Trattamento ripetuto normix oppure alternare con bimixin

Buonasera, a seguito di assunzione di ppi ho subito un pesante rigonfiamento della pancia con irritabilità, iperattività e crampi da non permettermi di dormire.

Ho effettuato un ciclo di 3cpr 6 gironi di normix che ha in breve tempo risolto tutti i sintomi, successivamente ripetuto due giorni di ppi cambiando formulazione passando da pantoprazolo a esomprazolo sperando non comparissero gli stessi effetti collaterali, è successa la medesima cosa è allora mi è stato detto di ripetere il trattamento con normix 3cpr 6 giorni a distanza di 10 giorni dal primo ciclo.

Ora a distanza di 2 settimane è successa la medesima cosa con omeprazolo con sintomi di gonfiore e crampi talmente forti da tenermi sveglio la notte da ormai due notti, ora il medico mi ha consigliato di sostituire normix con bimixin per trattare la disbiosi/sibo indotta da ppi, ma preferivo avere anche un vostro parere per capire cosa è meglio fare, sicuramente abbandonerò per sempre i ppi, che mi causano più problemi di quelli che risolvono.
Conviene ripetere un ciclo di normix oppure sostituire con bimixin per evitare resistenza all’antibiotico?
Purtroppo con i soli probioticI e dieta attenta i crampi e gonfiore indotti da ppi non migliorano per nulla.

Ha senso pensare che produca già poco acido e I dunque gli antiacidi mi creino questi problemi?
O è più probabile una intolleranza a questi farmaci?

Grazie e buona serata.
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 24k 940 12
Intolleranza e non disbiosi.
Eviterei antibiotici (scelta, in questo caso, fantasiosa).
Eventualmente assuma fermenti lattici per 4 settimane.
Cordiali saluti

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Il problema era proprio che dopo 10 giorni di fermenti lattici non erano migliorati i sintomi e il curante aveva optato per qualcosa di più forte per poter risolvere gonfiore e crampi.
L’utilizzo ripetuto di Rifaximina porta a resistenza microbica o, nel caso non risolvessi ancora con i fermenti anche questa volta, potrei ripetere la terapia con normix?
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 24k 940 12
Io il normix non glielo darei.
I disturbi sono effetti collaterali

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4]
dopo
Utente
Utente
La capisco e sarei ben felice di evitare farmaci io stesso, ma sono già 3 notti che non dormo per il dolore e lavorare in queste condizioni diventa impossibile. Mi conferma nel caso che è possibile effettuare più cicli con normix senza andare incontro a resistenza antibiotica?
Cordiali saluti
[#5]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 24k 940 12
Impossibile confermare una cosa del genere.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio