Utente 460XXX
buongiorno io sono una donna di 32 anni e chiedo un consulto in merito al mio problema perchè vivo una situazione di puro terrore. Circa 3 mesi fa iniziai cn un bruciore molto forte al lato esterno della gamba destra e non passava con nulla e credevo dipendesse dalla caduta di due gg prima dove avevo sbattuto forte il ginocchio.la gamba iniziava a tirare e la sentivo strana.aspettai altri 2 gg in cui iniziai ad avere dolore al braccio sinistro e vibrazioni e cosi andai.tutto risultò negativo compresa visita neurologica. Nei gg successivi notai contrazioni muscolari nella gamba visibili e non specialmente di notte e a riposo e la gamba tirava come n fosse mai a riposo. il bruciore spari e rimasero crampi alle dita. di notte iniziai ad avere contrazioni e spasmi alle braccia collo ed entrambe le gambe. andai da un secondo neurologo che mi disse che sla non era. a circa un mese e mezzo dai primi problemi la gamba destra miglioro e la sinistra inizio ad avere problemi analoghi ma peggiorava. continue contrazioni muscolari poco visibili e spasmi a riposo o dopo attivita quotidiane, di notte qualche contrazione notturna.inizio il panico perche piu mi informo sulla sla e piu i miei sintomi corrispondono e cosi inizio cn problemi a respirare nodo in gola e ansia. io ho la gerd da 5 anni trattata cn pantoprazolo da 20 mg una al gg prr cui le sensazioni di fatica a deglutire nodo alla gola ecc le attribuii a quello. Non ancora convinta 2 gg prima di ferragosto quindi circa 3 mesi dai primi prolemi andai dal 3 neurologo. lui dopo un accurata visita mi tranquillizzo . Mi disse n solo che n avevo la sla ma che non c era nessun deficit neurologico per nessun altra indagine e che secondo lui e dovuto al peso che sforza sulla colonna vertebrale e sia mani che gambe ne risentono. ad ogni modo FINALMENTE SERENA vado in toscana 4 gg, camminai molto tra code per musei scampagnate e salite, con un po di difficolta riuscii cmq a fare tt.Apoena tornata peggioro tutto iniziai coi crampi alla solita gamba, l altra e anche alle braccia, forti e contrazioni anche visibili, piccoli scatti della gamba e andai in panico. come n bastasse iniziai cn acqua in bocca lingua impastata e di notte tt contrazioni alla gamba e a d ogni respiro si chiudeva la gola. Mi sento cosi da 10 gg circa e sn stanchissima. Oggi il colpo di grazia sn seduta sulla sedia da 20min e all improvviso sento il piede strano tipo formicolio, provo a camminare ma e cm se la gamba fosse tt strana pesante senza forza e addormentata. riesco a camminare e stare anche sulle punte dei piedi ma la gamba destra e indolenzita.ora ho la convinzine totale di avere la sla e vorrei solo almeno una risposta che n mi faccia uscire pazza. in 3 mesi la sla riduce cosi? possibile che fino ad ora in 3 visite neurologiche cn peggioramento dei sintomi n si sia notato nulla?? esiste qualcosa che possa avere sintomi analoghi alla sla ma che invece magari comporti uno schiacciamento di nervi o altro? ...che cavolo ho???

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

mi sembra strano che "più m'informo sulla SLA e più i miei sintomi corrispondono" in quanto la sintomatologia non fa pensare completamente alla SLA.
Detto questo, tre visite neurologiche ravvicinate e con esito negativo dovrebbero tranquillizzarLa riguardo la malattia che teme, inoltre un miglioramento sintomatologico nella SLA purtroppo non avviene.
Lasci perdere la malattia, su cosa si sono orientati i vari neurologi che ha consultato, a parte l'esclusione della SLA?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 460XXX

grazie per la risposta gentile dottore. Premetto che della sla me ne accenno il primo neurologo dell ospedale al quale chiesi del perche di una visita neurologica e lui mi disse che alcune patologie tra cui sm sla o neuropatie iniziavano da un deficit ad un arto. e quando sentii della sla e mi informai un po di paura mi venne. il terrore subentro dopo quando la cosa peggiorò e i sintomi combaciavano sempre piu con quella malattia. ecco la cosa strana e che nessun neurologo mi diede o mi fece una diagnosi. mi dissero solo non e sla sara sicuramente kl peso che preme sulla colonna e lei che oltretutto e ansiosa peggiora il tutto. ad oggi come gia le ho detto anche la gamba destra ora ha problemi. la sento tirare dietro la cosccia e sento crampi nel polpaccio e come l altra vedo il muscolo contrarsi. Ecco perche sn spaventata perche nulla migliora ma tt peggiora. io n so se in 3 mesi quella malattia ti procura tt cosi velocemente ma io cmq sto come sto e senza una diagnosi. e la convinziine di averla ormai e costante e non vivo piu. cosa altro potrebbe essere visto cio che ho?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il senso di tirare e il dolore non sono sintomi di SLA.
Mi pare che l'ipotesi avanzata dal uno dei neurologi, il sovraccarico sulla colonna amplificata molto dall'ansia, possa essere una spiegazione.

"ad ogni modo FINALMENTE SERENA vado in toscana 4 gg, camminai molto tra code per musei scampagnate e salite, con un po di difficolta riuscii cmq a fare tt.Apoena tornata peggioro" la SLA non da mai periodi di miglioramento, nemmeno in vacanza, a mio avviso era la Sua testa che era più libera, era appunto in vacanza...

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 460XXX

la ringrazio di nuovo per la risposta. il problema è che io miglioramenti non ne ho mai visti, è stato tt un susseguirsi di eventi. dalla gamba destra alla sinistra che poi e peggiorata per poi aggiungersi di nuovo la destra. i crampi e le contrazioni muscolari sn davvero fastidiose e per quanto riguarda la vacanza si partii con serenita per poi ritrovarmi l ultimo gg che di notte la gamba si contraeva e scatrava come una molla. per quanto riguarda la destra per ora sento tirare nel gluteo e dietro la coscia e a volte se mi chino sento dolore nell osso sacro invece i crampi sono nella coscia e gluteo e anche le contrazioni. per quanto riguarda la sinistra il fastidio e un po ovunque specialmente caviglia ed esterno coscia. sono i crampi che n sopporto anche se la gamba non sembra affaticata invece la destra cavolo sembra tt indolenzita tira dappertutto. in ogni caso cosa mi consiglia di fare? nessuna rm nessuna elettromiografia?? analisi?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una RM della colonna lombo-sacrale è senz'altro indicata.
Le ricordo che il dolore e il "senso di tirare" non c'entrano con la SLA. Per l'EMG poi si vedrà in base ai riscontri della RM.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 460XXX

si esatto cio che pensavo anche io che una rm era appropriata. la terro informata e la ringrazio di nuovo per la sua disponibilità. cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Va bene, mi faccia sapere gli sviluppi.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 460XXX

salve dottore a distanza dall ultima volta che ci siamo sentiti mi hanno cinsigliato l ennesima visita neurologica cosi sn tornata dal medico precedente che mi ha di nuovo sottoposta a esame fisico e anche sotto sforzo tipo piegamenti ripetuti e alzate dal pavimento e mi ha ripetuto che di neurologico non ce nulla. quando sono andata da lui la settimana scorsa avevo oltre al problema della gamba anche contrazioni del muscolo della punta della lingua, salivazione eccessiva e crampi forti alle gambe. Lui mi disse che di sicuro e un problema di contrazioni e spasmofilia causate da carenza di vitamine e sali compreso acido lipoico e mi diede degli integratori tra cui alanerv neuraben e polase e mi rassicuro sulla tanto temuta sla. io cn la gamba sin ho iniziato a stare un po meglio anche la lingua e le contraziini muscolari. da 3 gg pero ho una debolezza al braccio destro come se alzassi i pesi tt i gg, lo sento stanco e si contrae il muscolo sotto al braccio. se io alzo le braccia e choudo gli occho rimangono pari e anche la forza della mano sembra abb buona ma a me ora torna la paura anche se so che nella sla non si migliora temo mi sia venuta ora. ieri ho fatto rm encefalo e cervicali x la schiena ne lui ne l ortopedico me l hanno data. invece testa e cervicale dovevo farle da tempo.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

e siamo a quattro visite neurologiche...tutte negative...
Il problema ansioso però non l'affronta, a prescindere da eventuali problematiche a livello vertebrale, è la paura immotivata che deve essere curata altrimenti non si libererà facilmente da questi pensieri.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 460XXX

salve grazie per la risposta. Le do ragione per l ansia che però non dipende interamente da me poichè la 4 visita non l ho fatta di mia spontanea volontà ma l ha voluta la mia dott di base, che probabilmente è piu ansiosa di me. Io non capisco davvero perchè mi prendano ste cose, adesso il braccio non ha motivo di essere cosi..la rm è nella norma, neurologicamente n ce nulla....mi rifiuto di credere che venga dal nulla ipotetica carenza di minerali a parte...io mi ero tranquillizzata glielo assicuro, ma vedere che da un gg all altro un braccio sembra portare 500 kg e asciugarsi i capelli diventa faticose e stancante mi procura ansia. come si toglie la paura se è cio che compare che te la procura?? ovvio che poi io penso a quello perche non ho dolore come nella maggior parte dei casi ma un affaticamento improvviso e io non so quando la debolezza debba preoccupare, magari è soggettiva e non obiettiva, magari do troppa importanza e l ansia fa il resto.