Atrofia corticale

Buonasera dottori,
Mio zio ha 61 anni e si è sottoposto ad un esame TC ENCEFALO sotto consiglio medico per qualche mal di testa e problemi visivi (abbagliamento) che ogni tanto insorgono.
La tac ha riscontrato "Lieve ampliamento degli spazi liquorali e della convessità frontale per atrofia corticale; Sistema ventricolare di regolare morfovolumetria; Strutture mediane in asse; Non lesioni focali sovra e sottotentoriali; Calcificazioni dei sifoni carotidei.
"
Non so se può essere utile ma l'anno scorso si era sottoposto ad un'angiografia per saltuari (circa due volte l'anno) dolori al piede.
Il referto che non ho modo di riportare, riscontrava una vasculopatia.
Per il resto il soggetto non presenta nessun altro tipo ti sintomi, non è iperteso, non è fumatore, non consuma alcol.
Siamo chiaramente molto preoccupati.
In attesa della visita neurologica mi piacerebbe un vostro parere.
Grazie mille
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

il "lieve ampliamento" indice di possibile atrofia corticale mostra una sofferenza neuronale, cioè delle cellule nervose.
Spesso tale reperto è asintomatico, come nel caso dello zio, e teoricamente potrebbe rimanere tale per anni o, talora, decenni.
Il consiglio che posso darvi è di rivolgersi ad un neurologo per avere una valutazione clinica diretta e fare visionare direttamente le immagini dell’esame.
Utile a distanza di tempo una RM encefalica per valutare eventuali variazioni o meno del reperto riscontrato alla TC.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio