Utente 493XXX
Buonasera,
ho 35 anni e mi è stata fatta da anni una diagnosi di Fobia sociale generalizzata.
Poichè la fobia è invalidante,e di lunga data per tanti anni, i medici han applicato diverse terapie farmacologiche,
SSRI,SNRI,Triciclici,Multiterapie,ma con nessun risultato utile. Recentemente una nuova psichiatra ha deciso di prescrivermi il Nardil, che oltretutto non essendo disponibile in Italia ho dovuto ordianare allo stato del Vaticano.
Vorrei chiedere , visto che non mi ricordo cosa ha detto lo psichiatra, se devo prendere le 3 pastiglie da 15 mg tutte assieme oppure no. E poi vorrei sapere se devo assumere le pastigli durante i pasti, a stomaco vuoto oppure se è indifferente.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Non può chiedere come assumere il trattamento. Deve fare riferimento allo psichiatra prescrittore.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 493XXX

Va bene. Vorrei invece parlarle di una mia preoccupazione. IN pratica, oltre a soffrire di ansia sociale generalizzata in passato mi era stata fatta anche diagnosi di un disturbo ossessivo compulsivo. Mentre in passato, il disturbo ossessivo compulsivo mi era passato con antidepressivi SSRI , ora tempo che col Nardil possa tornarmi il disturbo ossessivo compulsivo . Infatti, non so se il Nardil sia adatto anche a curare il disturbo ossessivo compulsivo.

[#3] dopo  
Utente 493XXX

Buongiorno, secondo voi perchè da quando sto prendendo il Nardil e ho semsso quindi con la Venlafaxina mi vengono crisi di pianto tant'è he devo prendere spesso degli ansiolitici. E' sindrome da stinenza della Venlafaxina o cosa?