x

x

Blocco emicrania con aura

Buongiorno, soffro sporadicamente di emicrania con aura (2-3 volte l'anno): comincio con il noto scotoma scintillante che, nel giro di un'ora, mi porta ad avere uno o più conati di vomito (in genere 2 o 3) talvolta anche molto intensi (sempre con parestesia, con intorpidimento persino della lingua e tensione massima di tutti i muscoli, che si sciolgono non appena supero il conato). Volevo chiedere due cose:

1) è possibile bloccare l'attacco con un medicinale? Ho letto che molti usano comuni analgesici (qualcuno consiglia sui forum come formidabile la Tachipirina Flash Tab assunta al momento dell'apparizione dello scotoma); premetto che a me dà molto fastidio il vomito, forse perché, avendo sofferto fin da piccolo di mal d'auto, vomitare è un trauma ogni volta. E dunque se ci fosse un farmaco che mi bloccasse l'aura evitando di arrivare al vomito, lo userei volentieri. Paradossalmente, l'emicrania è quella che mi dà meno fastidio, tanto che, prima di scoprire che si trattava di emicrania con aura, pensavo che il mio malessere fosse da ricondurre ai virus intestinali di stagione (...ma lo scotoma mi insospettiva)

2) ho letto che l'assunzione di magnesio può aiutare a prevenire questo malessere. E' vero? Che prodotto posso usare per assumerlo (e per quanto tempo)? Ho preso una scatola di MGKVIS dopo l'ultimo attacco (metà luglio, il secondo attacco dell'anno), una bustina al giorno. Grazie a tutti e buon lavoro
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

innanzitutto Le dico che manifestandosi l'attacco di emicrania con aura 2-3 volte l'anno non è indicata una terapia di prevenzione, pertanto l'unica strategia che rimane è proprio quella di cercare di bloccare l'attacco ai primi sintomi d'insorgenza.
Esistono diversi farmaci da potere utilizzare il cui effetto è strettamente individuale, nel senso non c'è un farmaco efficace per tutti ma spesso si deve ricorrere a saggiare quello a cui il singolo soggetto risponde meglio.
Ovviamente, come Lei già saprà, non è possibile consigliare terapie on line, a distanza, senza conoscere il paziente, pertanto deve rivolgersi al medico curante o, meglio, ad un neurologo esperto in cefalee.

Buona domenica

Dr. Antonio Ferraloro

L'emicrania è una delle forme più diffuse di cefalea primaria, può essere con aura o senz'aura. Sintomi, cause e caratteristiche delle emicranie.

Leggi tutto