Utente
Buongiorno,

Il 9 marzo ho scoperto di essere incinta, la mia ultima mestruazione risale al 7 febbraio scorso, quindi dovrei essere alla settimana 5+0; purtroppo il mio ginecologo non potrà visitarmi che il 20 marzo prossimo e avrò i resultati delle mie analisi che ho effettuato oggi che la settimana prossima durante la visita.
Per il momento va tutto bene, ma quello che mi preoccupa è proprio il fatto che non ho alcun sintomo a parte leucorrea. E’ normale non avere ancora sintomi? Sono preoccupata che qualcosa non stia andando per il verso giusto e vorrei che qualcuno mi rassicurasse in merito prima della visita, è la mia prima gravidanza e l’ho cercata per un po’ quindi ci tengo davvero tanto.

Inoltre vi chiedo cosa potrei prendere in caso di febbre, da oggi pomeriggio ho un po’ di brividi e mal di gola.

Vi ringrazio in anticipo per il cortese riscontro

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non è scritto su nessun testo che la gravidanza debba mostrarsi con una sintomatologia particolare ,è tutto molto soggettivo.
E' molto importante il desiderio di gravidanza che porta ad un benessere psico-fisico.
Per attacchi di iperpiressia (febbre) in gravidanza è consigliato l'uso del PARACETAMOLO
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dott. Blasi,

La ringrazio moltissimo per il celere riscontro, essendo la mia prima gravidanza e non avendo ancora visto il mio ginecologo avevo bisogno di una conferma. Ne approfitto per chiederLe ancora qualcosa:

- Ogni tanto ho dei piccoli crampi a destra del basso ventre, simili a quelli dell’ovulazione o del ciclo, è normale?
- Il mio ultimo ciclo risale al 7 febbraio e dovrei quindi essere alla settimana 5+5, domani 5+6 avrò la mia prima visita, pensa che l’embrione/feto sarà già visibile?

La ringrazio ancora per la gentilezza e la disponibilità che dimostrate, il servizio che offrite è senza eguali.

[#3] dopo  
Utente
Approfitto della Sua gentilezza per chiederLe ancora una cosa.

Ho appena ricevuto le mie analisi, i risultati sono nella norma eccezion fatta per I linfociti bassi, Le riporto tutti I valori:

Neutrofili 3.070 G/L
Linfociti 1.260 G/L (valori normali fra 1.500- 4.000, lo scorso novembre li avevo a 1.950)
Monociti 0.510 G/L
Eosinofili 0.040 G/L
Basofili 0.020 G/L

Ritiene che sia un valore preoccupante? E’ normale in gravidanza

Grazie ancora per il prezioso riscontro.

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Compatibili con la gravidanza , in bocca al lupo!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente
Grazie mille dottore!

E per quanto riguarda l'embrione, pensa che sarà visibile in ecografia (settimana 5+6)?

Grazie ancora!

[#6]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sì a quell'epoca si potrà evidenziare la attività cardiaca fetale.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#7] dopo  
Utente
Gentile dottore,

alla fine sono riuscita a vedere il battito, 3.6 mm di emozione! Adesso ho la prossima visita l'8 maggio, non vedo l'ora!

Nel frattempo approfitto della Sua gentilezza per chiederLe qualcosa: da una settimana circa ho un dolore che è andata intensificandosi all'osso sacro, soprattutto a sinistra, a seconda della posizione, soprattutto se mi abbasso per raccogliere qualcosa ho delle fitte che per il dolore si propagano fino alla natica, e non so come risolvere il problema, è normale avere questo genere di sintomi in gravidanza?
Inoltre da circa due giorni (oggi sono alla 9+1) il seno è meno teso e gonfio rispetto a prima, la pancia idem, e ho anche quasi un chilo in meno. Tra l'altro fino a qualche giorno fa non riuscivo a mangiare molto la sera, adesso tutti questi sintomi sono svaniti.. devo preoccuparmi? Sono terrorizzata all'idea di andare alla prossima visita e non vedere il battito..

La ringrazio in anticipo per il gentile riscontro che saprà darmi.

Cordiamente

[#8] dopo  
Utente
Dottore mi scusi se la disturbo di nuovo ma oggi il dolore all'osso sacro è davvero lancinante tanto da non riuscire quasi a camminare, è normale? A suo avviso devo recarmi al pronot soccorso? Ci sono rimedi? Grazie in anticipo

[#9]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questo dolore richiede necessariamente una valutazione clinica, deve eseguire al più presto un controllo ostetrico.
In bocca al lupo!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10] dopo  
Utente
Ok, la ringrazio, allora vado direttamente al ps anche perchè in queste condizioni non riuscirei ad andare a lavoro domani... a Suo avviso si potrebbe trttare di minacce d'aborto?

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,

putroppo ho appena appreso con mio grande dispiacere che il mio piccolo non ce l'ha fatta... il ginecologo ha potuto evidenziare un'anomalia a livello della nuca e ritiene che la causa dell'aborto sia una malformazione.

Ovviamente sono distrutta, ma purtroppo da un po' di giorni mi sentivo davvero diversamente.
Molto probabilmente mercoledì prossimo mi effettueranno il rischiamento, il ginecologo dice che potremo riprovare ad avere un altro bambino dopo circa 2-3 mesi, corretto?
Non mi resta che guardare avanti..
Grazie ancora di tutto.

[#12] dopo  
Utente
Gent.mo dott. Blasi

Approfitto ancora una volta della Sua gentilezza e disponibilità. Le scrivo dopo qualche mese dal mio raschiamento; il mio ginecologo mi ha visitata un mese fa a distanza di 6 mesi dall’intervento e mi ha detto che è tutto ok e che l’endometrio era abbastanza spesso, quindi in generale il quadro abbastanza positivo; dopo l’intervento mi ha detto di riprovare subito ad avere una gravidanza non appena avessi avuto il mio primo ciclo ed è quello che ho fatto.

A distanza di 7 mesi però purtroppo non sono comunque riuscita a restare incinta e lui mi dice che è normale e che in realtà i primi tre mesi dopo il raschiamento non vengono nemmeno considerati come periodo di tentativi dai medici e quindi di essere paziente e continuare ad assumere acido folico.

La prima volta sono rimasta incinta dopo 5 mesi di tentativi; la mia domanda è se sia troppo presto per effettuare degli ulteriori controlli e se a Sua avviso il raschiamento abbia potuto creare causare aderenze che impediscano l’attecchimento dell’embrione, a quanto pare questo può accadere a seguito dell’intervento.

La ringrazio in anticipo per il suo prezioso parere, ho tanta voglia di avere un figlio ed ogni ciclo che arriva è davvero una batosta..

[#13]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non c'è motivo di pensare ad aderenze , l'unico modo per escludere questo evento è eseguire una ISTEROSCOPIA DIAGNOSTICA
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#14] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta dottore; ritiene che dovrei effettuare questo tipo di esame? se si' fra quanto tempo? Ad ogni modo ritiene che sia normale che non sia ancora rimasta incinta e che i primi 3 mesi di tentativi dopo il raschiamento non contano?

Grazie ancora per il riscontro

[#15] dopo  
Utente
Buonasera dottore,

mi scuso se La disturbo di nuovo ma avrei davvero bisogno di un Suo riscontro, vorrei avere un Suo parere per sapere come comportarmi e se devo aspettare ancora prima di fare delle indagine piu' approfondite.

La ringrazio di cuore