Aborto tardico 18+3

5 anni fa ho la mia prima gravidanza trascorsa fisiologicamente con bambina di 3.6kg nata con cesareo perche non impegnava il canale da parto.
L'anno scorso 2021, 2'gravidanza ma a 10+6 iniziano forti contrazioni, rottura acque ed espulsione bambino, eseguono raschiamento e inviano tutto per istologico, riporto esito che comunque pare non dire nulla:1.L'esame dei vari organi sul fetino non ha messo in evidenza alterazioni morfologiche di rilievo2.Decidua e villi coriali di sviluppo coerente per eta' gestazionale.
Dopo non eseguo particolari esami, solo visita post aborto, pap test e pannello trombofilia che rileva mutazione MTHFR C667T in eterozigosi quindi il genetista mi prescrive dalla ricerca gravid cardioaspirina+prefolic.
Quest'anno 2022 ho la 3' gravidanza iniziata bene fino a 12 sett, dopo iniziano contrazioni e sporadiche perdite di sangue che il gine mi cura con progeffik, prontogest, dav e riposo.
A 18+3 improvvisamente sento in vagina una palla e mi partono contrazioni ravvicinate, corsa in ospedale al ps mi dicono che tengo membrane prolassate in vagina e bambino bradicardico senza liquido ancora in utero (com'è possibile avere il bambino senza liquido in utero e il sacco fuori utero sceso in vagina senza neanche aver rotto le membrane?
Prima incognita).
Quindi decidono di rompere il sacco per aiutarmi nel travaglio ma nulla, solo dopo ossitocina partorisco il mio bambino...Inviano istologico solo della placenta, per il bambino io e mio marito abbiamo negato il consenso perchè da test dna fetale e premorf era tutto ok, inoltre appena partorito lo abbiamo anche visto ed era perfetto.
Riporto esito:Placenta con alterazioni regressive e focolaio di ascessualizzazione e necrosi con infiltrato granulocitario che dissocia strutture villose e decidua.
Nelle restanti porzioni di placenta si osservano vili con morfologia coerente con eta gestazionale e depositi di fibrina intervillosa.
Membrane con normale morfologia.
Cordone ombelicale contenente 3 strutture vascolari.
Che significa?
Infezione?
Non ho mai avuto sintomi particolari solo normale leucorrea anche se in realta non ho mai eseguito tamponi.
Mi hanno anche parlato di incontinenza cervice e che per la prox gravidanza visto l'accaduto si rende necessario un cerchiaggio preventivo.
E' stata l'infezione a far cedere la cervice o già di base l'incontinenza c'è e questa infezione ha fatto il resto?
Se c'è incontinenza potrebbe dipendere dal pregresso cesareo di 5 anni fa?
Come posso sapere di che infezione si tratta visto che durante il parto e neanche dopo mi hanno fatto tampone per dare nome al virus/batterio?
Adesso sicuramente lo eseguiro' ma con quale attendibilità e correlazione su quanto successo?

Che esami, controlli, visite specifiche devo far prima di riprovare?

Potrebbe esserci correlazione tra i 2 aborti visto che per entrambi già settimane prima andavo di corpo non "come sempre"ma tenevo feci piu' acquose?
Ho bisogno di capire per riprendermi e ricominciare a sperare.

Grazie
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 43.1k 1.4k 190
Sicuramente sono d’accordo su una incontinenza cervice-istmica su base costituzionale (?) o su base infettiva come cerviciti o cervico- vaginiti ( clamidia , gonococco, micoplasma ) . Stabilirlo con precisione é quasi impossibile in questo momento.
Saluti

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

Tumore del collo dell'utero (o cervice uterina): l'HPV e i fattori di rischio, diagnosi e screening (PAP Test, HPV test, colposcopia, conizzazione).

Leggi tutto