Attacchi di panico ed ansia collegati con cicatrice longitudinale sul pube

Buonasera,

ho 30anni, ho sempre accusato una forte ansia e da circa 2 anni soffro di attacchi di panico.
All'inizio pensavo che erano scaturiti dall'interruzione di una relazione affettiva che stavo vivendo poi ho capito il "trauma" affettivo è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Ho sempre costante ansia, a volte capita di arrivare ad un culmine quasi da esplodere o impazzire.
I sintomi che derivano da quest'ansia sono riconducibili ad un forte frustrazione, impotenza, dolore e rabbia.
Questa situazione mi porta a vivere una costanza sofferenza giornaliere oltre ad impedirmi di avere relazioni affettive.
Detto questo, all'età di 2 anni, ho subito un intervento per un reflusso alle vie urinarie "lasciandomi" una cicatrice longitudinale di circa 12cm all'altezza del pube.
La manipolazione di questa cicatrice mi scaturisce gli stessi sintomi che avverto nell'ansia e durante gli attacchi di panico.
Senso d'impotenza, enorme sofferenza psichica e frustrazione.
Ho avuto anche degli episodi di attacchi di panico nel sonno mentre sognavo di essere violentato o da mio nonno (scomparso quando avevo l'età di 3 anni o da figure maschili non definite).
Ho intrapreso un percorso terapeutico ma senza risultati...ho provato a trattare la ferita da un omeopata con il laser (diverse sedute) e da un osteopata senza avere risultati.
Chiedo se per voi c'è una correlazione tra la cicatrice ed il malessere che vivo, come mi devo comportare, se esiste un rimedio e nel caso quale percorso devo intraprendere.
Grazie ma non so più come gestire la situazione.
[#1]
Dr. Andres Rivera Garcia Psicologo, Psicoterapeuta 88 2
Salve,
è bene che sia lei a fare questo tipo di correlazione in quanto la questione che evidenzia riguarda lei e solo lei.
Probabilmente quella cicatrice rimanda a qualcos'altro che merita di essere elaborato più approfonditamente.
''Rimbalzare'' tra un'associazione e l'altra è una possibile strada che può portarla a risolvere il suo problema, ma deve sapersi affidare ad un professionista.

Cordialmente,

Dr Rivera Garcia Andrès,
San Benedetto del Tronto
Psicologo clinico, specializzando in psicoterapia

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio