Attivo dal 2011 al 2012
Gentili dottori,
approfittando della vostra disponibilità vi pongo un quesito, che mi rendo conto possa sembrare banale.
Essendo in amenorrea da molto tempo (un anno ormai) non posso valutare se/quando ovulo.
Ho sempre rapporti protetti ma, non vedendo mai il ciclo, sono spesso preda di ansie causate da una possibile gravidanza, assolutamente indesiderata.
Ora, l'unico comportamento per così dire "a rischio" sta nella possibilità che le mani mie o del partner possano essere sporche di liquido pre eiaculatorio (causa petting), e che le stesse vadano poi a toccare il preservativo.
Volevo sapere se fosse possibile l'instaurarsi di una gravidanza in questo modo.
Mi rendo conto che la domanda può sembrare stupida, ma questa situazione mi stressa davvero molto (i test di gravidanza fatti in questi mesi non si contano più).
Aggiungo che dalle analisi risultano valori molto elevati (circa 2 punti oltre il range) di androstenedione, non so se questo possa in qualche modo interferire con la probabilità che io ovuli.
Un grazie in anticipo

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
L'Androstenedione Delta-4 è un precursore surrenalico degli Androgeni.
Il suo elevato valore, indica un blocco enzimatico, probabilmente congenito, a livello delle reazioni biochmiche che hanno luogo in questi organi.
Sarebbe il caso di indagare con altri esami (dosaggio dei 17Keto-steroidi urinari nelle 24 ore, dosaggio degli 11-OH steroidi urinari nelle 24 ore ecc.) a quale livello, probabilmente, vi sia il blocco enzimatico e tentare, se vi fosse, una terapia di supporto o di sostituzione.

Per la Sua amenorrea secondaria, ha mai eseguito test di stimolo (GnRH, TRH, ACTH, Clomifene, Gonadotropine) con prelievi mirati? Le è stata mai posta una diagnosi dfinitiva sulla tipologia dell'Amenorrea? Personalmente approfondirei molto questa questione. Una Amenorrea può essere causa od effetto di una mancanza cronica di ovulazione cui si associa sterilità di ordine endocrino che DEVE assolutamente, vista la Sua giovanissima età, cercare di risolvere e di approfondire.

Si affidi, per la parte Ginecologica, ad un Collega esperto in Endocrinologia Ginecologica della Sua città. Essendo Lei di Milano non troverà difficoltà a trovare qualcuno che possa seguirLa in questo iter diagnostico e terapeutico.
Ricordo come a Milano il Prof. Crosignani fosse stato il fondatore di una famosa ed illustre Scuola di Endocrinologia Ginecologica. Può chiedere chi continua, oggi, la Sua opera, per esempio.

Riguardo alla questione dell'incremento dei valori del Delta4Androstenedione, Le consiglio di postare una richiesta in tal senso nell'area dell'ENDOCRINOLOGIA del sito, dove troverà valenti ed esperti Colleghi che potranno, meglio di me, aiutarLa nel risolvere questo problema.

Venendo alla possibilità di una gravidanza, la negatività dei tests, fa testo (mi scusi il bisticcio di parole); d'altro cnato, probabilmente l'anomalia endocrinologica che Lei si porta dietro, che Le causa Amenorrea secondari, inficia direttamente la sua capacità di restare in attesa, come Le scrivevo sopra.

Per cui si dia da fare con questi consulti quanto prima.

Poi, se vorrà, me ne riparlerà su queste pagine.


Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Gentile dottor Santoro,
intanto la ringrazio moltissimo per la risposta.
Riguardo la mia amenorrea le fornisco qualche dato in più:
menarca a 12 anni, pillola a 17, sospesa a 19... da allora un solo ciclo spontaneo a un mese dall'interruzione (dall'interruzione a oggi è passato poco più di un anno).
La pillola (yasminelle) è stata assunta solo per ragioni anticoncezionali, non c'erano irregolarità nel ciclo (28 giorni) prima dell'assunzione.
Nel momento in cui ho interrotto l'assunzione ho avuto un cospicuo aumento di peso (circa 8 kg) nel giro di pochissimo tempo (2 mesi circa) passando da 58 a 67 kg (sono alta 174).
Preciso che la mia alimentazione non ha subito cambiamenti sostanziali, e che comunque non ho mai avuto grossi problemi di peso, anche in periodi dove causa stress mangiavo anche decisamente più del dovuto non ho mai preso più di 2 MASSIMO 3 kg.
Preciso che tutto il grasso si era concentrato nella parte superiore del corpo (non so se questo possa fornire qualche indicazione).
Ho inoltre avuto una cospicua esplosione di acne (mai avuto un brufolo in vita mia).. e mi sembra di perdere una discreta quantità di capelli.

Ho fatto tutti gli esami ormonali del caso, le riporto i valori
TSH 2.03
FT3 3.3
FT4 1.1
DHEA SOLFATO 278
PROLATTINA 11
TESTOSTERONE 0.65
ANDROSTENEDIONE 5.33 (MAX 3.3) unico valore fuori range

PROGESTERONE 0.7
ESTRADIOLO 15
LH 2,5
FSH 5,8
GLUCOSIO 76

Purtroppo i primi esami che le riporto sono stati effettuati ad Agosto, mentre quelli del secondo gruppo risalgono a maggio (prescritti da due ginecologi diversi, ne sto girando un po'...), sono stati fatti entrambi in piena amenorrea.
Al momento il peso è tornato nella norma... circa 61 , 62 kg.
Ho sempre eseguito ecografie transvaginali e non mi è mai stato fatto presente nulla riguardo ad eventuali problemi alle ovaie.
Cambiando ginecologo ( il mio diceva che l'amenorrea non dava problemi particolari) mi è invece stato detto che risultano avere aspetto policistico... ma non so se questa può essere una causa o una conseguenza, visto che la visita in questione è stata fatta dopo un anno di amenorrea, quindi la presenza di follicoli non scoppiati potrebbe forse essere normale (?!).
Fatto sta che questo ginecologo propendeva per la diagnosi di ovaio policistico, e voleva prescrivermi diane. (in questi mesi i problemi di acne si sono parzialmente risolti, preciso)
Un terzo ginecologo ha parlato invece di amenorrea ipotalamica (non c'è inversione lh fsh...).
Aggiungo che durante questo periodo mi è stato indotto una volta un ciclo con menovis, ho avuto la mestruazione.

Mi scuso per essermi dilungata tanto

Per il discorso gravidanza la mia era una domanda più generale, non mi riferivo ad un episodio preciso, ma mi chiedevo se questo poteva considerarsi un comportamento a rischio.. appunto per poter escludere anche l'eventualità e poter evitare di fare test di gravidanza ogni 2 settimane :)


La ringrazio moltissimo per la disponibilità

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
L'accumulo di grasso nella metà superiore del corpo insieme ad un incremento del Delta $ Androstenedione indirizza ancora di più su di una patologia surrenalica. Lei ha eseguito ben pochi, pochissimi esami ormonali per chiarire al meglio la Sua situazione che, ripeto, va, invece, chiarita fino in fondo se vuole avere una normale vita riproduttiva.
Credo che la policistosi ovarica, qualora vi fosse, possa essere una forma secondaria ad anomalia surrenalica (policistosi ovarica secondaria), per cui Le rinnovo l'invito a recarsi presso un ambulatorio, semmai universitario, di endocrinologia ginecologica per affrontare anche con tests dinamici il Suo stato.

E' perentorio.


Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
La ringrazio per avermi risposto nuovamente.
Ho già prenotato una visita endocrinologica, ma come potrà immaginare i tempi di attesa sono lunghissimi.
Nel frattempo mi sono stati prescritti questi esami, da effettuare tra il 20 e il 24 giorno del ciclo:
fsh
lh
prolattina
estradiolo
progesterone
testosterone
dhea
dhea solfato

crede che tramite questi esami si possa discriminare tra causa ovaie / surrene?

come mai non mi viene chiesto di ridosare l'androstenedione a suo parere?

Vorrei riuscire a fare tutti gli esami necessari durante un solo ciclo, poichè ovviamente devo indurlo con iniezioni di menovis, che mi provocano alcuni fastidi.

Un ultima domanda: se ci fosse un problema a livello del surrene non dovrebbe essere alterato anche il valore di dhea s, che invece risulta nella norma?

grazie ancora per l'aiuto che mi sta dando

[#5]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Credo vi sia un'anomalia enzimatica congenita a carico delle vie metaboliche del surrene. Non credo che l'esecuzione di esami non dinamici porterà ad un inquadramento diagnostico specifico. Attendiamo il responso dell'endocrinolgo. Nel frattempo esegua un'ecografia della ghiandola surrenalica.


Saluti
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Seguirò i suoi consigli.

La ringrazio moltissimo, è stato molto gentile!

[#7] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Gentile Dottor Santoro, volevo aggiornarla riguardo alla mia situazione.
Dopo aver indotto il ciclo con un iniezione di estroprogestinico, ho effettuato i seguenti esami, al 21 giorno del ciclo:

fsh 6,7

follicolare 3-8
picco 2-16
luteale 1,5-5,5


lh 7,38

follicolare 2,4-6,6
picco 9-74
luteale 0,9-9

prolattina 12 (2-29)

progesterone 5,61
follicolare 0,6-2,8
picco luteale 11,8-24,5
luteale media 3,8-21


testosterone 0,5 (0,14-0,9)

androstenedione 5 (0,3-3,3)

17b estradiolo 18
follicolare 21-251
picco 38-649
luteale21-312
menopausa fino a 28

dhea 6 (1,3-9,8)

dheas 463 (134-407)

Il ginecologo dopo aver visto gli esami ha attribuito la mia amenorrea a un leggero ovaio policistico, prescrivendomi nuovamente la pillola (yaz).
Mi ha detto inoltre che probabilmente il ciclo si presenterà spontaneamente questo mese, ma a 15 giorni dagli esami ancora niente.
Approfittando della gentilezza da Lei dimostrata nei precedenti consulti, mi piacerebbe avere un Suo parere a riguardo.

Cordiali Saluti

[#8]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La scarsa produzione di estradiolo (18 pg/ml) la dice lunga sulla formazione di una quota necessariamente sufficiente di endometrio che permette il flusso mestruale: siamo a livelli molto bassi per una donna giovane ed in età fertile.

La produzione tanto bassa di estradiolo in fase luteale, non permette, infatti, all'endometrio una crescita sufficiente nè una delaminazione successiva ad una riduzione della produzione ormonale quale si ha nell'immediato periodo pre-mestruale.

D'altro canto, restano elevati gli androgeni (delta 4 e DHEAS) sottoforma di precursori.

La normalità del testosterone indica una buona trasformazione (e normale) dei precursori nell'ormone maschile principe ed è, questo, un fatto, per Lei positivo che non si traduce in una serie di sintomi che avrebbe avuto se lo steroide fosse stato elevato (sintomi legati ad un iperandrogenismo).

Riprendere la pillola è una scelta "cosmetica" (con l'obiettivo, cioè, di farla mestruare e basta) che non risolve il problema alla radice.

Resto, quindi, della mia idea:

a) eco surrenalica
b) tests dinamici su indicazione dell'endocrinologo tesi ad evidenziare un'anomalia metabolica, probabilmente congenita sulla via biochimica di formazione degli androgeni precursoriali del surrene.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#9] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
A dire la verità qualche problema causato dall'eccesso di androgeni c'è stato (peluria e acne), anche se niente di gravissimo.
La diagnosi di ovaio policistico è stata posta anche basandosi sul rapporto "alterato" tra lh e fsh.
Mi è anche stato detto che non esiste un modo per risolvere questo problema e che l'unica cosa da fare, anche per eliminare il problema della peluria, sarebbe continuare con la pillola fino a che non sarò in cerca di una gravidanza.
Mi è anche stato detto che, a quanto risulta dagli esami, questo ciclo è stato ovulatorio, Lei è d'accordo?
In conclusione, quindi, Lei crede che la causa dell'amenorrea sia un'altra rispetto alla policistosi ovarica?
Correggendo un'eventuale deficit enzimatico congenito (e credo quindi abbassando i valori del dheas) crede che il ciclo potrebbe ripresentarsi spontaneamente?
A cosa crede si possa attribuire un valore così basso di estradiolo?
Mi scuso per le tante domande
Cordiali Saluti

[#10]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La diagnosi di policistosi ovarica è: clinica, ecografica ed ormonale.
Il ciclo cui gli esami si riferiscono è stato monitorato solo in un giorno: troppo poco per trarre conclusioni di ogni tipo...specie riguardo l'ovulazione che dovrebbe essere diagnosticata sia sul piano ecografico sia su quello ormonale (ma quello ecografico ha la valenza più concreta) e comunque...no. Lei non dovrebbe aver ovulato: la testimonianza è l'estradiolo molto basso.
Se vi fosse un difict enzimatico a carico del corticosurrene una terapia specifica potrebbe risultare certo molto migliorativa in tutti i sensi. I risultati, poi, della stessa, andrebbero valutati ed eventualmente si procederebbe ad un cambiamento od integrazione.

Ma senza questi dati, come capirà certamente, ogni previsione è sempre e comunque azzardata.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#11] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Dottore La ringrazio, è stato molto chiaro.
Un'ultima domanda: cosa vuol dire un valore di progesterone così alto (nel range della fase luteale) se a 20 giorni dalle analisi non ho ancora avuto il ciclo?
Se non avessi ovulato non dovrei avere valori da fase follicolare?

Grazie mille

[#12]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Evitando spiegazioni troppo tecnicistiche, dirò che i valori del Progesterone non sono di per sè sempre e comunque indicativi di avvenuta ovulazione, potendosi verificare la luteinizzazione follicolare senza rottura del follicolo (LUF syndrome).

Si concentri, invece, su quanto detto precedentemente.
Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#13] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Grazie mille dottore.