Possibile gravidanza tale situazione di dita con possibili residui di sperma e masturbazione ?

Alla cortese attenzione dei gentilissimi dottori, scrivo tutto dal principio così da ottenere una risposta completa. Grazie mille in anticipo. Io e la mia ragazza abbiamo avuto il 27 febbraio un rapporto protetto da preservativo durante il quale io ogni tanto mi fermavo perché mi faceva un po’ la sensazione, seppur in maniera molto ridotta, di quando uno deve eiaculare ma senza aver eiaculato. Cosa è successo, in pratica dopo aver reinserito con troppa foga il pene in vagina, si è rotto il preservativo squarciandosi nella zona sotto immediatamente il serbatoio. Io e la mia ragazza per paura che durante quelle volte in cui avvertivo quelle fantomatiche sensazioni si fosse depositato liquido preseminale nel serbatoio o altro e questo poi una volta rottosi il preservativo sia entrato a contatto con la vagina, nel giro di un’ora (forse anche meno), siamo andati in farmacia e la mia ragazza ha subito assunto norlevo da 1, 5mg. Ho letto poi articoli che dicono che norlevo nelle donne con peso elevato non è efficace e subito è partita una forte ansia che ancora mi attanaglia perché la mia ragazza è in sovrappeso. Possiamo stare tranquilli ora o dobbiamo preoccuparci alla luce di quanto successo durante il rapporto e delle tempistiche di assunzione della pillola oppure del peso della mia ragazza?
E riferisco anche che la mia ragazza dal 6 giorno dopo la pillola norlevo, ovvero il 5 marzo ha avuto perdite che sono partite marroncino chiaro/rosa miste al sangue il primo giorno, e poi per i giorni successivi come un vero e proprio ciclo anticipato di 13/14 giorni. Io e la mia ragazza poi abbiamo avuto un rapporto sessuale con l’utilizzo del preservativo. Alla fine del rapporto, durante il quale io controllavo di tanto in tanto se il preservativo risaliva oppure no, sono venuto nel serbatoio del preservativo ed era integro. Successivamente, me lo son levato e poi ho lavato il pene con una esigua parte di detergente intimo e poi l’ho tamponato con l’asciugamano. Dopodiché sono passati circa 10 min durante i quali abbiamo parlato e poi le ho praticato masturbazione vaginale interna profonda con le dita. Lei ha un ritardo, le sarebbe dovuto venire il ciclo il 26 aprile. Vorrei sapere se, non avendo lavato direttamente le mani ma solo di riflesso con l’acqua con cui ho lavato il pene, ci fosse possibilità che tracce seppure esigue di sperma della precedente eiaculazione siano rimaste sulle dita e queste poi l’abbiano fecondata con la penetrazione delle stesse. Io comunque ho toccato il pene lavandomi sotto l’acqua corrente come ho detto con poco detergente intimo e poi l’ho asciugato, ma dopo non ho lavato le mani e con il fatto che poi dopo ciò siano passati 10 min prima della masturbazione profonda con le dita della mano con cui ovviamente ho lavato il pene toccando i residui di sperma che ho pulito sotto l’acqua, può essere capitata la fecondazione con residui sulle dita che hanno resistito all’acqua e all’aria poiché non ho lavato le mani ma solo di riflesso l’acqua vi è andata sopra mentre lavavo i residui di sperma dal pene? Grazie ho voluto dare una completezza di spiegazione dal principio fino ad ora per non replicare in seguito più volte. Inoltre ha fatto il test ed è risultato negativo, lo ha fatto dopo 10 giorni di ritardo alle due di pomeriggio. È attendibile oppure può essere falso negativo? Perché alcuni dicono che bisogna aspettare almeno 15 giorni perché sono frequenti falsi positivi e bisogna per forza farlo la mattina, ma la farmacista ha detto che poteva farlo anche nel pomeriggio perché dopo 10 giorni è sufficiente la concentrazione dell’ormone a qualsiasi orario si faccia. Inoltre era digiuna e ha bevuto una discreta quantità di acqua durante la giornata prima di farlo. Ho letto da qualche parte che non bisogna bere acqua però tutto questo la farmacista non gliel’ha detto.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40k 1,2k 246
Secondo il mio parere ,non sono presenti le condizioni per l'insorgenza di una gravidanza indesiderata. Se volete il massimo della certezza , si esegue un dosaggio ematico delle beta-HCG (eccesso di zelo!!)
SALUTONI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio