Potrebbe trattarsi di una malattia neurodegenerativa irreversibile?

Salve, avrei bisogno di una parere.
Mio padre, 58 anni, da tempo sofferente di depressione e patologie quali diabete e ipertensione, da qualche mese lamenta vuoti di memoria, nello specifico blackout improvvisi.
In attesa di visita neurologica, la Tac ha evidenziato quanto segue:
"Diffusa ipodensità della sostanza bianca periventricolare, dei centri semiovali, in relazione ad encefalopatia cronica.
Strutture della linea mediana in asse.

Ampliamento dei ventricoli e degli spazi liquorali periencefalici per atrofia corticosottocorticale".

Sulla base di tale referto, quali patologie si potrebbero ipotizzare?
Grazie a chi risponderà.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2k 23
Gentile Utente,

il problema è duplice, vascolare e neuronale (cellulare).
Infatti l'encefalopatia cronica presuppone un deficit di ossigenazione del cervello (componente vascolare) e l'atrofia corticosottocorticale indica una sofferenza dei neuroni.
Entrambe queste condizioni possono giustificare la sintomatologia riferita (i vuoti di memoria).
Oltre la visita neurologica che menziona è consigliabile effettuare anche i test neuropsicologici.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la tempestiva risposta. So che magari, senza ulteriori esami, è difficile ipotizzare una diagnosi, ma alla luce dei danni già presenti all'encefalo, crede sia possibile un recupero della funzionalità o quantomeno un blocco della degenerazione?
In sostanza, è una condizione neurodegenerativa (che tende quindi a peggiorare) o una situazione che potrebbe stabilizzarsi?
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2k 23
Gentile Utente,

il decorso è variabile da un soggetto all'atro, potrebbe essere progressivo come a decorso lento o addirittura stabilizzarsi, da qui non è possibile prevederlo, le variabili individuali sono tante, quella genetica in primis.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio ancora per la sua disponibilità.
Con osservanza
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2k 23
Di nulla, buonanotte.

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test