x

x

Temo di aver ingerito qualche sostanza disciolta nella bottiglia d'acqua

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Buongiorno.


Oggi durante il pranzo (con spezie) ho aperto una bottiglia di acqua sigillata in vetro e ne ho bevuto uno o due bicchieri senza notare nulla di anomalo ne nell'aroma ne nel gusto.
Avvicinando al volto la bottiglia per versarne un altro bicchiere, mi è parso di sentire un odore anomalo provenire dall'interno della bottiglia stessa, un odore molto leggero riconducibile forse al "ferro" tanto che annusando la bottiglia ho fatto fatica a percepirlo nuovamente.
Ho chiesto quindi a una persona terza di annusare la bottiglia e ad essa è parso un odore di disinfettante, forse addirittura ammoniaca, ma molto debole da percepire e identificare, magari un residuo di qualcosa utilizzato nella pulitura industriale della bottiglia.
Non avendo sintomi e perplessi sul fatto che l'acqua non aveva un gusto anomalo, abbiamo comunque gettato l'acqua e aperto un'altra bottiglia.


Una mezz'oretta dopo il pasto ho iniziato a provare dei disturbi da classico reflusso, il classico bruciore da acido gastrico che risale con dei piccoli "singhiozzi".
A distanza di 3 ore, ingerendo del pane per merenda, posso dire che il bruciore nella parte finale della deglutizione è per ora ancora persistente, ma non eccede nell'intensità (per intenderci se non avessi il dubbio dell'acqua, non penserei a nulla di importante e penserei solo alla spezia presente nel pasto).


La mia domanda è la seguente: se non fosse solo una coincidenza dovuta alla spezia presente nella pietanza e l'acqua fosse stata davvero contaminata, i miei sintomi sarebbero stati peggiori?
Cercando risposte in internet ho trovato riferimenti a disturbi molto più rilevanti, quindi data la mia sintomatologia posso evitare di allarmarmi?
Bruciore all'esofago a parte mi sento bene, ci sono dei sintomi che se compaiono mi consiglierebbero eventualmente un controllo?


Insomma, non vorrei che il tutto sia ora puramente psicologico.


Grazie
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26,4k 1k 13
Ci dovrebbe anche dire a che tipo di sostanza, ipoteticamente, fare riferimento.
Bottiglia sigillata.......
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Potendo basarmi solo sul mio olfatto e partendo dal presupposto che la bottiglia di vetro sigillata non si può manomettere con dolo come quelle di plastica, l'idea che ho avuto nell'esatto momento in cui ho sentito quell'odore è stata la presenza di sapone o disinfettante, magari un residuo del processo di pulitura delle bottiglie col vetro a rendere, cosa che non ho nemmeno idea di come si faccia (ma questa è la prima cosa che la mia mente ha evocato percependo l'odore).

Mi pare abbastanza evidente che date le circostanze, è davvero difficile che ci possa essere stato qualcosa di particolarmente nocivo nella bottiglia, ma data la coincidenza di questo accadimento con la comparsa del reflusso (tutt'ora presente, cosa di cui abitualmente non soffro) volevo sapere se era giusto pensare di star "tranquillo che se ci fosse stato qualcosa di importante, avrei avuto ben altri sintomi" oppure se non era così scontato e avrei dovuto fare particolare attenzione a qualche altro sintomo nelle prossime ore.
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26,4k 1k 13
Pranzo con spezie......
Potrebbe essere il motivo del reflusso!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4]
dopo
Utente
Utente
A quanto intuisco esclude seri problemi e ciò mi tranquillizza. Grazie mille