografia epatobiliare per escludere una colelitiasi.
Controlli l' ansia eventualmente seguendo le indicazioni di uno specialista.
Segua le indicazioni terapeutiche ricevute.
Prego.

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio