La mia dottoressa mi ha prescritto una cura

Buon Giorno. Sono una ragazza di 24 anni e da una settimana circa soffro di un malessere generale. I sintomi sono piuttosto vari: ho senso di intorpidimento alle braccia e alle gambe; quando cammino mi sembra di perdere l'equilibrio; mi sento spesso stanca e spossata e ultimamente ho formicolii sparsi, soprattutto al volto e nella zona del naso che sento quasi come fosse paralizzata. Sono stata dal mio medico curante e mi ha detto che è semplicemente una somatizzazione dell'ansia. In passato infatti ho sofferto di attacchi di panico, ho seguito un cammino di psicoterapia, interrotto un anno fa, e una cura farmacologica. La mia dottoressa mi ha prescritto una cura a base di Xanax in compresse da 0,25 mg per 10 giorni. Il fatto è che non mi sono tranquillizzata. Ho inserito i miei sintomi su Internet ed è venuto fuori di tutto: Sclerosi multipla, sla, sma.... e, da ipocondriaca quale sono, mi sono lasciata condizionare. Che cosa ne pensate? E' possibile che l'ansia dia questi disturbi così invasivi? Grazie infinitamente.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Utente,

certamente, l'ansia può dare i sintomi descritti, anzi sarebbe l'ipotesi più probabile.
In ogni caso prima Le consiglierei di effettuare una visita neurologica per escludere (come penso e spero) eventuali fattori organici, successivamente sarebbe opportuno iniziare un'adeguata terapia (lo xanax è solo un sintomatico ma non risolve il problema) sotto controllo psichiatrico.
Quale cura farmacologica faceva per gli attacchi di panico? Per quanto tempo è stata effettuata?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, la ringrazio per avermi risposto subito. Dunque, in tre anni ho assunto vari farmaci. Inizialmente mi era stato prescritto il Samyr (iniezioni) per una ventina di giorni. Poi, non vedendo alcun effetto, ho iniziato ad assumere il Seroxat e lo Xanax al bisogno. Avendo spesso attacchi di panico notturni prendevo anche il Dlamadorm, ma mi dava vari disturbi e sono passata dopo circa un anno alle En, gocce. Questa cura l'ho seguita per circa due anni. Ho interrotto il Seroxat nel settembre del 2009. Il mio ultimo attacco di panico risale a più di un anno fa. In quest'anno sono stata discretamente bene, tralasciando l'ansia da esami e da laurea imminente ma nessun disturbo così forte da dover ricorrere allo Xanax. In quest'ultima settimana invece è ricominciato tutto ma la cosa che non mi convince molto sono i sintomi, diversi rispetto ai miei "vecchi" attacchi di panico e il fatto che io non mi sento affatto in ansia. Non so davvero cosa pensare. Lei dice che una visita neurologica sia necessaria? Grazie ancora.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Utente,

personalmente la visita neurologica, in questi casi, la consiglio anche per sicurezza del paziente che di fronte a sintomi nuovi o "strani" pensa di avere qualcosa di organico (come sta succedendo a Lei).
Successivamente la visita psichiatrica è la più indicata.
Stia serena

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Sa Dottore la cosa che mi preoccupa di più è questo irrigidimento del collo che mi crea una sensazioni di semi-paralisi al volto soprattutto al naso e alla nuca. Ovviamente da ipocondriaca ho pensato a di tutto, persino a un ernia cervicale. E questo solo perché leggendo su Internet mi faccio condizionare. Spero si risolva tutto nel migliore dei modi. La ringrazio infinitamente per la sua attenzione. Cordiali saluti.
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Utente,

non vada in Rete alla ricerca di autodiagnosi perchè è estremamente negativo.
La Rete condiziona parecchio, spesso subentra la suggestione senza però arrivare ad una diagnosi VERA.

Buona serata

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio