Utente 346XXX
Buongiorno,

Spesso e volentieri soffro di fasti e delle specie di pressioni nella zona della prostata, quindi l'urologo dopo una visita, ha detto che si tratta di prostatite IPB. Io sono un uomo di 41 anni, ed a ogni visita, la mia prostata risulta sempre gonfia.

Dal referto risulta che la prostata di circa 25 gr molliccia e dolente sopratutto a sinistra.

Da un un mese e una settimana ho iniziato questa cura:

Xatral 10 mg - 1 al giorno x 3 mesi
Permixon 320 mg - 1 al giorno x 3 mesi
Bactrim F - 1 al giorno x 10 gg
ECN - 1 al giorno x 3 mesi
Peaprostil bustine - 1 al giorno x 1 mese

Ho eseguito l'urinocoltura (negativa) e la spermiocoltura (in attesa).

Purtroppo il dolore che sentivo nella zona anale, diciamo che è sparito, ma spesso sento sempre una sensazione di pressione, e perennemente una sensazione di stimolo (come durante un rapporto sessuale).
Il getto dell'urina è irregolare e a volte difficoltoso, e il colore dell'urina giallo intenso.

Da circa 3 settimane, mi corico verso le 23, recandomi prima in bagno, e tassativamente alle 12-12:30 mi sveglio con un'impellente urgenza di urinare.

Il mio lavoro mi costringe a stare la maggior parte del tempo seduto al pc, ma sulla sedia sono costretto a mettere un asciugamano per alleviare la pressione.

Adesso mi chiedo cosa potrei fare? Devo recarmi a fare un'altra visita?
Devo risolvere questo problema.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

bene in questi casi sicuramente risentire in diretta il suo andrologo di fiducia.

Se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html

https://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica in diretta rappresenta il solo ed unico strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione clinica precisa e corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 346XXX

Salve dott.Beretta,
Ho letto i vari articoli da lei citati, e li trovo interessanti.

Questo mercoledì ho la uroflussometria, e di seguito la visita da un'altro urologo.

In questi ultimi tre giorni è una cosa veramente drammatica, perchè ho un fastidio perenne (come se qualcuno mi te stimolasse continuamente la prostata, quindi sento fastidio/dolore e una strana sensazione). A parte sabato, che per altri motivi ho preso un'aspirina dolore/infiammazione, e fatalità sono stato benino tutto il giorno, ma ieri o oggi ...

A luglio 2017 fa avevo fatto insieme alle analisi del sangue anche quelle per la prostata:

P-TSH: 0,74 mIU/L
S-PSA: 0,84 ng/ml
S-PSA LIBERO: 0,52 ng/ml
rapporto PSA L./PSAT: 61%

anche se l'urologo che mi ha visitato l'ultima volta, ha detto che queste analisi non servono a nulla (ma io non sono d'accordo).

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Coraggio, con l'uroflussogramma fatto si sente che cosa le dirà l il suo urologo.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com