Utente
Buongiorno,
ho 39 anni e sono alla 16+4; in seguito ad una translucenza nucale lievemente alterata e ad una villocentesi negativa, mi sono stati prescritti gli esami del sangue per verificare se avessi contratto il parvovirus.
Alla 13+6 le Igg erano pari a 122, le Igm erano pari a 2.
Mia madre dice che quando ero piccola il mio medico aveva avuto un sospetto sul fatto che avessi contratto questa malattia, ma nel dubbio non mi era stata diagnosticata.
Il mio ginecologo dice che posso aver contratto il virus nei primi tre mesi di gravidanza, e quindi mi ha prescritto il test di avidità, che purtroppo nella mia città non eseguono.
Premesso che in questo periodo non ho avuto contatti con bambini.
Dalla successiva premorfologica non ha comunque riscontrato irregolarità.
Vorrei sapere se c'è un modo alternativo per poter sapere il periodo in cui ho contratto questo virus, e a cosa vado incontro se dovessi averlo contratto davvero nei primi tre mesi di gravidanza.
La ringrazio infinitamente per la risposta.
Maria

[#1]  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Eseguire il test di avidity è fondamentale per cercare di risalire all'epoca del contagio. Comunque qualora lo avesse contratto nel primo trimestre sarà utile eseguire un attento monitoraggio della gravidanza mediante prelievi ed ecografie per scoprire eventuali esiti o sequele che non sempre si verificano.
Dr. Silvia Lovergine

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la celerità della risposta.
Vista l'impossibilità di eseguire il test dell'avidità, vorrei sapere se ripetendo le Igg del Parvovirus si potrebbe evincere se l'infezione è datata, ad esempio, in caso di valori costanti.
La ringrazio ancora.
Maria

[#3]  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Purtroppo no perché le immunoglobuline di memoria segnalano solo che l'infezione è pregressa mentre in base al l'avidità che hanno per l 'antigene si può evincere da quanto tempo sono entrati in contatto
Dr. Silvia Lovergine

[#4] dopo  
Utente
Gentilissima Dottoressa,
ho effettuato su richiesta del ginecologo le IGG e IGM del Parvovirus a distanza di due mesi dagli esami precedenti, i valori sono:
IGG 167
IGM 2
Questi valori possono essere indicativi di una unfezione più o meno recente se confrontati ai precedenti?
Premetto che dalla morfologica non si è evidenziato alcun problema.
La ringrazio per la risposta.
Maria

[#5]  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
La positività delle IGg indica un'infezione pregressa e probabilmente antecedente alla gravidanza. Il dato dell avidità avrebbe fornito ulteriore certezza. Proceda con serenità i controlli e in bocca al lupo
Dr. Silvia Lovergine