Evoluzione del disturbo bipolare con l'eta

Mio padre 65 anni soffre da più di venti anni di disturbo bipolare ed è in cura. Ora è da 6 mesi in pensione e essendo ora nella fase depressiva su sollecitazione di mia mamma.che non sopporta di vederlo inerme e apatico, si è messo a fare i puzzle cioè quei libretti tipo cruciverba pieni di parole nascoste da cercare e cerchiare,per intenderci( spero che abbiate Capito di che gioco si tratta). Lo fa tutto il giorno , mamma sostiene che cosi di sia notevolmente rincoglionito, invece di tenersi un Po in allenamento con la mente ora sostiene che forse non gli fa bene perché si isola ancora di più ,e lo fa secondo lei ossessivamente. Secondo me lui li fa più che altro,non x piacere,ma x non sentite mia mamma che lo sgrida e tentando di scuoterlo continuamente ma senza ottenere ovviamente risultato. Secondo voi questo passatempo che fa solo quando è in fase depressiva può nuocere ulteriormente alla sua situazione? Grazie
[#1]
Dr. Michele Patat Psichiatra, Psicoterapeuta 640 11
Gentile utente,
la domanda che pone è estremamente difficile perché comporta la conoscenza di una persona che in questa sede non è possibile.
In ogni caso a mio parere non si tratta tanto del tipo di passatempo scelto che può determinare un peggioramento della sintomatologia, ma esattamente il contrario.
In altre parole l'utilizzo di un passatempo (qualunque esso sia) con modalità ossessive deve essere preso in considerazione nella sintomatologia clinica e trattato di conseguenza.
Come premesso, però, è indispensabile che venga valutato attentamente prima di considerarlo patologico.
Cordiali saluti,

Dr. Michele Patat
https://www.medicitalia.it/michelepatat

Il disturbo bipolare è una patologia che si manifesta in più fasi: depressiva, maniacale o mista. Scopriamo i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Leggi tutto