Sensazione di intontimento

Gentilissimi dottori ho 36 anni e da circa un mese ho uno strano disturbo. Premetto che sono un po più di due mesi che non fumo e che da circa uno ho smesso di assumere un antidepressivo, alprazolam. Prendevo di questo farmaco al inizio 10 gocce tre volte al giorno poi per due anni ho preso 10 gocce alla sera e negli ultimi mesi 5 gocce prima di dormire. Ora nel ultimo mese mi è venuto uno forte senso di confusione per spiegarmi alcune volte mentre parlo mi sembra di non riuscire a fare un discorso di senso compiuto, oppure faccio una cosa quando vorrei compierne un altra, per esempio apro un cassetto per un altro. Nel ultima settimana mi è comparso un fastidio al collo che va e che viene e qualche volta un po di cefalea soprattutto nel lato destro della testa vicino alle tempie. Sono dei dolori non forti che passano da soli senza l assunzione di farmaci. Il mio medico di base non mi vuole fare fare degli esami. Quindi volevo chiedere a voi se può essere solo una cosa psicologica come dice lui o se sia il caso di fare qualche controllo. Premetto che io di mio sono una persona un po ipocondriaca
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

è sicuro che il farmaco che assumeva era alprazolam? Questo non è un antidepressivo ma un ansiolitico.
Verifichi il farmaco. Per quale motivo lo prendeva?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Sì mi scusi ha ragione lei si tratta di un ansiolitico ho sbagliato io a scrivere. Me lo aveva prescritto il mio medico di base perché stavo passando un periodo non facile, causa una malattia grave che ha colpito un mio parente. Non riuscendo a dormire di notte ed essendo agitato mi ha prescritto l alprazolam. L ho preso per quattro anni, al inizio 3 volte al giorno per due anni, poi solo la sera prima di andare a letto e raramente durante la giornata, 10 gocce alla sera. Negli ultimi mesi prendevo solo 5 gocce alla sera
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

l'impressione a distanza è che il Suo sia un disturbo d'ansia o da astinenza dall'ansiolitico e dal fumo. Deve vedere il decorso, in qualche settimana dovrebbe regredire.
Sicuramente in passato c'è stato un uso non corretto dell'ansiolitico che non va utilizzato per anni ma solo per alcune settimane. Quando è richiesto un lungo periodo di terapia i farmaci da utilizzare devono essere scelti da altra classe farmacologica.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottore la ringrazio per la risposta, ho prenotato infatti per lunedì una visita dallo psicologo per poter trovare una soluzione con un percorso a questo mio problema. Ma le crisi di astinenza dall'ansiolitico possono durare così tanto? In fondo non ne assumevo una grande quantità
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Il disturbo d'ansia sembrerebbe predominante ma associato alla mancanza dell'ansiolitico può accentuare questo tipo di sintomatologia.
Ha fatto comunque bene a sospendere l'alprazolam dopo quattro anni di assunzione.

Cordialità

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test