Utente 266XXX
Da circa 2 mesi a fasi alterne (dolore per 7 giorni, pausa di 4 giorni, di nuovo dolore etc.) avverto dolore nella parte destra della testa che coinvolge a volte la tempia(quasi sempre), a volte sopra l'orecchio, altre volte la nuca. A tratti non è nemmeno un vero e proprio dolore, è più una presenza, un senso di costrizione, oppure mi sento come "tirare". Finora riposavo la notte e poi svegliandomi al mattino lo avvertivo di nuovo, adesso mi sveglio anche la notte e non dormo serenamente, anzi non sono serena affatto. Avverto anche un pò di nausea e una stretta allo stomaco quando penso a cosa potrebbe essere. Il mio medico curante mi ha prescritto una tac con e senza contrasto, è opportuna? Sono spaventata a morte per il mezzo di contrasto (in famiglia ci sono stati casi di allergia e shock anafilattico). Temo seriamente che sia un tumore celebrale!! Sono mamma di una bimba piccola e ho molta paura!!!

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

si tranquillizzi e non pensi malattie importanti.
Più che una TC riterrei che sia più opportuno effettuare una RM encefalica che può fare senza mezzo di contrasto. Se poi quest'ultimo fosse necessario lo indicherà il neuroradiologo ma spesso la RM encefalica senza m.d.c. è sufficiente. Le dico pure che il mezzo di contrasto della RM è molto meno allergogeno di quello della TC.
Oltre l'esame diagnostico sarebbe opportuno che effettuasse anche una visita neurologica presso un neurologo esperto in cefalee.
Stia serena.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 266XXX

Buon pomeriggio e grazie per la sua risposta.
Lei ritiene quindi che la RM sia sufficiente? Le premetto che anche il mio medico curante mi aveva detto di star serena ma siccome il disturbo non va via e mi ha visto sempre più preoccupata, mi ha prescritto la TC e a questo punto più completa possibile (cioè col mezzo di contrasto) in modo da tranquillizzarmi totalmente.
Il fatto è stato che appena ho sentito mezzo di contrasto mi sono spaventata. Sono un soggetto un pò ansioso per la verità da quando son diventata mamma ma stavolta il fastidio prosegue e mi impensierisce non poco. Ad esempio in questo momento è presente, non mi impedisce nè i movimenti nè il pensiero o la scrittura però è come se mi tirasse l'orecchio e la tempia verso dietro. Sono stata a mare, ho nuotato, mangiato, giocato con la bimba ma non mi ha lasciato, era sempre lì presente, leggero ma c'era. Altre volte è un pò più forte ma non tale da prendere un antidolorifico, altre ancora aumenta un pò di più; in questi casi prendo una bustina (ibuprofene 600) e passa. Davvero non so cosa pensare.....

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

una cefalea da neoplasia cerebrale non passa con ibuprofene, quindi si rassereni.
Sì, una RM senza m.d.c. sarebbe sufficiente a meno che il neuroradiologo non la voglia completare con contrasto, ma, Le ripeto, generalmente è sufficiente senza.
Lei ha bisogno soltanto di una diagnosi del tipo di cefalea, poi in base a questa si può iniziare un'adeguata terapia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 266XXX

Buonasera. La ringrazio sia per aver risposto sia per avermi rassicurato.
A completamento di ciò che le ho precedentemente descritto da circa 1 anno e mezzo soffro di mal di testa legati al ciclo mestruale (da più ragazza non ne soffrivo) ma durano un paio di giorni ovviamente a ridosso del ciclo e basta, mentre da circa 2 mesi, appunto, ho notato questo tipo di dolore che è diverso (a volte meno violento) e più duraturo...ecco perchè mi sono sorti questi brutti dubbi.
Inoltre volevo chiederle anche se nella RM che mi consiglia di fare si possono vedere anche aneurismi o piccole ischemie (ne ho il terrore!).
La ringrazio anticipatamente e mi scusi ancora per le tante domande.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

nella RM encefalica si vedono anche le piccole ischemie, pure quelle che passano inosservate. Invece per quanto riguarda gli aneurismi sarebbe meglio associare alla RM classica anche l'Angio-Rm dei vasi intracranici. Comunque gli aneurismi piccoli non danno alcuna sintomatologia (nemmeno la stragrande maggioranza di quelli più voluminosi).
L'altra forma di cefalea che descrive è associata al ciclo mestruale ed è particolarmente frequente.
<< ho notato questo tipo di dolore che è diverso (a volte meno violento) e più duraturo>> per questo motivo Le ho consigliato anche la visita neurologica, per potere fare diagnosi del tipo di cefalea riferita.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 266XXX

Buon giorno e tante grazie ancora. Oggi prenoto la RM e a giorni vedrò un neurologo esperto in cefalee.
Una domanda...l'Angio-RM dei vasi intracranici è invasiva? si fa con il mezzo di contrasto? me la consiglia?
Perchè avevo anche pensato che il mal di testa potesse procurarmelo un piccolo aneurisma che iniziava a farsi sentire e allora potevo correre ai ripari controllandomi....non so sono un pò confusa perchè queste cose mi spaventano tantissimo!!!! Più che altro mi spaventano la violenza e la velocità con le quali si presentano e l'impotenza che ha la gente che ne è colpita. Tra l'altro so che l'aneurisma può essere congenito e quindi non dipende dall'età o dallo stile di vita, come magari un'ischemia.
La ringrazio e la saluto cordialmente.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non penso sia necessaria l'Angio-RM che non è un esame invasivo e si può fare anche senza mezzo di contrasto.
Un piccolo aneurisma cerebrale in ogni caso non dà nessuna sintomatologia, pertanto Lei ha lo stesso rischio che ha la popolazione generale, me compreso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 266XXX

Buonasera...da ciò che lei mi scrive devo dedurre che non c'è verso di prevedere simili accidenti a meno che uno non si faccia rivoltare come un calzino???
A questo proposito, però, volevo sottoporle il contenuto di un articolo che ho letto tempo fa (credo sul Corriere della Sera) dove si sosteneva in sintesi che la rottura di un aneurisma è preceduta da caratteristici episodi di cefalea (forte e improvvisa e a sede posteriore, rigidita' della nuca ed eventuali disturbi di accompagnamento: vomito, perdita di coscienza e di motilita) che se ben interpretati potrebbero far scattare prima l'allarme e salvare, a volte, delle vite. Lei crede sia possibile questo???
In ogni caso spero che questo mal di testa (che anche oggi, a fasi alterne, è stato presente), qualsiasi sia la causa, cessi al più presto perchè un pò mi destabilizza!!!
La ringrazio ancora e, se vuole, appena avrò i risultati della RM e della visita neurologica, le farò sapere.
Cordialmente.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la sintomatologia che riferisce è già da rottura di aneurisma, non è precedente.
La rottura di un aneurisma cerebrale infatti è un fatto acuto ed improvviso che può dare la sintomatologia predetta.
Consideri pure che ci sono casi di rottura di aneurisma non mortali.
Certamente, può farmi sapere l'esito della visita neurologica e della RM encefalica.
Stia serena.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 266XXX

...allora è proprio vero che non sempre ciò che si legge qua e la, soprattutto di medicina, è attendibile...l'articolo era intitolato proprio "il mal di testa che salva la vita"ed era incentrato sul fatto che questa sintomatologia poteva precedere il fatto e quindi prevederlo.

In ogni caso, con oggi sono 5 giorni di questo fastidio dopo una pausa di un paio di giorni e sono davvero stanca...credo che per riposare meglio stasera prenderò un antidolorifico e proverò a non preoccuparmi anche se non è molto facile in queste condizioni. Purtroppo per la RM devo aspettare parecchio...confido almeno nella visita neurologica. Sono un pò sfiduciata perchè spererei che passasse lasciandomi un pò di respiro!!!
Buonasera e grazie per la sua disponibilità.

[#11] dopo  
Utente 266XXX

Buongiorno...ieri sera non ho poi preso l'antidolorifico perchè il dolore s'è attenuato da solo fin quasi a sparire (tra l'altro non prendo farmaci volentieri ), ho quindi riposato meglio ma stamattina è di nuovo presente...stavolta un pò più indietro...verso la nuca, poi passa nuovamente alla tempia...leggero ma fastidioso...ho anche il lato dx del collo un pò più rigido e contratto rispetto all'altro lato.
Ma davvero devo stare serena nonostante non passi, davvero non devo pensare a cose serie e gravi???
Avevo dimenticato di aggiungere che ho notato da un pò di tempo di essere un pò più svagata, distratta...(mi scordo dove metto un oggetto oppure mi ricordo all'ultimo minuto di avere un impegno). E' da attribuire al mal di testa o allo stato di ansia che ne sta seguendo??
Un'ultima cosa...ma se prendessi ugualmente un antidolorifico/antinfiammatorio per verificare se passa o meno...anche se è leggero..non so forse sto dicendo delle cose non molto sensate nella speranza che davvero non sia niente di grave.
Buona giornata.

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi pare che Lei abbia già preso ibuprofene e la cefalea sia cessata, pertanto la prova l'avrebbe già fatta.
I disturbi "psichici" che riferisce possono essere dovuti sia alla cefalea, soprattutto se di tipo tensivo, che all'ansia da preoccupazione.
Anche un'origine della cefalea dai muscoli del collo non è da escludere, considerata la tensione muscolare che riferisce.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 266XXX

Grazie ancora dottore, all'inizio della prossima settimana avrò la visita dal neurologo...confido molto in ciò perchè spero di liberarmi del problema . Per quanto riguarda la risonanza, che è stata fissata per la settimana successiva ancora, devo adottare qualche accortezza particolare?
Anche oggi ho avuto e ho ancora il mal di testa che a volte è fermo tra la tempia e sopra l'orecchio e altre volte va verso dietro, tra il centro della testa e la nuca. Forse mi sbaglio ma, potrebbe essere legato anche all'orecchio??? oppure, come dice lei, origina dalla cervicale...chissà...comunque non è pulsante, alterna dei momenti in cui le fitte sono più forti ad altri in cui è appena impercettibile, oppure è continuo ma appunto, come le dicevo, sotto forma di presenza più che di dolore.
Le auguro una buona serata.

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

no, per la RM non deve adottare nessun accorgimento.
Per il resto faccia serenamente la visita neurologica e mi faccia sapere.
Stia tranquilla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 266XXX

Dr. Ferraloro buongiorno,
mi hanno definitivamente fissato la visita neurologica per giorno 14 di questo mese e successivamente a quest'ultima il neurologo dice che mi consiglierà l'esame medico più adeguato(tac, risonanza, ecc.).
Io, però, sono molto preoccupata per un motivo: per circa 2 giorni non avevo avuto alcun tipo di fastidio alla testa....sembrava essere del tutto passato...poi ieri sera è tornato e anche stamattina è presente. Il fatto è che ho voluto prendere una bustina (anche se era sopportabile) per stare ancora meglio ma il dolore, per quanto leggero, non è passato. Allora ripensando alle sue parole <<una cefalea da neoplasia cerebrale non passa con ibuprofene>> mi sto preoccupando...son già 2 ore che l'ho presa!!
Quali altri sintomi provoca un tumore?? Perchè questo dolore non passa e dura da così tanti giorni???
Aggiungo anche che ho notato che certe volte l'occhio dx (cioè dal lato che mi fa male) sembra essere un pò più chiuso.
Non so cosa fare...l'attesa della visita e della RM, la presenza del mal di testa e la paura d'avere qualcosa di brutto stanno mettendo a dura prova i miei nervi!!!
Grazie e buongiorno.

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

si tranquillizzi.
Consideri che spesso gli antidolorifici non funzionano nemmeno nelle cefalee di tipo tensivo e a volte nemmeno in quelle cervicogeniche. Inoltre anche forme emicraniche sono spesso resistenti a tanti FANS (farmaci antinfiammatori), pertanto non è questo un criterio di valutazione corretto.
Faccia serenamente la visita e gli eventuali esami diagnostici che Le potranno essere prescritti.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 266XXX

Ma può una cefalea o un'emicrania durare così tanto??? E se così non fosse e avessi davvero qualcosa d'altro, a cosa dovrei stare attenta, a quali altri sintomi o cambiamenti dovrei prestare attenzione??

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

esistono tanti tipi di cefalea che possono persistere per lungo tempo, non è questo il problema. Nel Suo caso poi la sintomatologia è cessata per due giorni.
Non deve fare attenzione a nessun altro sintomo, ci penserà il neurologo.
Si tranquillizzi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 266XXX

Mi creda, sto cercando di fare proprio questo ma appena sento arrivare il disturbo comincio ad innervosirmi e a pensare a tutte le cose più spiacevoli.
E poi mi chiedo come potrà fare il neurologo a capire cosa ho senza aver in mano nessun referto di esame strumentale...davvero con una visita si possono escludere o confermare patologie??? Io volevo farmi la RM prima in modo poi da fargli vedere un referto ma è stato proprio lui a sconsigliarmelo.
Grazie ancora e scusi il "bombardamento" di domande.

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

ci sono segni e prove diagnostiche durante la visita neurologica che ci possono dare delle informazioni preziose, tanta cose è possibili escluderle e altre eventualmente sospettarle. Gli esami diagnostici si effettuano in base al sospetto ed in base ai riscontri della visita medica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 266XXX

Gentilissimo dott.Ferraloro, lungi da me mettere in dubbio le sue parole e il valore dell'arte medica alla quale peraltro mi sto affidando e credo molto(mio padre è un informatore medico), ma è possibile sospettare anche un tumore dalla visita che effettua il neurologo??
Glielo chiedo perchè proprio quest'estate un conoscente (40 enne) ha scoperto troppo tardi di avere un tumore al cervello (credo un glioma), anche se era stato da uno specialista per via proprio di un mal di testa che non passava mai. Ecco la mia paura...iniziare ad avere questo strano mal di testa, chiedersi cosa sia ed apprendere qualche giorno dopo questa notizia mi ha messo proprio tanta angoscia....e se succedesse anche a me ciò che è successo a quell'uomo?

[#22] dopo  
Utente 266XXX

Aggiungo che a quest'uomo non era stato prescritto alcun controllo strumentale, solo degli antidolorifici da prendere alla bisogna. Un paio di settimane fa è svenuto in riva al mare (si pensava ad un colpo di calore, abbassamento di pressione,ecc.)e da allora non è più uscito dall'ospedale....Forse è stupido da parte mia fare simili parallelismi e confronti ma mi è venuto istintivo preoccuparmi e da allora non ho più avuto serenità...esternamente, si, per i miei cari, ma dentro ho una tempesta!! Scusi il mio sfogo!

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non deve scusarsi di nulla, è normale ciò che scrive.
Capisco la Sua preoccupazione che scaturisce, forse, soprattutto dalla recente conoscenza del caso che ha descritto.
Ovviamente ogni caso è diverso da un altro e non è possibile fare dei parallelismi.
La visita neurologica non può sospettare una neoplasia cerebrale quando questa è di piccole dimensioni, per dare una sintomatologia chiara è necessario che la neoformazione raggiunga delle dimensioni notevoli da comprimere le strutture circostanti, in questo caso si presenta con sintomi e segni clinici esterni.
E se il neurologo riterrà di non prescrivere nessun accertamento?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 266XXX

Buongiorno e grazie per la sua comprensione.
Sono la prima a rendersi conto che soprattutto in medicina ogni caso è diverso dagli altri ma è anche vero che quando ho appreso quella notizia, ho cominciato a leggere su internet(e forse ho sbagliato) tutte le caratteristiche e i sintomi del tumore celebrale, l'età di insorgenza e tutto il resto. Ho acceso il pc per informarmi meglio e per tranquillizzarmi e invece è finita che mi sono preoccupata sempre di più perchè alcune descrizioni corrispondevano con ciò che sentivo io. L'unica cosa buona che ho fatto è stato entrare in questo sito.
Per quanto riguarda la sua domanda finale...le dirò...me l'aspettavo anche perchè me la son fatta anch'io. Sinceramente credo che farò ugualmente un controllo, di sicuro senza mezzo di contrasto per evitare problemi, ma lo farò. Ho la necessità di stare un pò più tranquilla perchè con i dubbi si vive malissimo soprattutto quando pensi che c'è una bambina che dipende da te e tu devi darle il massimo.
E poi così qualunque cosa (se c'è) anche piccola e quindi magari non riscontrabile dal medico, si vedrà!
La saluto cordialmente.

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

ok, anch'io mi aspettavo la Sua risposta, comunque ritengo che in effetti abbia ragione, altrimenti non si tranquillizzerà mai. Convengo con Lei che leggere on line la sintomatologia di malattie importanti è controproducente soprattutto in soggetti suggestionabili o ansiosi. Spesso alcune sintomatologie sono comuni a molte malattie, anche banali.
Stia serena e buona giornata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 266XXX

Dott.Ferraloro buongiorno,
ieri ho fatto la visita neurologica da un medico neurologo esperto in cefalee, ho parlato descrivendo per bene il tipo di dolore che ho, da quanto tempo è presente e le differenze che ci sono con il solito mal di testa mensile. Il dottore mi ha detto che è buona norma non trascurare e attenzionare i mal di testa quando cambiano (tipologia, durata intensità, ecc.) e per questo motivo e per star più tranquilli sia io che lui, mi ha detto di fare sia una RM sia un Angio RM per scongiurare anche la presenza di piccoli aneurismi....mi ha gettata nella preoccupazione più totale (il mio più grosso spauracchio, l'aneurisma, è tornato a far parlare di se)!!!!
Così ieri stesso sono riuscita a fare entrambi gli esami e adesso ho tra le mani il CD della risonanza anche se per il referto devo aspettare giorno 20. Inutile dirle che ho già aperto il CD un paio di volte ma purtroppo l'unica cosa che sono riuscita a capire è stata la struttura della testa e una certa asimmetria dei due emisferi (ma non so se ho visto bene o è normale) e basta! Mi sa che devo aspettare pazientemente il referto di giorno 20 e poi il seguente incontro con il neurologo a cui porterò l'esame svolto.
Devo dire che ieri sera, qando ho finito, il tecnico che ha svolto la risonanza, mi ha detto:"a prima vista sembra non esserci nulla ma poi è il radiologo che deve fare il referto, io non sono nessuno"...ovviamente...
Ma mio padre, forse per tranquillizzarmi è stato del parere che se ci fosse stata qualcosa di poco chiaro un tecnico di laboratorio non si sarebbe espresso così....non so...dovrei star tranquilla???
Comunque, tanto per cambiare, ieri sera sono andata a letto con il mal di testa un pò più forte del solito (forse per il rumore della RM) e stamattina s'è già fatto sentire sottoforma di fittarelle alla tempia!!
Scusandomi per il racconto-fiume, le auguro una buona giornata.

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il neurologo si è comportato come generalmente si fa in queste occasioni, è prassi che si ricorra a questi esami, sempre per stare tranquilli.
L'eventuale asimmetria che si riscontra in alcune immagini è normalissima, non dia significato a questo elemento.
Alla fine della visita neurologica, a parte gli esami prescritti, cosa Le ha detto il neurologo sull'esito della visita?

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 266XXX

Leggendo ciò che le ho scritto prima mi sono accorta di aver omesso proprio ciò che mi ha chiesto. Allora il risultato è che non ci sono "differenze di lato", come le ha chiamate lui, cioè mi ha spiegato che non ha riscontrato alterazioni o differenze di un lato del corpo rispetto all'altro. Mi ha fatto distendere e ad occhi chiusi ha voluto che tenessi le mani e le gambe in una precisa posizione, poi mi ha controllato i riflessi di braccia e ginocchia, mi ha fatto la prova di babinsky e altri nomi che non ricordo e poi con un apparecchietto mi ha misurato il flusso sanguigno alle carotidi e sulle orbite. La visita, a suo dire, è stata soddisfacente ed è tutto nella norma.
Spero di essere stata esaustiva. Secondo lei haoperato bene, mi ha fatto una buona visita e i controlli me li ha prescritti solo per tranquillità o perchè magari ha visto qualcosa e vuol essere più sicuro prima di pronunciarsi? Cosa ne pensa di ciò che mi ha detto il tecnico, posso tranquillizzarmi un pò?? Grazie ancora

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la visita neurologica mi sembra completa. Il fatto che il neurologo non abbia riscontrato nessun segno sospetto è ovviamente un fatto positivo.
Altrettanto considererei ciò che Le ha detto il tecnico di radiologia, almeno se di provata esperienza ma questo non è possibile saperlo.
Comunque la visita è stata negativa, si tranquillizzi e trascorra un sereno fine settimana.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 266XXX

Grazie per avermi tranquillizzata come sempre. A trascorrere il fine settimana serenamente ci sto provando se solo andasse via sto dolore che una causa però deve comunque averla dico io!!!
Comunque la ringrazio ancora e auguro anche a lei un buon week end.
Un'ultima cosa: ho letto che l'angio rm si effettua anche con ricostruzione MIP, ma nel mio cd questa ricostruzione credo non ci sia e nemmeno la relativa immagine che ho visto su internet.
E' incompleta?? si vede bene ugualmente ciò che si deve vedere??è vero che a volte sembrano aneurismi delle circonvoluzioni normali delle arterie e viceversa???

[#31] dopo  
Utente 266XXX

dimenticavo, per scrupolo, il neurologo mi ha anche prescritto una visita dall'otorino

[#32] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

stia tranquilla perchè l'angio-RM è valida ugualmente, non si ponga queste domande.
Su eventuali errori d'interpretazione, ritengo che per un neuroradiologo esperto questo rischio è vicino allo zero.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#33] dopo  
Utente 266XXX

Buonasera dott.Ferraloro,
come promesso le allego l'esito della RM + Angio RM:

" Indagine eseguita con tecnica FSE, FLAIR, DWI e MERGE mediante acquisizioni assiali, coronali e sagittali dipendenti dal T1 e dal T2.
Il sistema ventricolare appare regolare per dimensioni e morfologia.
In asse le strutture della linea mediana.
Normali gli spazi subaracnoidei della base e della convessità.
Non sono apprezzabili aree di alterato segnale parenchimale in sede sopra e sottotentoriale.
ANGIO-RM VASI DEL POLIGONO DI WILLIS
Indagine eseguita con tecnica TOF-3D mediante partizioni assiali e ricostruzioni MIP.
Non sono apprezzabili alterazioni morfologiche e di segnale di flusso ematico a carico dei vasi del poligono di Willis."
(non avevo proprio capito cosa fosse la ricostruzione MIP e credevo non l'avessero fatta....sono proprio ignorannte in materia!!!!)
Per completezza le allego il risultato della visita neurologica che avevo fatto 1 settimana fa:

" Paziente con emicrania mestruale, recenti variazioni del quadro cefalalgico che è quasi quotidiano non indicativo di emicrania. Non presenti differenze di lato. Esame nella norma. Si consiglia eseguire RM encefalica+Angio RM "

Domani pomeriggio ho la 2° visita con il neurologo che vuole vedere l'esito dell'esame e parlare comunque di una cura o di un trattamento della cefalea. Per quanto mi riguarda il fastidio è molto diminuito, ogni tanto sento delle piccole fitte ma molto più sporadiche, sono anche molto più tranquilla stasera perche sembra proprio che sia tutto al posto giusto nella mia scatola cranica, vero?
Le auguro una buona serata e la ringrazio per la sua pazienza e i suoi consigli.

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

Le confesso che intuitivamente sentivo che gli esami effettuati fossero negativi.
Ovviamente non potevo sbilanciarmi a distanza e senza una visita neurologica ma dal contesto dei vari post e della visita neurologica negativa ho avuto sin dall'inizio questa sensazione.
Adesso mi fa particolarmente piacere apprendere che è tutto ok e che Lei stia meglio.
Mi faccia sapere, se vorrà, cosa Le dirà il neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Con tutti i limiti di un consulto on-line, alcune cose che ha raccontato mi spingono ad indagare meglio il suo distretto orale.
Lei parla di una cefalea, di una tensione al collo e alla nuca, e di un dolore che si irradia fino all'orecchio.

Queste problematiche potrebbero trovare la loro spiegazione nella sua bocca, in una cattiva chiusura della stessa o nel bruxismo (abitudine parafunzionale dello stringere o strofinare i denti fra loro).

Vorrei quindi porle alcune domande per capire se questo mio sospetto ha basi concrete o meno:

Ha dei denti che le mancano, ponti, corone, o altri tipi di protesi?
Ha messo l'apparecchio ai denti da piccola?
I denti, per quanto lei sappia, combaciano bene fra loro?
Dorme bene o si sveglia frequentemente di notte?
Ha mai parlato delle sue problematiche con un dentista?

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#36] dopo  
Utente 266XXX

Gentile dott. Ferraloro, ieri il neurologo, dopo essersi tranquillizzato insieme a me per la negatività degli esami svolti mi ha detto che se volevo potevamo intraprendere una cura, anzi una profilassi solo per l'emicrania mestruale e mi ha prescritto: flumagen 5mg (1 compressa)e mag 2 (1 bustina)da assumere 2/3 giorni prima del ciclo fino all'ultimo giorno del ciclo e, alla bisogna, la solita bustina di ibuprofene per 3 mesi circa. Il mio medico curante però non si è trovato molto daccordo in quanto il flumagen è un vasodilatatore e in sostanza un antipertensivo; dato che ho la pressione solitamente a 100/60, non vorrebbe che mi sentissi male e mi ha consigliato di sopportare il mal di testa mestruale come ho sempre fatto. Per quanto riguarda l'altro genere di mal di testa, quello per cui ho anche chiesto questo consulto, mi ha detto di fare l'esame all'orecchio e poi di richiamarlo eventualmente per comunicargli l'esito.
Rispondo anche al dott. Sergio Formentelli che gentilmente ha dato anche il suo parere ringraziandolo, in effetti io ho dei problemi a carico dei denti. Ho 2 mole che mi mancano (8° e 6° molare superiore sx), gli incisivi un pò storti che non combaciano benissimo tra loro, ho messo l'apparecchio da piccola(dai 9 ai 10 anni ma era quello mobile e lo toglievo spesso perchè parlavo male) e qualche volta mi sveglio la notte ma non sempre.
Grazie ancora per la vostra disponibilità, buona giornata.

[#37] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Si consulti con uno gantologo, o un dentista generico con conoscenze gnatologiche.
I suoi disturbi, almeno in parte, hanno una buona probabilità di venire dalla bocca o per malocclusione o per bruxismo , magari combinati assieme.

http://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/439/Lo-gnatologo-ma-chi-e-costui

Se non conosce questa figura professionale, qui le do una descrizione.

Approfondimenti sull'argomento bruxismo e sugli altri argomenti li trova, oltre che sul mio sito personale www.malocclusione.it , su questi articoli:

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1363-bruxismo-diagnosi-terapia.html

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-cefalea-viene-bocca.html


Le suggerisco, per potere ottenere più pareri al riguardo, di postare la sua richiesta anche nell'area di Gnatologia clinica, senza dimenticare, però, che i suoi disturbi potrebbero avere anche un'altra origine, o avere origine multifattoriale.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il flunagen da 5mg, nonostante sia un calcioantagonista, non ha un effetto ipotensivo significativo, cioè non influisce sui valori pressori arteriosi. Se così fosse avremmo potuto utilizzarlo come blando antipertensivo in soggetti con lieve ipertensione ma non si utilizza a questo scopo proprio per le sue proprietà non antipetensive.
Pertanto, a maggior ragione considerato l'uso limitato a pochi giorni al mese, non vedo nessun problema.
In alternativa esistono anche altri farmaci efficaci per questo tipo di profilassi ma, ripeto, il flunagen, come prescritto dal neurologo, non crea problemi.
Faccia il controllo gnatologico, se dovesse risultare negativo, è possibile anche intraprendere un altro tipo di profilassi farmacologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro