Utente
Buongiorno,

Mi trovo all'estero per lavoro e sono appena passata per la difficile esperienza di un aborto interno.

Alla 6 settimana + 4 ho effettuato la prima ecografia, la diagnosi è stata quella di camera gestazione irregolare con cisti sulla parete (traduco dal referto che mi è stato consegnato solo dopo l'aborto) con embrione presente e battito visibile (mi sembra che il battito fosse intorno a 106).

In sede di ecografia comunico che ho avuto delle leggerissime perdite (appena appena visibili sul salvaslip), ma il dottore non mi prescrive nulla, né riposo né cure particolare domandandomi solo di tornare dopo 10 giorni per un controllo. 10 giorni dopo la diagnosi di aborto interno a 7 settimane + 4.

Ho ovviamente molte domande e trovandomi all'estero è tutto più complesso. Vorrei sapere però: quali sono le case dello sviluppo di una camera gestazionale irregolare? E' un tipo di problematica che è fortemente possibile si riproponga con una prossima gravidanza? E, infine, ci sarebbe stato qualche comportamento/terapia da seguire per favorire un esito positivo della gravidanza?

Vi ringrazio per le vostre risposte,

[#1]  
Dr. Ario Joghtapour

48% attività
20% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
MONTEVARCHI (AR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
....Vorrei sapere però: quali sono le case dello sviluppo di una camera gestazione irregolare?
R: sono quelle di aborto iniziale

...E' un tipo di problematica che è fortemente possibile si riproponga con una prossima gravidanza?
R: è possibile come non

..E, infine, ci sarebbe stato qualche comportamento/terapia da seguire per favorire un esito positivo della gravidanza?

R: no, non dipende da lei, se dovesse ripetere eventualmente fare degli accertamenti.
p.s. assumere acido folio 2-3 mesi prima di programmare la gravidanza, diminuire il peso, corretto stile della vita.
cordialmente
Dr Ario Joghtapour Spec in Ginecologia Ostetricia Fisiopatologia della Riproduzione Umana. Master Univers Medicina Materno-Fetale -Chirurgia Robotica

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per le sue risposte. L'idea di aver sottovalutato qualcosa, specie quando ci si trova a dover interagire non nella propria lingua, è una cosa abbastanza gravosa da sopportare.
Avevo iniziato a prendere l'acido folico a febbraio, bevo raramente e sempre con moderazione, non fumo ed ho mantenuto per le settimane di gravidanza un comportamento alimentare più che attento (nonostante non sia una libellula). Speriamo la prossima volta di andare incontro ad un esito differente.
Cordiali saluti e ancora grazie.

[#3]  
Dr. Ario Joghtapour

48% attività
20% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
MONTEVARCHI (AR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
......Avevo iniziato a prendere l'acido folico a febbraio, bevo raramente e sempre con moderazione, non fumo ed ho mantenuto per le settimane di gravidanza un comportamento alimentare più che attento

Direi OTTIMO, speriamo alla prossimo volta. cordialmente
Dr Ario Joghtapour Spec in Ginecologia Ostetricia Fisiopatologia della Riproduzione Umana. Master Univers Medicina Materno-Fetale -Chirurgia Robotica