Utente 111XXX
Buongiorno gentili dottori
È da circa 3 giorni che ho un fastidio più che dolore alla parte sinistra del cranio esattamente sulla parte alta ,la mattina sto bene se non che durante la giornata si presenta come a intermittenza ma in maniera molto leggera e non continua tant è che non mi impedisce di lavorare, di tanto in tanto anche dalla parte dx ma in maniera molto più rara si presenta questo fastidio, non ho preso alcun farmaco, faccio l’impiegata e sto tante ore davanti al computer ma non ho male al collo. Nel 2015 una situazione del genere mi si era presentata ma il dolore era intenso e mi prendeva tutta la parte sinistra e parte della fronte il mio medico di base mi fece fare una Tac risultando tutto nella norma e successiva visita neurologica anch’essa non evidenziando nulla ho anche eseguito una RM al ipofisi poiché fin da bambina soffro di iperprolattinemia scatenata alla fine dalla mia forte agitazione( feci anche la curva della prolattina ). Ora non so perché ma inizio a preoccuparmi sono una persona molto ansiosa e inizio a covare dentro di me la convinzione che ci possa essere qualcosa che non vada nella mia testa . Secondo voi dovrei eseguire ulteriori approfondimenti vista la tac risalente nel 2015?
Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
una cefalea caratterizzata da dolore modesto, a diffusione ubiquitaria, non accompagnata da altri disturbi e che le consente di poter continuare il suo lavoro, come l'ha descritta lei, parrebbe essere una cefalea di tipo tensivo. Questa ipotesi è sostenuta dal fatto che lei stessa ammette di essere un soggetto ansioso e che inoltre è obbligata ad una certa postura per il suo lavoro. Più che eccedere in indagini che si rivelerebbero inutili, se il fastidio persiste, senza abbandonarsi ad un uso incontrollato di antalgici, sarebbe opportuno consultare un neurologo per essere instradata su una terapia appropriata.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 111XXX

Il fastidio ( perché dolore è esagerato) alla parte dx viene veramente una volta su 10 quindi pochissimo sostanzialmente il problema è a sinistra, ovviamente vado a leggere su internet ( cosa che non dovrei fare vista la mia ansia acuta ) e leggo anche di sintomi come la confusione correlata a patologie celebrali alle volte mi sento confusa ma non so se è dovuto al fatto che penso sempre se posso essere confusa o meno alla mia ansia o a un fatto organico( celebrale ). Ho passato dei mesi di forte stress da novembre fino a poco fa, dove mi sono accorta di dimenticarmi spesso le cose ( io l’avevo correlato allo stress e al ansia )
Potrebbero essere dati in più questi appena forniti? Si potrebbe sempre pensare a un discorso tensivo ?
Cordialmente e grazie per la sua risposta