Scotomi, aura, stress, emicrania

Salve 2 anni fa a lavoro (supermercato) mentre allestivo la merce (pesi) ho avuto un abbassamento della vista e vedevo come dei cerchi trasparenti e sfuocati e dopo ho avuto un mal di testa fortissimo... tutto durato 40 minuti dopo malessere e emicrania... vado al ps e mi fanno tac encefalo negativa e visita oculistica perfetta... mi dicono che devo fare esame del campo visivo e visita neurologica ma non la faccio... ad oggi dopo due anni ho scoperto di avere una stenosi uretrale e devo operarmi e sono terrorizzato e ho un forte stress sono un ragazzo molto ansioso... in una settimana ecco riapparire a distanza di due giorni gli stessi sintomi visivi più forti i contorni dei cerchi erano colorati come vedere attraverso un vetro illuminato dal sole, seguiti da forte mal di testa e attacchi di panico neo giorni seguenti per la paura di avere altri attacchi... questi sintomi mi fanno terrore e non so che cosa fare... a volte vedo male e subito penso che mi stia venendo un aura e mi terrorizzo... di questi due episodi recenti ne ho parlato con il medico e mi ha detto che si tratta di aura emicrania e non mi ha detto di fare nulla... sono preoccupato perché la settimana scorsa mi è successo due volte... la prima mentre ero alla cassa e la seconda volta mentre allestivo la merce sempre a lavoro... forse perché penso sempre alla stenosi uretrale e sono esaurito molto triste e depresso... cosa mi consigliate di fare?
Solitamente non soffro mai di mal di testa e non prendo farmaci... attualmente sento delle fitte alla testa sporadiche... aggiungo che da anni soffro come di apnee notturne, mi sveglio con mancanza di respiro e battito accelerato e una sensazione di calore alla testa... la mia pressione è sempre perfetta e questo disturbo l’ho sempre correlato all’ansia...
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi pare che la diagnosi del medico curante sia corretta, infatti la sintomatologia è compatibile con questa forma di cefalea.
Lo stress psicofisico è il più frequente fattore scatenante per cui ritengo possa essere il Suo caso.
Se gli attacchi diventassero frequenti sarebbe indicata una terapia di prevenzione e questa deve prescriverla il neurologo, quindi dovrebbe effettuare una visita neurologica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore ho capito, spero allora che non mi vengano più episodi, devo cercare di non stressarmi, suppongo che la terapia preventiva si basi su antidepressivi o ansiolitici....se ne ho avuti due non significa per forza che ne vengano altri...
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

"se ne ho avuti due non significa per forza che ne vengano altri..." ovviamente, gli attacchi sono estremamente irregolari, non esiste una regola.
La terapia di prevenzione, in questi casi, non si basa su ansiolitici e antidepressivi.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore provvederò appenò ho una tregua dagli esami e visite per l’uretra di andare dal neurologo...
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Di nulla, buona domenica.

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore volevo chiederle un parere sul mio problema principale che in realtà è un altro, soffro da settembre (prima di scoprire la stenosi) di infiammazione improvvisa glande, prepuzio, retto, uretra... l’ano mi si è ristretto e questa cosa è la più difficile da far capire soprattutto quando ne parlo in famiglia.... faccio ricerche virus e batteri negative, giro l’Italia perché un dermatologo mi diagnostica il lichen sclero atrofico, vado nei centri specializzati che mi dicono che non si tratta di lichen, faccio una biopsia al prepuzio con esito infiammazione cronica e congestione vascolare, faccio un ecocolordoppler al pene, tutto nella norma, due noduli al testicolo non vascolarizzati senza importanza mi dicono...
Visite urologiche dove riscontrano solo atrofia, infiammazione e secchezza glande e prepuzio... spermiogramma normale...
Mi dicono che la prostata ha dimensioni normali, la uretrografia e cistoscopia riscontrano la stenosi bulbare distale ma mi dicono che è lì da molti anni e non ha un nesso con i miei problemi dalle altre parti se non al flusso urinario.... eseguo una rm smc dove si legge...vescica distesa con pareti regolari,prostata nei limiti e una focale alterazione del segnale di 10 mm ipointensa nelle sequenze t2 dipendenti in corrispondenza della zona periferica di sin in zona posteriore come da esiti flogistici. Non formazioni in espansione nella zona pelvica. Non versamento peritoneale. Non linfoandenomegalie pelviche... non so riconoscere come può essere la prostatite... mi consiglia il dosaggio del Psa? Vado avanti con creme idratanti pene-retto e sopporto, la flogosi porta secchezza e mi sta rovinando la pelle con atrofia... dentro uretra/ano sento dolore/bruciore il glande non è più roseo ma grigiastro, può essere il pudendo? Cosa posso fare? Mi sento smarrito...
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Una neuropatia del pudendo non mi sembra molto probabile, in ogni caso l’esame di elezione è l’EMG del pudendo, per il resto i disturbi riferiti non sono di mia competenza.

Dr. Antonio Ferraloro

[#8]
dopo
Utente
Utente
Capisco, riferirò anche questo alla visita neurologica Grazie mille del suo tempo
[#9]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi ho dimenticato un dettaglio io ho usato Isotretinoina per acne un anno fa per 4 mesi e durante l’uso ho subito sviluppato impotenza, formicolio intorpidimento del pene e perdita di sensibilità al tatto e al piacere ovviamente perdita di libido.... mi sembrava staccato dal corpo, gli urologi non conoscono il farmaco in questione, alla sospensione... tutto è tornato piano piano con i sintomi che ho adesso per questo pensavo al pudendo.... grazie ancora
[#10]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore mi scusi se la disturbo ancora, per escludere ancora una volta cause dermatologiche sono tornato al sant’orsola alle patologie genitali per farmi visitare e hanno escluso ancora una volta malattie dermatologiche parlandomi di sintomi come la vulvodinia femminile, nel mio caso allodinia, io da quando ho questi sintomi sento anche vibrare dentro il pene/vescica, a 32 anni per fortuna mantengo le erezioni, il mio problema è questo bruciore che aumenta di pomeriggio sera e urologi/dermatologi non sanno come aiutarmi perché non vedono granché dal di fuori, io ricordo l’intorpidimento e formicolio nel pene un anno fa mentre assumevo quel farmaco risolto alla sospensione dopo mesi, come se quel farmaco avesse fatto un anestesia al nervo mentre lo assumevo e a poco a poco si è risvegliato ma infiammandosi in modo graduale....sto cercando di poter andare dal neuro-urologo Galizia per avere risposte, lei mi può solo dire se questo ragionamento è ipotizzabile? Grazie
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
È un’ipotesi da prendere in considerazione.
Condivisibile la decisione di rivolgersi ad un neuro-urologo.

Dr. Antonio Ferraloro

[#12]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore sto cercando di prenotare una visita neurologica, ho trovato un neurologo,neurochirurgo oppure un neurologo,psichiatra c’è molta differenza oppure tutti e due hanno la stessa competenza e vanno bene sia uno che l’altro? Purtroppo Galizia neuro-urologo è diciamo irraggiungibile e non me ho trovati altri.
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Per l’emicrania con aura lo specialista di riferimento è il neurologo, non il neurochirurgo né lo psichiatra.

Dr. Antonio Ferraloro

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa