Pillola e gonfiore pelvico

Gentili dottori
assumo la pillola da quasi tre mesi e ho notato uno strano gonfiore nell'area del basso ventre, che non è adipe quindi non è dovuto a ritenzione di liquidi ecc. ma è proprio come se avessi qualcosa come dell'aria all'interno del bacino.Vorrei sapere se può essere correlato alla pillola.
Non nascondo ,con un pò di vergogna,che una parte di me un pò irrazionale sospetta che possa trattarsi di una gravidanza ,nonostante le mie conoscenze anatomiche e fisiologiche siano molto approfondite, e tutti gli eventi portano a escludere questa possibilità (non ho ritardi amenorree ecc)
la ginecologa alla quale mi sono rivolta per avere dei chiarimenti ha adirittura ironizzato sulla cosa con battutine quasi di cattivo gusto,della serie "spirito santo e co."per farla breve, non è stata molto "tranquillizante".
Ho pensato alla gravidanza perché qualche mese fa nonostante fossi a conoscenza dei rischi che si corrono, ho "ceduto" alle pressioni del mio ragazzo che non voleva avere rapporti con il preservativo,e dato che io ero contraria a prendere la pillola abbiamo trovato un "compromesso" nel coito interrotto.scelta incosciente e deplorevole.
Dunque nel mese di febbraio abbiamo avuto questi rapporti non protetti ,anche nel periodo della possibile ovulazione ,ma senza che questi venissero "portati a termine" , e a seguito di un ritardo di pochi giorni , in preda al panico ho fatto un test di gravidanza risultato però negativo, e all'arrivo del ciclo ho deciso di iniziare ad assumere Minulet(prescrittami dal medico di famiglia).Il primo ciclo dopo la fine del blister di Minulet è stato insolitamente abbondante e doloroso.Comunque i rapporti che ho avuto col mio ragazzo mentre prendevo la pillola sono sempre stati interrotti prima dell'eiaculazione tranne uno verso la fine del primo blister che invece è stato completo. ho continuato l'assunzione della pillola in modo preciso e regolare, e ho avuto di nuovo il ciclo alla fine del secondo blister,sempre abbastanza abbondante rispetto al solito,anche un pò doloroso, e ho subito iniziato ad assumere Yasminelle su consiglio della ginecologa perché è più leggera di Minulet.Adesso è passata circa una settimana dall'innizio del blister di Yasminelle e il gonfiore pelvico non accenna a scomparire, anzi a me pare che aumenti. però la ginecologa che mi ha visitata non ha riscontrato nulla di anomalo se non una cervicite e delle perdite talmente abbondanti da dover rimandare il pap test e il controllo del collo dell'utero a quando avrò finito la cura con il Meclon che mi ha prescritto.Lei però non ha l'ecografo e non avendomi prescritto alcun esame/ecografia per il gonfiore, non è che mi abbia rassicurata più di tanto.
Cosa potrei fare per stare più tranquilla?
E' il caso di fare le betaHCG in laboratorio o ormai sarebbe troppo tardi? Un'ecografia? O potrebbe essere un disturbo di altra natura?
Forse mi sto fissando troppo,scusate, ma sono molto preoccupata.
Grazie per l'attenzione e il servizio offerto
[#1]
Dr. Marcello Sergio Ginecologo 14,7k 309 185
Ritengo che per escludere qualsiasi dubbio sia opportuno eseguire un'ecografia transvaginale per controllare utero e ovaie. Se assume correttamente la pillola non vi sono rischi di gravidanza
Saluti

Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore.
i miei dubbi sono dovuti all'aver letto su internet di donne che hanno scoperto di essere incinte nonostante avesse il ciclo regolarmente come tutti gli altri mesi.
L'ecografia quindi dovrei farla per assicurarmi che non ci siano altri problemi?
[#3]
Dr. Marcello Sergio Ginecologo 14,7k 309 185
Certamente, per controllare utero e ovaie e quindi escludere altri problemi
Saluti

Gli anticoncezionali: metodi ormonali, di barriera o intrauterini, come scegliere il contraccettivo giusto? Quando ricorrere alla contraccezione d'emergenza?

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test