Utente 105XXX
Buongirono
Vorrei chiedere un consulto.
Visto che ho una prostatite incurabile, sempre positivo a enterococco pseudomonas e corynebacterium.
Essendo inoltre il corynebacterium un super batterio preso in ospedale.
Avendo passato gli ultimi 10 anni a fare una vita veramente "miserabile" con dolori continui e ricorso a terapia del dolore e antinfiammatori
che il mio fisico non sopporta più.
E' possibile pensare a una rimozione dell' organo o devo pensare a soluzioni ancora peggiori?
Scusate lo sfogo ma sono veramente all'esasperazione.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

una possibile ed eventuale soluzione, attraverso una strategia chirurgica, deve sempre discussa in diretta con il suo urologo od andrologo di fiducia.

Si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 105XXX

La ringrazio per la risposta.
Al momento assumo OMNIC e la flussometria a va bene.
Sgocciolio finale, dolori ai testicoli al perineo, una fase dolorosa molto consistente. Tutti gli antibiotici provati. Prostata un po'ingrossata.
La rimozione potrebbe darmi sollievo e far tornare a una vita dignitosa? Non mi interessa l'aspetto sessuale ma solo i dolori e poter tornare a guidare e star seduto senza piangere dal dolore.
Non credo sia mai capitato un caso come il mio. Purtroppo non è nemmeno colpa mia ma di un esame maldestro fatto in ospedale 10 anni fa.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Difficile confermarle , da questa postazione, l'eventuale utilità clinica di una procedura chirurgica nel risolvere la sua particolare sintomatologia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 105XXX

Buonasera dottore
Volevo chiederle una cosa.
Ho svolto visita da urologo che ha trovato la prostata un po'ingrossata ma non messa malissimo.Ha escluso al momento procedure chirurgiche perché la flussometria andava bene.
Effettivamente noto che il flusso è sempre buono ho solo alla fine lo sgocciolio che alcune volte si interrompe e devo dare una piccola spinta e esce ancora urina (ma non sempre). Vorrei sapere questa ultima situazione a cosa potrebbe essere dovuta visto chela velocità é buona. Potrebbe essere come ho letto un allungamento dell'uretra prostatica a causa Delle infiammazioni o cosa altro? Inoltre secondo lei abbinare all'Alfa litico il prodotto permixon potrebbe migliorare la sintomatologia ?

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Giuste informazioni; anche la combinazione terapeutica, da lei postulata e se anche indicata dal suo urologo, può essere prospettata.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com