Come posso affrontare e uscire da un periodo di blocco mentale?

Buonasera.
Da qualche mese a questa parte mi trovo in una condizione di blocco totale.
Sono una studentessa universitaria, ho sempre fatto tutto nei tempi previsti.
Probabilmente a causa di alcune situazioni emotivamente stressanti per me che mi hanno messa a dura prova, sono stata distratta dai miei obbiettivi e sono piombata in uno stato di nullafacenza e impossibilità di cambiare la mia situazione.
Oltre a dei tradimenti da parte del mio partner (con il quale sto attualmente) che hanno letteralmente minato la mia autostima e determinazione, molte cose non sono andate come avrei voluto a causa della pandemia di covid19.
Ad esempio sarei dovuta partire per un altro Erasmus (il precedente avvenuto l'anno scorso ha segnato una fase molto felice della mia vita, se non la più spensierata) e avrei dovuto trovare un lavoretto per mantenermi al fine di non gravare sui miei genitori che esercitano quotidianamente parecchie pressioni.
Ma niente, su nessun versante è andata per il verso giusto.
E la cosa che mi spaventa di più è che non riesco a vedere la luce in fondo a questo tunnel.
Ce la sto mettendo tutta per analizzare il problema, capirne la fonte e affrontarlo di petto.
Grazie in anticipo per il consulto.
[#1]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4k 92 43
"tradimenti da parte del mio partner (con il quale sto attualmente) che hanno letteralmente minato la mia autostima e determinazione"

Gentile Ragazza,
posso domandarle come mai, se quanto subìto da parte del suo ragazzo ha impattato così pesantemente sulla sua persona, ha deciso di proseguire la storia con lui?

"Ce la sto mettendo tutta per analizzare il problema, capirne la fonte e affrontarlo di petto."

Nel suo racconto ho colto soprattutto uno sguardo rivolto al passato, più o meno recente, e l'inevitabile frustrazione derivante dall'impossibilità di "controllare" ciò che sta al di fuori della sua area di influenza (fidanzato, Covid, genitori, ecc.).
Se pensa al suo futuro individuale (professionale e non), cosa immagina?
Se non avvertisse aspettative da parte dell'esterno, quali progetti vorrebbe portare avanti?
Questo periodo storico complicato e prolungato le ha insegnato qualcosa di nuovo su di sé? Quali cambiamenti -positivi e nagativi- ha prodotto in Lei?

Cordialità.

Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
cell. 3315246947-paola.scalco@gmail.com

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa