Mal di testa

Salve sono una ragazza di 24 anni, godo di buona salute (a parte un inversione della formula leucocitaria che mi causa esclusivamente uno scorretto valore degli esami del sangue, l emataloga non sa darsi una spiegazione, a parte questo sto bene), però da quasi un anno soffro di mal di testa quotidiani.
Tutto è iniziato l estate scorsa verso agosto, era da un anno che avevo inziato ad usare l anello vaginale nuvaring, pensando fosse quello a ottobre 2011 l'ho tolto, ad oggi luglio 2012 il mal di testa non è ancora passato, (l'unico miglioramento è che con l anello una volta al mese soffrivo di una cefalee fortissime che mi costringevano a stare chiusa in casa, ora non è più così).
Il mal di testa è sopportabile, è più forte la mattina e si attenua nel pomeriggio.
Mi sono accorta che la domenica oppure quando sono in vacanza il mal di testa quasi scompare.
Sono una ragazza molto ansiosa e ultimameente lo sono ancor di più per l'università e alcuni pensieri personali.
Con la premessa che le faccio le mie scuse per la sbrodolata, volevo chiederle se era possibile che un carattere particolarmente ansione e un periodo un pò stressante possa far durare un mal di testa così a lungo. Se la risposat è si secondo lei servirebbe a qualcosa prendere qualche erba o pastiglie (sempre a base di erbe) per satre più tranquilla..
Grazie, scusi ancora, saluti!
[#1]
Dr. Marco Trucco Neurologo, Neurofisiopatologo 152 10
Gent. ma Utente,
credo che le Sue osservazioni della presenza di crisi molto forti, mensili, quando metteva l'anello Nuvaring poi scomparse con la sospensione, e del miglioramento in week-end e vacanze, ci aiutino nella diagnosi.
Lei potrebbe soffrire di una cefalea tensiva di fondo, scatenata dallo stato ansioso e dallo stress, quasi quotidiana, di intensità limitata, che migliora nei fine settimana e vacanze (quando lo stress si attenua; mentre l'emicrania può presentarsi appunto in situazioni simili), e di una crisi emicraniche scatenate dalle modificazioni ormonali indotte dall'anello contraccettivo.
Ovviamente Lei capisce che si tratta solo di ipotesi e che non è possibile fare una diagnosi e tantomeno una terapia senza una visita approfondita.
Le consiglierei di rivolgersi ad un Centro Cefalee della sua zona per chiarire questi aspetti e per una terapia mirata (non necessariamente a base di erbe, che in casi come il Suo sono in genere poco più che palliativi).
Credo sia opportuno anche un approfondimento diagnostico sulle problematiche d'ansia, che potrebbero essere scatenate dalle situazioni che Lei segnala, ma anche far parte di un problema di personalità più esteso, che può richiedere colloqui o anche una terapia più approfondita.
Molto cordialmente

Dott. Marco Trucco
Specialista in Neurologia e Neurofisiologia Clinica
www.marcotrucco.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie molto gentile!

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test