Utente
Buongiorno;
Mercoledì scorso (3giorni fa) mi sono svegliato accusando un emicrania abbastanza accentuato,nonostante ciò ho svolto la mia normale giornata lavorativa prendendo la situazione un pò sotto gamba.
Apparte l'emicrania ho un senso generale di stordimento,esattamente come quando si ha la febbre,ho misurato più volte la temperatura ma risulta perfettamente nella norma (36gradi centigradi).

Il giorno dopo i dolori alla testa non sono cessati,così sono andato dal curante per ottenere indicazioni terapeutiche,la sua diagnosi è stata: dolori muscolo-itensivi e mi ha detto di assumere 500mg di paracetamolo ogni 4 ore per alleviare il dolore.

Oggi Domenica 2 settemebre i dolori non sono scomparsi e mi rimane questo senso di stordimento,Domani probabilmente mi recherò dal curante per ottenere ulteriori informazioni.

Sono molto preoccupato è la prima volta che mi succede una cosa del genere,non soffro di emicrania,Si possono escludere patologie importanti?

Grazie in anticipo e distinti saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

una cefalea di recente insorgenza va valutata dal medico per avere una diagnosi di tipo, essendo le forme di cefalee davvero molteplici.
La diagnosi che Le ha fatto il Suo medico curante è probabile ma un ulteriore controllo, domani come Lei giustamente dice, è opportuno.
Se invece la sintomatologia dovesse persistere si rivolga ad un neurologo esperto in cefalee per un approfondimento diagnostico.
Stia sereno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta.
Come già anticipato domani andrò dal mio curante a chiedere ulteriori informazioni a riguardo.

C'è una cosa che però mi lascia perplesso, il senso di stordimento generalmente a cosa può essere dovuto?

Grazie in anticipo.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il senso di stordimento ci sta con la cefalea di tipo tensivo, è un sintomo che a volte si accompagna.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Salve;

E' passata circa una settimana,sono stato dal curante il quale mi ha diagnosticato una cefalea muscolo-tensiva a causa di vari fattori che hanno provocato in me un periodo di notevole stress.

Mi è stata prescritta una benzodiazepina (alprozalam) da prendere prima di andare a dormire,cmq in dosi piccole 7gocce,per una settimana.

La situazione è migliorata un pò,ma sento ancora che la cefalea persiste soprattutto durante il mattino e la sera.

Ora non so come comportarmi.

Grazie in anticipo e Cordiali Saluti.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nelle cefalee di tipo tensivo l'approccio terapeutico con le benzodiazepine è limitato soltanto ai primi giorni di trattamento. Considerato però che una terapia farmacologica per questo tipo di cefalea deve essere protratto nel tempo (mesi) queste molecole non sono particolarmente utili in queste situazioni se non nei primi giorni come giustamente ha fatto il medico curante.
Successivamente la terapia dovrebbe prevedere un'altra tipologia di farmaci che possono essere assunti nel lungo tempo. Dopo una settimana ne parli col medico curante o si rivolga al neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Salve;

Sono passate circa 2 settimana dall'ultimo post,il dolore è sensibilmente diminuito e sto generalmente bene.

Nonostante ciò mi sono recato da un neurologo per altri chiarimenti.

Il medico mi ha rassicurato,dicendomi che non è nulla di grave e che passerà con il tempo.

La terapia che mi è stata prescritta è l'assunzione di laroxyl per 6 mesi,(prima di un'altro controllo) partendo da 3 gocce fino ad arrivare a 15gocce nel giro di 2 settimane e mantenere questo dosaggio per i 6 mesi.

Ora, io mi atterrò scrupolosamente alla terapia indicata,ma girando per la rete ho constatato che molti utenti si lamentato di tale farmaco perchè fà ingrassare,mi chiedevo se tale cosa è vera,inoltre volevo sapere se le 15gocce sono un dosaggio basso oppure alto.

Cordiali Saluti e grazie in anticipo.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il laroxyl resta ancora il farmaco di prima scelta per la cefalea di tipo tensivo.
L'aumento di peso potrebbe essere un effetto collaterale ma non è sempre presente, come tutti gli effetti collaterali di ogni farmaco.
Il dosaggio prescritto, riferito alla cefalea di tipo tensivo, è medio-alto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Gentile Dotttore;

scusate se riuppo il thread,ma volevo far sapere come sta procedendo il tutto.

E' da tre mesi che prendo laroxyl ogni sera, adesso sotto consiglio del medico che mi segue sto prendendo un dosaggio di 10gocce.

Praticamente è da ottobre che non prendo più alcun FANS e non avverto più cefalee,sto molto meglio ora.

Come effetti collaterali mi si impasta la bocca.

Volevo chiedere poi; sono sempre imparanoiato da il fatto che il farmaco potrebbe far aumentare di peso , come scritto nel foglietto illustrativo.

In questi 3 mesi di terapia , non ho notato alcun aumento di peso, peso sempre 55kg,quindi volevo chiederle se da questo punto di vista potevo stare tranquillo.

Colgo l'occasione per fare gli auguri di natale a tutti.

Cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,,

mi fa piacere che la cefalea sia regredita e che non assuma più antidolorifici.
La bocca secca è un effetto collaterale frequente con questo tipo di farmaci ma mi pare di capire che nel complesso è ottimamente tollerato.
Come Le dicevo precedentemente, i vari effetti collaterali di ogni farmaco sono individuali e anche quelli più frequenti non si manifestano in tutti i soggetti.
Il temuto aumento di peso non si è manifestato e ormai dopo tre mesi di assunzione e con dosaggio ridotto rispetto a prima è improbabile che accada.
Buon Natale anche a Lei.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Un'aggiornamento:

Da due giorni accuso dei dolori lievi sempre di tipo tensivo che si attenuano uscendo di casa e si accentuano stando al computer o studiando analisi matematica.

Sono stato bene per 3 mesi con laroxyl, di cui l'ultimo mese con dosi ridotte senza alcun problema,adesso mi sembra una beffa che la colpa sia del laroxyl che non faccia più effetto.

Temperatura corporea normale.

[#11] dopo  
Utente
E' possibile che per questa classe di farmaci si possa sviluppare nel tempo una tolleranza come accade per le benzodiazepine?

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

generalmente non avviene. Comunque a volte la concentrazione sullo studio (analisi matematica non penso sia un gioco!) o sul computer con conseguente postura prolungata potrebbe risvegliare una celaea tensiva sopita.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
Gentile Medico;
da qualche giorno accuso dei dolori di entità lieve,moderata,continua e non pulsante in sede unilaterale.
In particolare nel lato sinistro della mia testa,il dolore si ripercuote sull'occhio sinistro e quando mi tocco la palpebra accuso un live dolore/fastidio.

Assumo sempre le 10 gocce di amitriptillina.

Cosa potrebbe essere? sono abbastanza preoccupato.
Potrebbe trattarsi ancora della fastidiosissima sintomatologia?
Le segnalo inoltre che la mia temperatura del corpo è di 36gradi centigradi pertanto risulta perfettamente nella norma

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

cosa potrebbe essere non è possibile stabilirlo on line, un'ipotesi è che si tratti di problemi di postura ma è solo un'ipotesi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro