Utente 503XXX
Egregi dottori. Riepilogo qui brevemente la mia storia. Ho 47 anni. Ottobre 2017 ho eseguito conizzazione con esito cin 3/ cis margini interessati. Gennaio 2018 pap test di controllo negativo. Colposcopia con ztn g1 puntato regolare test di shiller captante. Biopsia mirata negativa. Maggio 2018 hpv test negativo. Giugno 2018 colposcopia ztn g1 puntato regolare. Biopsia mirata con esito cis dell'epitelio di rivestimento esteso ai colletti ghiandolari. Agosto 2018 seconda conizzazione con esito: materiale inviato:
A cono superficiale
B cono profondo
C labbro posteriore
Macroscopica: A un frammento di cm 2x1x0,5(A1-A7)
B un frammento di cm 2x1x0,3 (B1-B6)
C un frammento di cm 2x1x0,5 (C1-C3)
Diagnosi: A1-A7,B1-B6,C1-C3= sezioni seriate di mucosa cervicale sede di carcinoma squamocellulare prevalentemente in situ con focale microinfiltrazione (profondita' di infiltrazione < 1mm) esteso agli sfondati ghiandolari. La lesione e' presente su entrambi i margini (eso ed endocervicale) di resezione chirurgica. Indagini immunoistochimiche eseguite per ki67 in accordo alla diagnosi formulata. Avendo gia' 2 figli il ginecologo procedera' con una isterectomia totale in laparascopia. Volevo sapere se questo intervento potra' essere risolutivo o dovro' aspettarmi qualcosa di peggio e cosa significa indagini immunoistochimiche eseguite per ki67. Ero talmente agitata che non ho chiesto ulteriori spiegazioni. Resto in attesa di una vostra cortese risposta.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Concordo con il Collega , la stadiazione è quella che indica una isterectomia semplice come trattamento elettivo , che sicuramente sarà risolutiva,
La conferma si avrà con la valutazione istologica post-isterectomia quindi penso di poterla tranquillizzare senza tentennamenti.
Il comportamento diagnostico è stato corretto.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 503XXX

Gentilissimo dott. Blasi. La ringrazio per la sua celere risposta.
Volevo chiederle quali controlli dovro' effettuare dopo questo intervento e se dovro' continuare a fare il pap test anche se non c'e' piu il collo dell'utero. Resto in attesa di una sua risposta

[#3] dopo  
Utente 503XXX

Egregi dottori. Volevo chiedervi dopo l'intervento di isterectomia totale quali controlli vengono fatti? Dovro' ugualmente eseguire il pap test anche se viene tolto il collo dell'utero? Resto in attesa di una vostra cortese risposta

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Soltanto una citologia del fondo vaginale ogni 2/3 anni , perchè il collo uterino è asportato con tutto l'utero.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 503XXX

Grazie mille dottore per la sua cortese risposta

[#6] dopo  
Utente 503XXX

Egregio dr. Blasi.Ho effettuato l'intervento di isterectomia totale in data 15 ottobre 2018 con il seguente esito istologico: Materiale inviato utero e salpingi. Macroscopica: nello stesso contenitore utero non orientabile di 6x3x3cm. Cervice uterina di 2 centimetri con esito di precedente biopsia. Cavita' endometriale priva di lesioni macroscopiche. Due tube uterine rispettivamente di 4,5cm e di 3 cm. A1-A2:orletto vaginale A3-A4:parametrii A5-A11:canale cervicale A12-A13:endometrioA14: tuba maggiore A15:tuba minore A16-A25: ulteriori prelievi cervice uterina. Diagnosi: sezioni di cervice uterina ampiamente disepitelizzate ed ulcerate con residue aree di lesione squamosa intraepiteriale di alto grado (Hsil cin 3),infarcimento emorragico e flogosi acuta e cronica (A5-A11,A16-A25) .
Endometrio di tipo proliferativo (A12-A13).
Orletto vaginale con flogosi cronica, esente da carcinoma(A1-A2)
Paramentri esenti da carcinoma (A3-A4)
Salpingi con ectasie vascolari (A14-A15).
Il ginecologo mi aveva detto di effettuare il pap test e la colposcopia a 6 mesi dall'intervento, che effettuero' la prossima settimana. Volevo chiederle se c'e' il rischio che mi trovi in presenza di lesioni vaginali.In attesa di una sua cortese risposta la ringrazio e la saluto

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Assolutamente da escludere qualsiasi complicanza
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente 503XXX

Egregio dottore. La ringrazio moltissimo per la sua cortese risposta

[#9] dopo  
Utente 503XXX

Egregio dott. Blasi. Sono qui a riscriverle perche' volevo chiedere un suo parere. In data 21 maggio 2019 ho eseguito il pap test sulla cupola vaginale (avendo subito una isterectomia totale in data 15 ottobre 2018 per carcinoma microinvasivo<1mm e dopo l'intervento e' risultato tutto negativo) e in data 31 maggio il ginecologo ha effettuato la colposcopia di controllo risultata negativa senza avere ancora l'esito del pap test. Stamani mi hanno chiamato dall'ospedale per dirmi che il ginecologo vuole consegnarmi la risposta del pap test. Cosa che faro' domani pomeriggio perche' e' di turno. Volevo sapere cosa potro' aspettarmi da questo esito visto che la colposcopia effettuata successivamente e' negativa.
In attesa di una sua cortese risposta la saluto e la ringrazio

[#10]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Penso nulla di patologico se il Collega Colposcopista le ha dato un referto negativo
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#11] dopo  
Utente 503XXX

Gentilissimo dottore. La ringrazio per la sua celere risposta.
Mi scusi ma sono agitatissima. Il pap test cosa potrebbe aver evidenziato visto che la colposcopia e' risultata negativa e l'ho fatta 10 giorni dopo il pap test.
Resto in attesa di una sua cortese risposta

[#12] dopo  
Utente 503XXX

Mi scusi ancora. Come si procede in questi casi?

[#13]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il PAP test evidenzia alterazioni cellulari del COLLO UTERINO , che a lei è stato asportato
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#14] dopo  
Utente 503XXX

Buoasera dott. Blasi. Sono andata a ritirare il referto del pap test sulla cupola vaginale dove e' risultato una hsil. Il ginecologo che mi ha effettuato la colposcopia una settimana fa e che era risultata negativa ha detto che gli sembra strano. Ha ricontrollato anche l'istologico post intervento di isterectomia dove risulta tutto negativo anche l'orletto vaginale. Ha detto che procedera' con una nuova colposcopia piu approfondita. Se risultasse ancora negativa mi fara' ripetere il pap test. Altrimenti mi ha detto che procedera' con il laser per togliere la lesione. Volevo chiederle come e' possibile a 7 mesi da un intervento di isterectomia totale con esito istologico negativo si sia gia' formata una lesione di alto grado in vagina? La ringrazio per una sua cortese risposta

[#15]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Va fatta una accurata valutazione del pezzo operatorio, in effetti è molto strano
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#16] dopo  
Utente 503XXX

Gentilissimo dottore. La ringrazio per la sua cortese risposta. Volevo chiederle ma e' possibile rivalutare il pezzo operatorio dopo 7 mesi dall'intervento?

[#17]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Parlo degli esami istologici , che sono archiviati per legge!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#18] dopo  
Utente 503XXX

La ringrazio moltissimo per la sua cortese risposta

[#19] dopo  
Utente 503XXX

Mi scusi ancora dottore. Vuol dire che c'e' la possibilita' che abbiano sbagliato a trascrivere il referto? Ovvero hanno scritto orletto vaginale esente da carcinoma ma magari c'era una lesione di alto grado? Se veramente si riscontrasse una lesione di alto grado in vagina come si procede? Mi scusi ma sono veramente agitata e avvilita penso di non uscirne piu da questa storia.
Resto in attesa di una sua cortese risposta

[#20]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
questo è impossibile affermarlo !
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#21] dopo  
Utente 503XXX

Se veramente risultasse una lesione di alto grado in vagina come si procede?