Chiarimenti sulla diagnosi

Gentili dottori/esse,
Poche settimane fa mi è stata diagnosticata, dal mio ginecologo, una verruca vicino al clitoride. Si presenta come una macchiolina bianco/gialla vicino a un leggero rigonfiamento che si unisce alle piccole labbra. Ho seguito le indicazioni terapeutiche che mi sono state date per disinfiammare la zona (in quanto presentavo fastidio e leggero dolore al contatto) ma non ho riscontrato particolari miglioramenti.
Mi chiedo:
- è possibile che si formino delle verruche nonostante io sia vergine?
- se dovesse essere una verruca, dovrei procedere ad una rimozione chirurgica? quali sarebbero i rischi considerata la sensibilità della zona?
- E’ auspicabile sottoporsi anche ad una visita dermatologica per confermare la diagnosi?
Vi ringrazio anticipatamente
Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Marcello Sergio Ginecologo 14,7k 309 185
Le infezioni vulvovaginali possono manifestarsi anche nelle persone vergini.
Può consultare sia il ginecologo che il dermatologo che indicherà il modo migliore per trattare la lesione.
Nessun rischio per l'eventuale rimozione
Saluti

Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto.
Saluti
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
in seguito ad una visita specialistica dermatologica mi è stata diagnosticata una cisti sebacea che è stata drenata con un ago. Mi è stato detto che con alta probabilità la cisti si riformerà e che una risoluzione definitiva può essere data solamente da un piccolo intervento chirurgico.
Quali sono i richi di questa piccola operazione? Comporterà una riduzione della sensibilità (considerata la zona)?
La ringrazio molto.
Cordiali Saluti
[#4]
Dr. Marcello Sergio Ginecologo 14,7k 309 185
L'operazione essendo di piccola entità non comporta alcun rischio, nessuna compromissione della sensibilità locale
Saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test