Utente 523XXX
Buonasera,
ho bisogno di 1 vostro consulto per la mia situazione,sono 1 ragazza di 29 anni, a settembre 2016 ho avuto 1 embolia perché ho la trombofilia e usavo la pillola,ho fatto 1 anno di xarelto ed ora prendo solo la cardioaspirina perché ho il P.F.O.
A novembre 2017 ho avuto formicolii al viso,braccia e gambe, ho fatto la 1a risonanza della quale riscontrano una tenue area d’ipersegnale T2/FLAIR nella sostanza bianca peri-sopra-ventricolare destra.
A febbraio 2018 faccio la 2a risonanza, nel frattempo non avevo più nessun sintomo e nel referto scrivono che non c'è nessuna evoluzione rispetto a novembre.
A fine ottobre 2018 ho iniziato ad avere dei giramenti di testa, pesantezza al collo braccia e gambe, per 2 settimane ho avuto molta difficoltà a camminare perché mi sentivo molto stanca anche appena sveglia,come se avessi le gambe di cemento inoltre quando ero a riposo avvertivo fascicolazione muscolare. Ho fatto la 3a risonanza per sospetta sclerosi multipla o SLA.Il referto:
Nell'attuale controllo è stabile la tenue areola iperintensa FLAIR sopraventricolare dx.Invariate anche le focali iperintensità gliotiche in adiacenza del trigono ventricolare e del corno frontale a sinistra.Dopo contrasto rilievo occasionale di esile anomalia di sviluppo venoso fronto-basale destra.Non si rilevano alterazioni del segnale midollare.Minima protrusione discale postero-mediana C5-C6.Canale spinale di regolare ampiezza.Midollo regolare.
Dopo questa risonanza a dicembre sono tornata a fare 1 vita normale avendo solo ogni tanto dei giramenti di testa o stanchezza, dei tremori a mani e piedi.Qualche settimana fa sono ricomparsi i sintomi, spesso inciampo o mi cadono le cose che tengo in mano, o se devo aprire una porta non riesco ad afferrare la maniglia perché è come se non misurassi bene le distanze.Faccio quindi la 4a risonanza:L'esame conferma la presenza delle aree di iperintensità di segnale in T2 e FLAIR, tenuemente ipotense in T1,senza segni di restrizione in diffusione, localizzate a livello della sostanza bianca rispettivamente in sede paratrigonale ed in adiacenza del corno frontale ventricolare a sx.Tali reperti,in base alle loro caratteristiche RM sono espressione di gliosi di significato aspecifico.Non sono presenti ulteriori e significative alterazioni focali dell’intensità di segnale nel contesto dei tessuti encefalici.
Ho fatto anche tutti i potenziali evocati ed elettromiografia ad arti sup.i ed inf. ed è tutto nella norma.Il mio neurologo quindi mi ha consigliato di andare da un ortopedico perché non è nulla di neurologico.Volevo sapere se tutto quello che mi è stato detto è corretto, visto che purtroppo mi sento sempre male e non avendo una cura la cosa sta diventando frustrante, grazie in anticipo per la vostra disponibilità, è che ho solo 29 anni e la paura di una patologia neurodegenerativa purtroppo è tanta, nonostante i risultati degli esami siano tutti negativi.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l’esito degli esami diagnostici effettuati non orienta verso malattie degenerative, anzi mi pare che si possano escludere.
Sa cosa è stato riscontrato alla visita neurologica o questa ha avuto esito negativo?
Il quadro RM è stabile, peraltro caratterizzato da "gliosi aspecifica", come scrive il neuroradiologo.
Ritengo che possa stare tranquilla, al massimo sentire un secondo parere neurologico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 523XXX

Nella prima visita neurologica scrivono: ristagno lieve nello sguardo verso destra, riflessi vivaci ,Alluce muto trilateralmente. Il resto tutto nella norma.
La visita fatta dall’ultimo neurologo invece è negativa, non ha riscontrato nulla.
C’è qualche altro esame che potrei fare per stare tranquilla o posso fermarmi qui?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se l'ultima visita neurologica ha avuto esito negativo può stare tranquilla, anche per la RM che risulta invariata rispetto alle precedenti.
E' possibile che queste alterazioni riscontrate siano esito della condizione trombofilica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro