Utente
Salve,
Ho 29 anni e da poco ho scoperto di essere nuovamente in attesa. La data delle ultime mestruazioni è il 7/6/2012 e i miei cicli durano, in genere, circa 30-31 giorni. Prime beta il 16/7 con valore 1955. Seconde beta 21/7 con valore 4800. Dalla prima eco il 19/7 si è evidenziata soltanto la camera gestazionale. Alla seconda eco effettuata oggi pomeriggio è stato rilevato un abbozzo dell'embrione di 3,2 mm( ma non ancora il battito) e una camera gestazionale cresciuta ma di forma allungata. Sto assumendo progeffik 200 e da questa sera anche spasmex compresse ( ogni 12 ore ). La mia ginecologa asserisce che sia necessario monitorare la camera per vedere se torna ad essere tondeggiante, senza sbilanciarsi nell'espormi motivazioni e cause di tale situazione. Ritiene inoltre che l'epoca gestazionale non corrisponda alle settimane di amenorrea: 5+6 contro 6+5. Se ciò fosse, mi ha spiegato che il quadro evidenziato sarebbe più che normale. Inutile dire che sono non poco preoccupata! La mia ginecologa mi ha detto semplicemente di attendere e controllare l'evolversi della situazione.
Ma, mi domando, cosa potrebbe comportare questa forma allungata della camera? Posso stare tranquilla, credendo sia così perché in via di sviluppo, oppure sono a rischio aborto? Il 26 o 27/7 devo ripetere le beta, di quanto dovrebbero essere aumentate per scongiurare brutte conseguenze? La settimana prossima, in ogni caso, avrò nuovamente la visita.
Faccio presente che non ho mai avuto un aborto spontaneo e che la mia prima gravidanza, 6 anni fa, si è conclusa felicemente senza troppi intoppi.
Ringrazio anticipatamente chi voglia , gentilmente, darmi un parere in merito perché so che sarà una settimana davvero lunga e piena di dubbi e paure...
Grazie ancora

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Le rispondo molto in ritardo dal momento del Suo consulto.
A questo punto mi aggiorni Lei sull'andamento (se vuole) della Sua gravidanza attuale.
Ovviamente, a distanza di così tanto tempo, è Lei a dovermi dare, se crede, notizie più aggiornate della sua situazione clinica. Le risponderò.

Saluti ed auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente

Salve dottore,
Innanzitutto la ringrazio per la sua cortese risposta. Purtroppo l'epilogo non è stato quello desiderato: le beta hanno continuato a crescere seppur di poco e durante l'ecografia, a 7w5d, camera ed embrione corrispondevano ancora a 5w6d. Ovviamente è stata rilevata l'assenza del battito cardiaco e ad 8w, il 1 agosto, ho dovuto effettuare lo svuotamento della cavità uterina tramite raschiamento. Le beta, dopo una settimana dall'intervento, da 7000 sono scese a 174. Le perdite sono state brevi e scarse ( ora ho soltanto qualche macchia marrone...credo sia normale ).
Ho fatto un controllo dopo 8 giorni dal quale è risultato un utero pulito ma ancora leggermente ingrandito. Mi è stato detto di aspettare il primo ciclo e magari un secondo per ripartire con la ricerca, ma solo dopo aver verificato, con un tampone, l'assenza di eventuali infezioni.
Il mio dubbio, in questi giorni, è se questo aborto ritenuto possa essere imputabile agli anticorpi tiroidei elevati i quali però non hanno intaccato la funzionalità della ghiandola.
Dovrei seguire qualche cura preventiva?

La ringrazio anticipatamente per la sua cortese attenzione.
Distinti Saluti.

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Personalmente avrei consigliato un'attesa senza gravidanza più lunga....direi almeno 3 cicli.
Gli anticorpi anti-tiroide, secondo alcuni, potrebbero ridurre i lvielli attivi di Progesterone indotti dal corpo luteo gravidico, per cui alla prossima, sarebbe opportuno, a camera gestazionale visualizzata in utero supportare con progesterone dall'esterno.
Per il resto....si goda questo scampolo d'estate e stia serena. Acido folico già da ora e....incrociamo le dita per la prossima volta....
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore,
La ringrazio infinitamente per la sua cortese risposta.
In effetti stavo assumendo gli ovuli di progesterone già dalla quinta settimana.
Potremmo correre dei rischi ripartendo dopo il primo ciclo?
Cercavamo questa seconda gravidanza da 10 mesi ed il solo pensiero di dover probabilmente attendere ancora molto mi deprime non poco. Non vorrei comunque lasciarmi sopraffare dall'impazienza ed, in ogni caso, mi piacerebbe valutare i pro e i contro di una subitanea ripresa della ricerca. Quali sono i fattori da tenere in considerazione?
Potrebbe essere un punto a favore l'ottimo riscontro delle condizioni uterine ad una settimana dall' intervento ( nonostante non abbia potuto assumere il methergin per pregressa ipertensione gravidica ed episodi di sbalzi pressori dovuti ad un progestinico - lutenyl- prescrittomi in passato )?

Mi perdoni se continuo ad esporle le mie domande, ma davvero in questo periodo i dubbi sono tanti!
Grazie ancora.
Cordialità.

[#5]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Nessun pro dalla ricerca immediata ma solo contro.
L'utero raschiato reagisce con la formazione di un "tappeto" di cellule infiammatorie (reattive) che potrebbe inficiare l'attecchimento di una blastocisti nell'immediato (questo detto in maniera molto "maccheronica").
Attenda ancora un pò. Data la sua giovane età non sarà difficile nè pregiudizievole.
In ultimo: tale "tappeto" non è, ovviamente, visibile in ecografia.

Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottore,
Eccomi nuovamente con dei nuovi quesiti che mi affliggono!
Nel frattempo ho avuto uno scombussolamento della flora batterica risolto con l'assunzione di codex. Ora mi ritrovo ad affrontare quella brutta bestia della candida! Ho assunto già un antimicotico orale insieme ad una terapia con crema locale come supporto, ma ad ora non sono guarita ( sono trascorsi 3 giorni ). Potrebbe questa candida essere sempre correlata all'intervento ed agli antibiotici ( considerando che la RCU è avvenuta il 1 agosto ) oppure è stata eventualmente causata da un precoce ritorno al mare? Dovrei evitare di recarmici in questi giorni?

In ultimo, una domanda sull'ovulazione: prendendo la temperatura basale, mi sono accorta che questa è tornata bassa come prima della gravidanza ma, ad oggi, non si è verificato il picco post ovulatorio. Questo cosa vuol dire? Che il primo ciclo post post RCU tarderà ad arrivare o che comunque debba attendere i classici 30/40 giorni? È verosimile credere che ritorni dopo tale lasso di tempo pur senza aver avuto l'ovulazione ?

La ringrazio infinitamente per la cortese risposta che vorrà darmi.
Cordialità

[#7]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Per la terapia antimicotica, fermi ogni trattamenti in corso ed esegua un tampone vaginale con coltura fra almeno 7 giorni.
Andare al mare? OK ma senza sdraiarsi direttamente sulla sabbia. Utile materassino da rinfrescare ogni 30 - 40 minuti con acqua fredda.
I primi cicli post-aborto possono essere irregolari sia in quanto ad ovulazione sia in termini di fenomenologia mestruale (ritmo, quantità e durata).



Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli