Utente
Buongiorno,
Sono una ragazza di 26 anni e da 6 prendo la pillola diane(piccolo riepilogo:2007 diane +1/4 andocur-2008/2009 diane-2010 breve interruzione e dopo aver cambiato ginecologo sono passata alla yas- 2011 ritorno a diane + 1/4 androcur - 2012/2013 diane). Premetto che ho iniziato a prendere la pillola per un problema ormonale di peluria eccessiva e ho continuato a prenderla anche come anticoncezionale. Ho notato fin da subito un calo del desiderio e una estrema secchezza tanto da non poter aver piu rapporti senza l'utilizzo del lubrificante(cosa che non succedeva prima dell'utilizzo della pillola)Ho posto il problema alla ginecologa ma mi era stato detto che probabilmente dipendeva dal mio ragazzo ( -.- ). Ad oggi mi ritrovo a 26 con la totale scomparsa del desiderio e non voglio credere che questa situazione sia irreversibile. Mi sono imbattuta in questo articolo http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20110608030218AAi08QR e ne sono rimasta sconvolta!!!!! A gennaio ho interrotto la pillola e nell'articolo si consiglia di iniziare terapie per il supporto della produzione naturale degli ormoni (ginseng per testosterone e cortisolo, agnocasto, magnesio e vitamine del complesso B per il progsterone, se necessario avena di nuovo per il testosterone). Avendo già di mio il testosterone molto alto volevo chiederVi se una terapia del genere possa andare bene o cosa potrei prendere in alternativa senza trasformarmi in un orso = ) .

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Effetto collaterale compatibile con la pillola DIANE che ha un effetto antiandrogeno spiccato legato al ciproterone acetato (progestinico ) e in più assume ANDROCUR che aumenta il dosaggio dello stesso ciproterone acetato.
Non ho presente la sua situazione, ma questa terapia va consigliata negli IPERANDROGENISMI CLASSICI( irsutismo,acne pustolosa, alopecia e calvizie) .
Quindi la diminuzione della libido è giustificatissima, deve passare ad una pillola con un progestinico antiandrogeno ma più blando come il clormadinone acetato.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Dopo aver letto quell'articolo vorrei evitare di ricominciare una terapia con la pillola. Nell'articolo si parla addirittura di castrazione femminile con effetti collaterali irreversibili. Sto cercando un metodo anticoncezionale alternativo e una terapia per ristabilire il desiderio sessuale. Mi sa indicare qualcosa?

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non mi è chiaro l'articolo che ha letto, si è aperta una intera pagina. Nomi commerciali non ne possiamo fare
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Glielo riporto. Questa è una risposta a una ragazza che affermava di aver avuto un calo del desiderio dopo l'assunzione della pillola anticoncezionale

"Cambia metodo contraccettivo e intendo proprio smetti di prendere la pillola e passa a un diverso metodo contraccettivo che non implichi l'assunzione di ormoni, e fallo al più presto.
Il calo della libido è uno degli effetti collaterali più comuni degli estroprogestinici, che sono autentici farmaci per la castrazione chimica femminile. Il desiderio, infatti, è legato alla produzione e alla disponibilità di testosterone, ormone che nella donna, viene prodotto essenzialmente dalle ovaie e dalle ghiandole surrenali. Durante la terapia estroprogestinica la produazione di ormoni da parte delle ovaie cessa, queste si atrofizzano e perdono tutte le loro funzionalità (ovviamente in modo reversibile). La produzione di testosterone (e incidentalmente anche di cortisolo, l'ormone "antistress") da parte delle ghiandole surrenali dipende, invece, dalla disponibilità di progesterone NATURALE (cioè non il progestinico che ti viene fornito dalla pillola), ma ovviamente quando le ovaie sono atrofizzate non producono progesterone.
Questi due fattori sono poi potenziati dall'effetto che la pillola ha sulla SHGB, una globulina che lega il testerone libero: la pillola, mentre deprme il testosterone, esalta la produzione di SHGB, cosa che fa sì che il pochissimo testosterone prodotto venga totalmente inattivato dalla globulina. La deficienza di testosterone causa calo o totale scomparsa del desiderio sessuale, anorgasmia (impossibilità di provare piacere sessuale), secchezza vaginale e financo atrofia dei genitali esterni.
Ma non solo, la deficienza di testosterone, combinata alla deficienza di cortisolo, possono facilmente causare senso di stress, ansia, attacchi di panico e via via a salire fino a una depressione acutissima con pensieri suicidi.
Tutti questi effetti collaterali sono ben noti ma poco pubblicizzati perché se le donne venissero a sapere che assumere una pillola può causare loro questo tipo di affetti collaterali (una castrazione chimica, appunto) e, anzi, la probabilità di soffrirne è attorno al 50%, difficilmente si lascerebbero convincere ad assumere questo farmaco; e un farmaco potente assunto quotidianamente per lunghi o lunghissimi periodi di tempo da donne perfettamente sane e che, con il suo uso, accumulano effetti collaterali che le spingono, per ignoranza sia loro che dei medici, ad assumere ancora altri farmaci (farmaci per il desiderio sessuale, antidepressivi, calmanti ecc.) è una vera miniera d'oro per "big pharma".

Devo dirti una cosa che potrebbe essere ancora peggiore: interrompere al più presto la terapia estroprogestinica e iniziare terapie per il supporto della produzione naturale degli ormoni (ginseng per testosterone e cortisolo, agnocasto, maglnesio e vitamine del complesso B per il progsterone, se necessario avena di nuovo per il testosterone) può ridurre i danni ma è discretamente probabile che i tuoi livelli di desderio e di reattività sessuale non tornino più, come è accaduto a me, quelli che erano, ovverosia che il tuo desdierio resti meno potente, che il tuo orgasmiresti più difficile da ottenere, più breve e più "leggero" (personalmente ho perso l'orgasmo multiplo, e mi manca molto). Questo perché sia i lvelli di SHGB che quelli di produzione di progesterone e testosterone potrebbero restare cronicamente insufficienti (rispetto ai tuoi standard passati).

Per ulteriori informazioni e "resoconti" di altre sopravvissute (ci chimiamo così tra noi), ti consiglio di leggere il forum YasminSurvivors e il thread in italiano che linko sotto. E smetti immediatamente, anche oggi stesso, di prendere quel veleno!
Source:
http://www.createforum.com/yasminsideeff...
http://ladyfertility.forumattivo.com/t55...

Questo è l'articolo e le chiedo con tutta sincerità cosa ne pensa. Mi sento di far parte di questa categoria di donne a cui non sono state date tutte le informazioni che in realtà bisognerebbe dare. Mi ritrovo a 25 anni con una totale assenza del desiderio e le chiedo cosa potrei fare a riguardo. La ringrazio anticipatamente per la pazienza e la disponibilità!

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Continuo a non vedere l'articolo
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI