Utente 177XXX
Buongiorno a tutti, ho 52 anni e sono in menopausa da 12 anni circa, da qualche tempo ho notato piccolissime pertite marroni sugli slip, sempre in concomitanza con periodi di dolenzia mammaria anche seria, devastanti emicranie e comparsa di brufoli sul viso, quasi fossi tornata indietro nel tempo, parlandone con il vecchio ginecologo ormai in pensione l'anno scorso che mi visitò non riscontrando nulla di che, disse che non era nulla e che tutto era dovuto all'assottigliamento delle mucose tipiche della menopausa e visto che non riuscivo ad avere rapporti sessuali completi dovuti alla secchezza vaginale molto pronunciata mi prescrisse vagifem per un certo periodo ma i risultati sono stati pochissimi, e lo spotting dopo un po' è ripreso, poi in agosto dell'anno scorso in occasione di una visita per mia madre d'urgenza da un altra ginecologa comunicai anche questo mio malessere (spotting accompagnato da sintomatologia tipicamente premestruale) e lei mi disse che in alcuni casi anche in menopausa per cause ancora sconosciute le ovaie ogni tanto potevano "risvegliarsi" e innescare questa sintomatologia (spotting e sindrome premestruale) ora, premetto che il pap test eseguito a gennnaio 2012 era nella norma e la mammografia che eseguo ogni due anni circa è anche nella norma ma lo spotting continua a tal punto che oggi prenoterò una visita presso altra ginecologa consigliata da un amica visto che il mio gin. di tutta la mia vita ormai ha 85 anni e non mi sembra più tanto in gamba, mi devo seriamente preoccupare oppure è verosimilmente compatibile questa sintomatologia correlata a qualcosa che non sia grave...... tipo "disfunzione ormonale" ? spero di aver citato tutto.. dimenticavo,.. in passato, appena cessato il ciclo ed essere entrata in menopausa ho eseguito 2 ecografie transvaginali sempre per spotting rosa, ma con esito negativo e di tranquillità perché endometrio sottile tipico della menopausa.
Ringrazio chi vorrà dedicarmi del tempo consigliandomi sul da farsi, naturalmente in giornata prenoterò visita.. anche perché non sono per niente tranquilla., cercando su internet non ho trovato sintomatologie simili alle mia e mi sto preoccupando ......

mi sono accorta solo ora di aver postato questo testo nella branca specialistica sbagliata, se possibile girarlo allo specialista corretto altrimenti tento con un copia e incolla di postarlo nella categoria corretta, mi scuso in anticipo per l'errore e saluto

[#1]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Cara signora,

lo spotting, cioè le pedite di sangue scarse di colore scuro che descrive, a 12 anni di distanza dalla menopausa vanno attentamente valutate prima di pensare a una possibile causa ormonale.

Sta assumendo terapie ormonali per la menopausa?

E' importante eseguire oltre alla visita ginecologica anche un'ecografia transvaginale (l'ultima che ha fatto risale a diversi anni fa giusto?) per valutare l'aspetto dell'endometrio, dell'utero e delle ovaie, al fine di escludere alcuni tipi di patologie che potrebbero essere responsabili di queste perdite, (ad es. un polipo, un'iperplasia dell'endometrio, o altro) che non devono esserci in una donna in menopausa.

Contatti quindi la ginecologa per effettuare un controllo e ci aggiorni se vuole.

Un cordiale saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#2] dopo  
Utente 177XXX

Gent.ma Dr.sa
la ringrazio per la risposta tempestiva, mi devo correggere solo sugli anni da cui sono entrata in menopausa che sono 10 e non 12 e comunque non sto assumendo terapia ormonale sostitutiva, l'ho fatto a 42 anni, per un breve periodo, ma l'ho interrotta dopo pochissimo tempo perché mi causava spotting e poi solo a livello locale l'anno scorso in primavera per una 20 di giorni con vagifem appunto per la estrema secchezza vaginale di cui soffro, persino il solo contatto con l'acqua mi risulta irritante e comunque ho già prenotato sia la visita che la ecografia transvaginale dalla nuova gin. per mercoledì 8 Maggio alle 17.00... incrocio le dita e se non le recherò troppo disturbo la aggiornerò sicuramente.

Ancora grazie ed un caro saluto

[#3] dopo  
Utente 177XXX

gent. Dr.sa la aggiorno solo ora in quanto ho avuto altre vicissitudini, eseguii la visita presso nuova ginecologa, che mi disse che, oltre ad una forte distrofia confermata da pap test successivo negativo per cellule displasiche e/o neoplastiche, dopo aver eseguito presso il suo studio ecografia transvaginale che rilevava utero e ovaie involute ed endometrio di spessore 1,3 mm che questo spotting era relativo appunto a questa mucosa molto distrofica.... rassicurata passai l'estate, a fine Agosto dopo 4 giorni e 4 notti di cefalee devastanti ricompare lo spotting, marroncino, di lievissima entità a fine giornata sullo slip per due o tre sere, poi più nulla, oggi , come sempre mi accade in queste occasioni dopo tensione mammaria dolorosa ho visto una minuscola macchiolina marrone sullo slip, potrebbe essere circa 1 mm di diametro..... non so che pensare... possibile che sia solo atrofia... ma come mai mi compare, questo spotting, che ormai va avanti da tempo sempre e solo con concomitante cefalea feroce, brufoli, e tensione mammaria? inoltre effettuerò mammografia di controllo a novembre il giorno 22, le altre effettuate periodicamente non hanno mai riscontrato nulla, ho un seno molto grande porto la 5 di reggiseno, sono alta 1 e 57 e peso circa 58 chili, il seno è sproporzionato, e comunque sempre dolente, dolenzia che si accentua appunto prima di questo spotting..... devo approfondire con altri esami più invasivi?

spero di no... La ringrazio se vorrà rispondermi e comunque la saluto caramente

[#4]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Cara signora,

la ginecologa nel momento in cui ha riscontrato questa mucosa molto distrofica, le ha prescritto una cura per risolvere questo problema?

Quando ha rapporti ha fastidio, dolore, e magari dopo le capita di avere delle perdite di sangue?
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#5] dopo  
Utente 177XXX

La ringrazio per la celere risposta........purtroppo come raccontavo nel primo messaggio ... non riesco più ad avere rapporti completi da tempo anche utilizzando lubrificanti ecc. ecc....... diciamo che ci arrangiamo.......e questo non è un toccasana, per me è un fastidio doloroso anche il solo contatto con l'acqua... figuriamoci il resto ... e sì anche se il rapporto non è completo dopo ho piccole perdite di sangue dovute ad escoriazioni solo esterne che provocano bruciore intenso anche urinando perché l'urina è salata... sono messa malaccio vero? Avevo iniziato con il vecchio ginecologo l'utilizzo di Vagifem con alcune migliorie... ma credo che l'utilizzo non possa essere continuativo e con la nuova ginecologa che mi ha confortato a parole non abbiamo parlato di questo.... mi ero ripromesso di contattarla nuovamente per un rimedio.... ma guardandomi in giro... chiacchierando con amiche e come lei stessa mi aveva esposto.. grossi rimedi non ce ne sono... forse terapie ormonali... che non mi sento di intraprendere......chiedo scusa per il mio dilungamento ma quello che mi preoccupa è questo spotting lieve, saltuario, marrone...... è veramente imputabile a questa distrofia? e perché allora compare solo se accompagnato da cefalee intense, brufoli da ragazzina e dolenzia mammaria sempre intensa? Non è possibile che ci siano ancora in me degli pseudormoni che a volte risvegliano qualche meccanismo? La ringrazio in anticipo per l'interesse che vorrà accordarmi, diversamente la ringrazio lo stesso anche solo per aver letto il mio messaggio, buona serata




[#6]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Cara signora, mi piacerebbe proprio conoscerla personalmente per poterla aiutare più concretamente a risolvere questo suo problema, ma avendo lei escluso con la sua attuale ginecologa problemi di tipo organico a livello di utero (polipi, iperplasia tumore dell’endometrio) ed ovaie, questo spotting che lei riferisce di avere comunque anche quando ha rapporti, dovrebbe dipendere, come tra l’altro è stato confermato dai Colleghi che hanno avuto il privilegio di visitarla, dalla situazione di atrofia vulvovaginale legata al suo stato menopausale in cui si trova da oltre 10 anni.

La sua situazione è stata valutata da due ginecologi che le hanno confermato lo stato di atrofia vulvovaginale e l’assenza di patologie a livello di utero e ovaie.

L’atrofia vulvovaginale può dare spotting se non trattata: le cure ci sono, se non le fa, ormonali o non, il disturbo ovviamente non passa da solo, ma anzi peggiorerà sempre di più nel tempo.

Legga questo mio articolo in proposito, potrà forse esserle utile:

http://menopausaserena.altervista.org/secchezza-vaginale-menopausa.html

Questo spotting potrebbe essere interpretato come una mini-mestruazione accompagnata da sintomi premestruali come mal di testa brufoli e seno gonfio e dolente? E tutta questa situazione potrebbe essere dovuta a un “risveglio” ormonale praticamente simile a quello di una donna in età fertile?

Potrebbe essere, ma la coincidenza con mal di testa brufoli e tensione al seno è probabilmente solo una coincidenza: se non si trattasse di una coincidenza lo spotting potrebbe essere dovuto a una situazione di iperestrogenismo cioè un eccesso di estrogeni situazione diametralmente opposta a quella che lei ha attualmente a livello vulvovaginale visto che è causata da una carenza di estrogeni.

L’iperestrogenismo, se c’è, però si fa sentire anche a livello vulvovaginale, (non dovrebbe avere quindi secchezza, fragilità della mucosa vaginale, dolore ai rapporti, bruciore che si accentua quando urina), ed eventualmente anche sull’endometrio….e non sembra, da quello che scrive, che sia il suo caso.

Da questa sede, non conoscendola personalmente posso solo suggerirle di ricontattare la ginecologa per intraprendere una cura per la sua atrofia vulvovaginale, per quanto riguarda il mal di testa, anche gli ormoni possono influire, ma consulterei, se non l’ha già fatto, anche un neurologo per stabilirne l’origine e fare eventualmente una terapia adeguata, i brufoli in menopausa possono dipendere da una situazione di iperandrogenismo ma va valutato anche il suo tipo di pelle, per cui sentirei eventualmente anche un dermatologo.

La tensione e il dolore al seno è vero che può dipendere anche da fluttuazioni ormonali, ma può dipendere anche da altre cause…legga questo articolo in proposito:

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-i-dolori-al-seno-mastalgia-mastodinia.html

Faccia una mammografia se non l’ha già fatta, e anche una MOC per valutare se c'è una condizione di osteopenia o di osteoporosi.

Non ha riferito quello che le ha detto la sua ultima ginecologa a proposito di queste coincidenze fra spotting, cefalea e brufoli….perchè immagino lo abbia riferito alla sua ginecologa, in occasione della recente visita che ha fatto, se non lo ha fatto, lo faccia ora, quando la chiamerà per informarla della persistenza dei suoi disturbi, e poi mi aggiorni se vuole.

La cosa importante è che a livello di utero e ovaio non ci siano problemi, e che lei provveda a curare in qualche modo questa atrofia vulvovaginale.

Un affettuosissimo saluto:-)

Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#7] dopo  
Utente 177XXX

La ringrazio per la sollecita risposta, le comunico che ho già prenotato tempo fa, presso lo studio diagnostico di riferimento una mammografia digitale per il 22 Novembre, dopo ritornerò dalla ginecologa e mi farò consigliare in merito a questa secchezza estrema di cui sono afflitta... speriamo bene......la terrò informata delle evoluzioni della mia situazione se non creo disturbo, la saluto e la invidio tantissimo per il fatto che vive a Roma, città che adoro e che ho avuto occasione di visitare tutti gli anni negli ultimi tre in occasione degli Internazionali di Tennis che si svolgono a Maggio.... il tennis lo pratico bi - settimanalmente... e avendo un seno importante.... la dolenzia può anche essere causata da questo sport che comprende corsa, balzi, ecc. ecc.? boh?

In merito all'esclusione di problemi ginecologici più importanti (tumori dell 'utero e dell'endometrio, polipi ecc. ecc.) sono sufficienti 2 visite da 2 ginecologi diversi ed eco transvaginale e addominale risalenti a Maggio appunto? Io mi sono fidata ... ma ho sempre un tarlo che mi attanaglia... c'è qualche altro esame che potrei fare per stare più tranquilla, anche magari del sangue per sapere il dosaggio ormonale ecc. ecc. avevo anche pensato di effettuare isteroscopia, ma ho così tanta paura che non oso chiederlo alla ginecologa.... ma se fosse indispensabile lo effettuerei senz'altro!

La saluto anch'io con affetto e come scritto sopra se non creo disturbo la aggiornerò.

[#8]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Benissimo per la mammografia e brava per quanto riguarda il tennis, perché un'attività fisica regolare è fondamentale per mantenersi in buona salute.

Visto che ha un seno importante e fa regolarmente sport, anche in relazione ai sintomi che avverte, è importante anche la scelta di un reggiseno giusto per lei, legga questo articolo sull'uso del reggiseno:

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/15-il-reggiseno-uno-strumento-diabolico-ma-utile-per-la-salute.html

Riguardo il "tarlo del dubbio che l'attanaglia", l'isteroscopia va fatta solo qualora dall'ecografia transvaginale risulta un endometrio ispessito e/o di aspetto disomogeneo, o perché c'è un mioma sottomucoso ad esempio.

I dosaggi ormonali come l'FSH, il 17 beta estradiolo, in questa fase della menopausa non ci forniscono indicazioni fondamentali e dirimenti in senso diagnostico.

Ripeto il mio consiglio: contatti la sua ginecologa al più presto per comunicarle la persistenza dei suoi sintomi, valutare un'eventuale terapia per la distrofia, e decidere se eventualmente è necessario ripetere un controllo ecografico transvaginale con uno studio dettagliato dell'aspetto dell'endometrio.

Se non si fida....può sempre cambiare ginecologo o fare l'ecografia transvaginale in un centro specializzato.

Un caro saluto e buona domenica:-)
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#9]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Dimenticavo, le avevo suggerito di fare anche una MOC per la prevenzione, la diagnosi e una eventuale terapia dell'osteoporosi, una malattia che può essere molto invalidante e che può riscontrarsi più facilmente nelle donne in menopausa.

Se non l'ha fatta, ne parli sempre con la sua ginecologa e provveda, è importante.

Rimango in attesa di sue novità.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#10] dopo  
Utente 177XXX

Buongiorno Dr.
sempre celere e gentile, la aggiorno, infatti le avevo detto che anche questa volta è iniziato con dolenzia al seno, brufoli, macchiolina marrone , un po' di cefalea per due giorni ieri e questa notte, poi questa mattina, solita macchiolina.. a dir il vero questa volta rosata, sulla carta igienica... non so dire se di provenienza esterna o interna..... ma quello che so è che sono SCOMPARSE cefalea e la tensione mammaria...............comunque seguirò il suo consiglio... ci stavo già pensandoo da giorni... contatterò nuova ginecologa ed effettuerò... per sicurezza ........altra eco transvaginale... nel centro dove ho eseguito le altre di alcuni anni fa dove ha anche lo studio questa nuova ginecologa da contattare ... naturalmente sempre tutto a pagamento diversamente non se ne esce fuori..... sono abbastanza tranquilla (forse) perché credo, a meno di essere da lei smentita, che se fosse qualcosa di grave, da quando è incominciato questo spotting (più o meno da metà 2011) ad oggi.... sarei già defunta!!! Sono del parere.......che in qualche modo sia legato a fluttuazioni ormonali, perché la sintomatologia è identica a quella della sindrome premestruale che ricordo benissimo.. l'unica cosa in cui differisce... purtroppo....... è la secchezza e la fragilità della mucosa
Non le avevo detto nulla della MOC, l'ho eseguita 2 volte in dieci anni, l'ultima del 25 Luglio 2012 riferisce che i valori BMD sono nei limiti della norma.
La ringrazio della pazienza e dei consigli che mi ha dato, spero di aggiornarla con buone notizie.... e oggi andrò a giocare a tennis... che come avrà capito è la mia passione.... una delle poche rimaste. la saluto con affetto