Doc omosex o omofobia latente?

Salve, sono una ragazza di 26 anni, scrivo qui per la prima volta perché ho bisogno di un confronto, dico già che a breve farò un primo colloquio con uno psicoterapeuta, ma ho bisogno di parlarne adesso non riesco ad aspettare, allora tutto è iniziato quando avevo 19 anni.

Premetto che mi sono sempre sentita etero cioè sapevo che era così e basta ho sempre avuto ragazzi fin dalle elementari anche se spesso venivo rifiutata anche alle medie diciamo che mi sentivo sempre inferiore alle mie compagne perché non ero mai la prima scelta dei ragazzi, sono una ragazza insicura e sono sempre stata una ragazza che si fa mille paranoie e ansiosa fin da piccola credo, ho avuto poi tante storie seppur brevi con ragazzi al liceo diciamo che mi volevo sempre farmi notare da loro seppur ero timidissima.

Ho avuto poi una storia a 16 anni, che storia non è perché non stavamo proprio insieme con un ragazzo di cui ero follemente innamorata ma lui mi trattava così come una cosa da prendere e lasciare quando voleva non abbiamo però mai avuto rapporti completi tant'è che io per farlo ingelosire vado a letto con un ragazzo conosciuto così a caso per la prima volta ho avuto un rapporto ma non è stato per niente bello perché non mi ha neanche sverginata, però ecco finita li lui torna io non riuscivo più ad accettare questo suo comportamento e chiudo la storia nonostante mi interessava ancora.

Dopo poco conosco un ragazzo che mi piaceva io sempre timida ovviamente e mi affeziono a lui dopo poco mi lascia così all'improvviso io ci resto male, subito dopo faccio un altra cosa di cui mi pento amaramente vado a letto con un ragazzo questo sarebbe stato il mio secondo rapporto è qui lui mi svergina ciò che ricordo e solo dolore e niente piacere poi questo ragazzo scompare o addirittura forse sono io che chiudo adesso non ricordo bene.

Dopo questo resto sola era estate del 2012 muore mio nonno e subito dopo conosco un ragazzo online mi chiede di uscire ci frequentiamo per un paio di settimane e poi io lo bacio ci mettiamo insieme ed è attualmente io mio ragazzo dopo quasi 9 anni.
I primi mesi se non il primo anno tutto va alla gende abbiamo rapporti soddisfacenti e tutto.

Dopo di che lui inizia a bere e tanto perché soffriva di depressione, tant'è che una volta voleva pure uccidersi e quei ricordi mi fanno tanto male sono Stati momenti brutti però lo amavo e cercavo di aiutarlo.

Ecco arriva il 2014 l'anno della maturità, mesi di stress ansia x preparare gli esami lui che continuava a bere, fino a quel momento mai dubbi sulla mia sessualità, ero però semore una persona insicura pensavo che le altre fossero sempre più di me anche perché il mio ragazzo faceva dei complimenti ad altre anche in mia presenza e quasi mai a me.

Comunque a pochi mesi dagli esami ricordo bene il momento ero ferma alla fermata dell'autobus e noto il sedere di una ragazza che aveva dei pantaloni stretti ecco io ero li ferma a fissare i sedere da quel momento la mia testa inizia a fare brutti scherzi, sogni di ragazze che hanno rapporti, la mia testa diceva solo una cosa sei lesbica sei lesbica, pure quando stavo con il mio ragazzo facevamo l'amore è all'improvviso nella mia testa comparivano ragazze mi sentivo strana angosciata cob la testa non lucida poi ricordo che un giorno ero in macchina con un amica e ho avuto l'impulso di baciarla cioè la mia testa diceva baciala.

C'è da dire che molti hanno prima una ragazza lesbica provo a baciarmi ma io mi scansai subito perché non volevo, dico anche che ho sempre frequentato ragazzi e ragazze omosessuali a scuola e non ho mai avuto niente da ridire addirittura con la mia migliore amica di allora ci davamo pure i baci a stampo in bocca e non mi e mai passato per la testa di farlo perché fossi lesbica perché ho sempre voluto un ragazzo.

Però quell'evento del sedere della ragazza mi de stabilizzò, niente poi all'improvviso quei momenti svanirono all'improvviso, feci gli esami mi diploma e tornai alla mia vita con il mio ragazzo, dopo tutta l'estate sempre insieme lui emise di bere e poi in inverso si trasferì fuori dall'Italia per lavoro e tutto li continuò normalmente non ci siamo visti per un anno io ci stavo malissimo perché mi mancava da morire.

Io inizio nel frattempo la mia vita senza di lui inizio a lavorare e dopo appunto un anno ci rivediamo, dopo un paio di mesi a 21 anni mi trasferisco da lui è iniziamo la convivenza non ho più pensato a quello che era accaduto quasi due anni prima però se adesso ci penso in tutti questi anni diciamo che ho evitato certe situazione se sapevo che ci fossero state ragazze lesbiche o al sol sentire la parola mi saliva l'ansia però cmq continuo la mia vita con lui facciamo progetti sogno di sposarmi avere dei figli lui sta bene non beveva più.

E cmq sempre ripeto non avevo niente contro gli omosessuali anzi seguo e guardo video oppure colleghi a lavoro sempre maschi però che fossero omosessuali e io ero tranquilla se non che una volta mio fratello fa un viaggio con una sua amica lesbica dovevo andare pure io e non ci vado per evitare di incontrarla.

Però sempre continuo la mia vita senza avere nessun dubbio anzi a lavoro mi ero pure invaghita due anni fa di un mio collega un ragazzo che mi dava delle attenzioni oppure inizio a seguire online il mio ex, c'è da dire che in questi anni comunque il mio ragazzo torna a bere ho avuto anche delle volte l'idea di lasciarlo peeche credevo di non provare più niente però poi passava e tornavamo sempre più forti di prima perché lui ha dei momenti dove non beve e altri in cui lo fa.

Ecco inizia il coronavirus e vado quasi in depressione ansia forte paura di uscire era quasi un ossessione non potevo sentire la parola Covid che saliva l'ansia, poi passa tutto inizio ad uscire di casa perché nel frattempo io perdo il lavoro, ecco dopo un po un paio di mesi fa mi inizia l'ossessione di aver contratto qualche malattia sessualmente trasmissibile perché i 2 rapporti che ho avuto prima del mio ragazzo non sono Stati protetti tutto inizio da dei dolori che avevo o da uno sfogo cutaneo che il dottore disse di non essere niente invece io no ero convinta che avevo qualche malattia passavo le ore a cercare i sintomi online e se leggevo HIV epatite o AIDS.

L'ansia saliva piangevo e inizio a stare male diciamo però che questa cosa di essere ipocondria l'ho sempre avuta però questa volta è stato più forte la mia testa diceva sei malata e poi diceva ma no ma che dici mi tornavano in mente quei due rapporti che avevo avuto e mi facevo schifo per quello che avevo fatto fatto sta che piano piano questa paura va a scemare ed esco che 3 settimane fa dal nulla torna la paura di essere lesbica mi convinco che sia così x quello che ho provato a 19 anni.

Se vedo delle belle ragazze in foto o nei film e sto a fiscale sembra quasi che mi eccito e ho l'ansia sto uscendo pazza nella mia testa passa sempre una frase così all'improvviso magari mentre faccio altro o penso ad altro sei lesbica e mi sento in colpa perché ho questi pensieri per il mio ragazzo e penso vedi ti sei nascosta tutti questi anni poi nei momenti di lucidità dico ma cosa vai a pensare io voglio un ragazzo voglio il mio ragazzo accanto.

Se guardo una ragazza per strada e x vedere come è vestita i capelli xke delle volte penso di non essere abbastanza bella non mi piace il mio fisico, ho iniziato a pensare come sarebbe con una ragazza ad immaginare atti con loro e sembrava quasi che mi piacesse, e li entro in crisi poi guardo il mio ragazzo e mi sento apatica.

Un mese fa abbiamo fatto l'amore ed è stato bello ho pianto dall'emozione e dal piacere, lo rifacciamo due settimane fa quasi io come prova e sento che non mi eccitavo abbastanza e mi viene l'ansia perxhe penso vedi allora sei lesbica e poi penso e se e così come faccio a dirlo, oppure poi penso ma allora sono stata sempre così e non riesco più a vivere tranquilla spensierata se a lavorare il mio pensiero e sempre la quando sono lucida so di non esserlo ma poi la mia testa mi dice no tu ti stai convincendo di non esserlo tu lo sei, ma a me non mi sono mai interessante le ragazze se non per semplice amicizia.

Se esco e mi voglio fare notare lk faccio per i ragazzi cioè io non voglio una ragazza accanto a me io voglio il mio ragazzo che mi fa sentire sicura tra le sue braccia e purtroppo da 3 settimane non riesco più a vivere serena se vado a letto tranquilla con lui è penso che appunto sono solo pensieri che la mia mente crea poi l'indomani mattina mi alzo con un angoscia e il mio primo pensiero è quello e sto ore a cercare cose su Internet.

Vorrei piangere ma ho un blocco emotivo mi sento apatica verso tutto e tutti quello che voglio e solo tornare alla mia vita a quando ero felice e spensierata anzi un paio di mesi fa volevo anche un bambino avevo questa idea però per lui è troppo presto, quindi io dico può essere che io 7 anni fa all'improvviso guardando il sedere a una ragazza all'improvviso mi scopro lesbica e in tutti questi anni inconsciamente ho solo mentito a me stessa cioè a me sembra assurdo tutto ciò e io non voglio voglio questa vista che nonostante ha degli alti e bassi e pur sempre la mia vita e stavo bene così, adesso invece non so più immaginare un futuro perché ho paura che se un giorno tutto passa di nuovo come è successo tanti anni fa possa tornare di nuovo questo pensiero per me involontario.

Vi prego so che le rassicurazioni non servono a niente visto che sono qua a parlarne ma è DOC oppure sono così e non lo voglio accettare?
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 114
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore per la sua risposta. Ho letto tutto solo che delle volte sono tranquilla e so che sono solo dei pensieri altri momenti invece entro nel pallone e dico sono pensieri reali e che non ti vuoi accettare, quando 7 anni fa sono successe quelle cose che poi sono andate via dalla testa da sole e adesso dopo 7 anni ricompaiono in maniera molto più forte, quello che la testa mi dice e siccome non mi sono accettata 7 anni fa allora ho represso tutto e dopo 7 anni è tornato il pensiero perché è così e devo accettarlo e basta, però poi dico ma cosa devo accettare se in questi 7 anni sono stata una ragazza serena e contenta della mia vita, e impossibile che cambia così all'improvviso visto che non ho mai avuto fantasie e ne interesse per nessuna anzi in questi anni nonostante io sono fidanzata da 9 anni ho pure avuto interesse per due ragazzi tra cui un mio ex, quindi io mi chiedo se io avessi nascosto tutto a me stessa l'avrei sqputo, invece questi pensieri sono tornati dopo 7 anni proprio dopo quest'ultimo anno che ho vissuto male con stress ansia e tristezza. Il problema è che 7 anni fa sono riuscita ad uscire da questi pensieri ma adesso avendo tanto tempo per pensare sono rimasta intrappolata nella mia testa e mi chiedo si può da un giorno all'altro cambiare orientamento sessuale? O è solo la mia testa visto che fin da adolescente ero una ragazza paranoica mi faccio mille problemi per tutto, quello che voglio e tornare alla mia vita che è cambiata da un giorno all'altro e quasi mi sembra la vita di un altra persona quella che vivevo fino a 3 settimane fa, sono apatica e ho paura di non tornare più la persona che ero! Ho già fatto un colloquio con un psicoterapeuta ma lui non ki ha detto di essere DOC cioè mi ha detto che non lavora in quel modo ma vuole capire perché sono avvenuti questi pensieri nella mia testa, per lei può essere DOC o no?
[#3]
dopo
Utente
Utente
Le volevo pure chiedere è possibile che questi pensieri siano tornati dopo 7 anni? è una cosa che accade se quei pensieri la prima volta ti hanno fatto paura e tu non li hai accettati, e possibile che ricompaiono?

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test