Utente 506XXX
Buongiorno,
Venerdì a pranzo stavo cucinando la carne in casa, su una normalissima pentola, utilizzando la mia cucina a gas.

Durante la cottura ho cercato di aprire le finestre di casa, mantenendo però le tapparelle abbassate ma non chiuse completamente, giusto per far entrare un minimo di aria e togliere l'odore della carne e far uscire i fumi.
Giusto per informazione, ho un problema di sinusite cronica e spesso devo fare dei grossi respiri. Mentre cucinavo ne ho fatti un paio.

Dopo aver cucinato e mangiato, ho incominciato a sentire un "fastidio" nella parte frontale della testa (che poi si è trasformato in mal di testa la sera stessa). Sono uscito di casa nel pomeriggio per lavoro e poi la sera ho preso medicinali e sembrava tornato tutto ok.

Nel week end ho sempre avuto questo costante "fastidio", un po di senso di vomito e un senso di "confusione" mentale che ho tutt'ora, mentre scrivo qui, come se non riuscissi a concentrarmi su ciò che faccio.

Ho cercato un po' in Internet e ho trovato molte problematiche legate al monossido di carbonio e mi sono un po' spaventato, essendo anche un bel po' ansioso.

Non vorrei aver respirato accidentalmente del monossido di carbonio e star poco bene per questo...ho letto che è molto pericoloso e che i sintomi possono uscire anche dopo diverso tempo dall'intossicazione.

Tutt'ora il problema del fastidio nella parte frontale della testa persiste, spesso si intensifica quando "utilizzo" maggiormente la vista (lettura, computer, smartphone). Mi sento un po' confuso e non riesco a star concentrato.
Non capisco se è l'ansia oppure veramente c'è qualcosa.

Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

si tranquillizzi, escludo problematiche relative ad eventuale intossicazione da monossido di carbonio, non ci sono proprio le condizioni.
In linea di massima la sintomatologia sembrerebbe di origine ansiosa, se dovesse persistere si rivolga al Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 506XXX

Buongiorno Dottore,
in che senso non ci sono le condizioni?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Le modalità che ha descritto non fanno pensare questa condizione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro